Come realizzare l'Intonaco per l'affresco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La tecnica dell'affresco non è una semplice pittura su muro, ma un procedimento pittorico che richiede una preparazione specifica dell'intonaco. Su questo, andremo poi ad applicare il colore, fino a quando non si fonderà letteralmente in esso. A tal proposito, in questa guida, vi spiegherò come realizzare l'intonaco per l'affresco. Procediamo!

26

Occorrente

  • supporto in muratura
  • calce
  • sabbia di fiume
  • acqua
  • cazzuola
  • tavoletta per lisciare l'intonaco
36

Anzitutto, la preparazione dell'intonaco per l'affresco è una fase importantissima, e va realizzata in diversi stadi. Il muro su cui andrete a stendere il primo strato di intonaco, il cosiddetto "arricciato", dovrà essere privo di umidità, oltre che sufficientemente poroso ed irregolare per ben trattenere l'impasto di calce e di sabbia che vi applicherete. Buona regola, è pulirlo con la varechina per rimuovere eventuali tracce di muffa, per poi sciacquarlo bene con l'acqua. L'arricciato dovrà essere di struttura grossolana ed andrà preparato con sabbia di fiume e calce in acqua, dopodiché andrà steso in strato di almeno un centimetro. La proporzione tra calce e sabbia dovrà essere circa di 1 a 2, cioè una di calce e due di sabbia.

46

Una volta ultimato l'arricciato (senza aspettare che quest'ultimo si asciughi del tutto) procedete stendendo un secondo strato molto più sottile, l'intonaco vero e proprio, anch'esso composto di sabbia (più fine) e calce. Lo spessore dovrà essere assai minore rispetto al primo strato, basteranno pochi millimetri. Su questo secondo strato, andrete a ricalcare il disegno per poi passare a dipingere, quindi sarà preferibile renderlo il più possibile liscio, sia per l'esecuzione pittorica, sia per la sua conservazione nel tempo. Per fare ciò, utilizzate sia la cazzuola che il frattazzo.

Continua la lettura
56

Oltre a ciò, sarà importante tenere presente che dovrete applicare l'intonaco finale a settori, vale a dire solo per quel tanto di superficie che sarete sicuri di poter dipingere nell'arco della giornata, perché non dovrà assolutamente asciugarsi fino a quando non apporrete i colori. Chiaramente, il tempo di essiccazione dell'intonaco è sottoposto a tante variabili, come ad esempio la temperatura esterna e l'umidità dell'aria. Non importa affrescare un'intera parete per sperimentare questa tecnica, sarà consigliabile provare con un piccolo settore, tipo una nicchia o una sezione di muro. Meglio ancora, provate a realizzare una piastrella in muratura di piccola dimensione su cui sperimentare i due tipi di intonaco, per poi procedere con il disegno e la pittura. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come eliminare le crepe nell'intonaco

Una crepa sul muro è davvero un incubo per chi adora il design della sua casa ed è sempre attento all'ambiente in cui vive. Immaginate un bel living spazioso e luminoso, solcato da una tenebrosa crepa sul muro, proprio un pugno nell'occhio. Rimuovere...
Ristrutturazione

Come rivestire le pareti con effetto intonaco invecchiato

Quando si sceglie di sperimentare la tinteggiatura fai da te è sicuramente stimolante tentare la realizzazione di nuove tecniche di pittura. L'effetto "antico" che avete visto in alcuni interni vi ha particolarmente incuriosito? Vorreste cambiare l'aspetto...
Ristrutturazione

Come riparare l'intonaco staccato dalle pareti

Desideri rinnovare l'aspetto della tua casa dando una bella rinfrescata alle pareti ma ti ritrovi con il classico inconveniente dell'intonaco staccato per via delle sollecitazioni a cui è esposto e degli sbalzi di temperatura quali l'umidità?Con questa...
Ristrutturazione

Come intonacare le pareti esterne

Molto spesso le pareti di un giardino o di un terrazzo, diventano scure, rovinate e lesionate, a causa di diversi fattorie e l'intonaco può facilmente staccarsi. Le intemperie (pioggia, grandine, vento, ecc.) ad esempio, possono rovinare l'intonaco di...
Ristrutturazione

Come eliminare le crepe dai muri

Spesso in una casa si presentano delle crepe sui muri, dovuti a cedimenti piccoli della struttura, oppure all'umidità, ma talvolta può dipendere anche da intonaci fatiscenti. Usando materiali adatti come cemento, calce e malta, gli interventi di riparazione...
Ristrutturazione

Pareti: come decorare l'intonaco

Quando si eseguono dei lavori di ristrutturazione in casa propria, si spera sempre che vengano realizzati nel migliore dei modi. Le pareti, infatti, devono essere eleganti, accoglienti e dare l'idea dello stile della casa che circondano. Esistono moltissimi...
Ristrutturazione

Come ristrutturare gli intonaci di un rustico

Un rustico è un tipo di casa molto particolare. Riprende i motivi rurali, con facciate in pietra e grosse travi visibili. Nel territorio italiano ci sono molte case di questo tipo, per lo più disperse nelle campagne e tutte molto antiche. Questo tipo...
Ristrutturazione

Consigli per la rimozione dell'intonaco vecchio

Ristrutturare e "rinfrescare" un po' la propria casa è un lavoro per mani esperte. Alcuni interventi particolarmente invasivi richiedono esperienza e competenza. Altri, invece, sono praticabili anche da persone meno ferrate in edilizia. Alcuni edifici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.