Come realizzare una cera fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La cera è un materiale molto utilizzato in casa dalla persone. Questa infatti è molto utile per lucidare mobili in legno massello, pavimenti in parquet e cotto, auto di tutti i tipi. Sul mercato ne sono disponibili di tutti i tipi e marche. Queste, però, possono contenere additivi chimici, spesso non gradite. Se preferite i prodotti naturali, potreste provare a prepararla in casa con una procedura semplicissima. In questa guida vi spiegheremo come realizzare una cera fai da te in maniera molto veloce.

24

Occorrente

La cera fatta in casa presenta la stessa efficacia di quelle che trovate sul mercato. Gli ingredienti che vi serviranno sono tutti di origine naturale. Vi serviranno 200 grammi di cera d'api, 200 grammi di cera carnauba, una boccetta di trementina e un'altra di olio di pino.

34

Procedimento

Fondete a bagnomaria due cucchiai di cera d'api con otto di cera carnauba. Lasciate scaldare il tutto per circa cinque minuti. Raffreddate la soluzione e aggiungeteci sei cucchiaini da caffè di trementina e un cucchiaio di olio di pino. Quest'ultimo farà in modo che la cera non diventi abrasiva. Mescolate per bene il tutto e fatelo riposare per circa due ore, in un ambiente asciutto e fresco. Dopo aver fatto passare il tempo necessario, prendete il composto. Quindi, con l'ausilio di un imbuto, travasate lo stesso in una boccetta di plastica fornita di un tappo o di un barattolo di metallo protetto da un coperchio ermetico. Se intendete far solidificare la cera, inserite il contenitore nel congelatore tre ore prima che lo utilizziate. Non dimenticatevi di estrarre la cera con mezz'ora di anticipo. Vi suggerisco di rendere solida la cera per pulire i pavimenti o le superfici maggiormente resistenti, tipo quelle in pietra o in marmo. Se non vi piace la fragranza di pino, potete utilizzare una qualsiasi altra essenza, come la lavanda, il muschio bianco o il bergamotto.

Continua la lettura
44

Applicazione

Prima di applicarla, rimuovete tutta la polvere situata sulla cera con l'aiuto di un panno di cotone, rigorosamente pulito. A questo punto, prelevate un pizzico di prodotto e strofinatelo leggermente sulla superficie interessata. Effettuate sempre movimenti circolari, e aiutatevi con uno strofinaccio di daino. Non dimenticatevi di seguire le venature se volete usarla per lucidare un pavimento in legno. Al termine di questa operazione, fatela asciugare al meglio e date una seconda mano, se serve. Conservate sempre la cera in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta e da ogni fonte di calore. In caso contrario, essa perderebbe efficacia e tenderebbe a diventare troppo oleosa. La cera confezionata in casa resta efficiente per tre mesi. Dopo questo arco di tempo, dovrete realizzarne un'altra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire un vecchio dipinto ad olio

Come vedremo insieme nei pochi passi di questo tutorial, nonostante possa sembrare difficile, effettuare lavori di pulizia e manutenzione di alcuni oggetti in apparenza complessi, come ad esempio un vecchio dipinto ad olio, è in realtà un lavoro semplice...
Arredamento

Come decorare la casa per capodanno

Trascorrere il capodanno in famiglia è una tradizione rispettata da tutti. Ma per far sì che la festa soddisfi tutti gli ospiti, occorre organizzarla con attenzione, soffermandovi soprattutto sulla cura dei dettagli. Gli elementi assolutamente da non...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in fibra di carbonio

Un mobile in fibra di carbonio presenta un aspetto molto distinto, in quanto la natura di questo tipo di materiale, riflette la luce in modo unico, dando un look di contrasto con le altre parti verniciate del mobile. Se le parti in fibra di carbonio...
Pulizia della Casa

Come fare un lucidante per i mobili

La pulizia della propria casa è un processo che spesso richiede molto tempo e molta fatica. Spesso si nascondono tantissime insidie e ostacoli che possono minare in un certo qual modo l'obiettivo finale, ovvero una casa pulita e linda. Per la pulizia...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili in legno

Il legno è un materiale naturale, proprio per questo necessita di essere nutrito e lucidato a dovere a seconda della tipologia e dell'uso. Alcuni tipi di mobili e la loro relativa lavorazione richiedono maggiori cure rispetto ad altri. Per esempio, nel...
Pulizia della Casa

Come lucidare i pavimenti in cemento

I pavimenti in cemento sono abbastanza utilizzati in campo edile. Infatti, sono impiegati sia per usi commerciali che per lastricare piazzali, terrazzi e superfici. Grazie alla lucidatura la pavimentazione è elegante ed allo stesso tempo pratica. I...
Pulizia della Casa

Come lucidare i pavimenti in linoleum

Il linoleum è un tipo di pavimentazione composto da materie prime di origine naturale, il suo nome deriva dal fatto che per produrlo viene utilizzato l'olio di lino. È spesso confuso con i pavimenti vinilici o in gomma, viene utilizzato soprattutto...
Pulizia della Casa

Come usare la trementina per la pulizia dei mobili antichi

Quando si decide di restaurare un vecchio mobile, è possibile distinguere principalmente 2 tipologie di pulizia: quella che solitamente si esegue all'inizio, quando il mobile dimenticato in mansarda o nella cantina per un lungo periodo, è adesso pieno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.