Come ricaricare il gas del condizionatore

di Stefano Vignali difficoltà: media

Come ricaricare il gas del condizionatoreLeggi Visto l'avvicinarsi della stagione estiva, nonostante il clima non sia dello stesso parere, ci prepariamo tutti ad affrontare il solito, insopportabile calore di agosto. Vacanze, mare, montagna. Ma chi deve restare in città spesso si affida ai condizionatori. Per non farci cogliere impreparati, in questa guida parleremo di come ricaricare il gas del condizionatore.

1 Premessa che può sembrare banale, ma non lo è, è che non è normale ricaricare periodicamente il condizionatore. La riduzione del livello del gas e dell'efficienza del condizionatore non sono eventi "fisiologici", infatti il gas che scorre nel circuito non si consuma naturalmente, ma necessita di una perdita per ridursi di quantità. Se dunque vi capita spesso di doverlo ricaricare significa che il circuito subisce una perdita a causa di qualche micro foro che deve essere scovato e riparato. La ricarica può divenire necessaria anche dopo una generica riparazione che ha richiesto la momentanea manomissione del circuito di raffreddamento. Vediamo dunque come effettuare la ricarica del nostro condizionatore. Le opzioni sono due rivolgersi ad un servizio specializzato od effettuare il lavoro in modalità fai da te.

2 Se decidete di cimentarvi in questo lavoro sappiate che in commercio esistono semplici kit già pronti e semplici da utilizzare per ricaricare il proprio condizionatore. Generalmente è sufficiente collegare il tubo flessibile all'attacco della motocondensante. Dopo qualche minuto si potrà rilevare la situazione dell'impianto dal gruppo manometrico. Le fasce colorate della scala manometrica corrispondono troppo carico (carico o scarico). Se l'impianto è scarico la situazione può essere aggiustata erogando la giusta quantità di gas. La procedura va eseguita con cautela per evitare di sovraccaricare il circuito di raffreddamento, ma anche per evitare il formarsi di bolle d'aria che bloccherebbero lo scorrere del gas. Quando l'indicatore del manometro si stabilizzerà sull'esatta quantità di gas necessaria, l'operazione di manutenzione sarà terminata.

Continua la lettura

3 Se invece decidete di rivolgervi ad un esperto il prezzo sarà sicuramente più alto di quello del fai da te, ma risparmierete in tempo.  Inoltre in caso di bisogno il tecnico potrà facilmente eliminare la perdita che causa la continua fuoriuscita di gas sigillando i micro fori responsabili Approfondimento Come risparmiare sull'utilizzo dell'aria condizionata (clicca qui) A voi la scelta dunque!. 

Come eliminare cattivi odori dal condizionatore Come ridurre i costi per il riscaldamento della piscina Come ridurre il consumo del condizionatore Come installare un condizionatore senza unità esterna

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili