Come raccogliere e conservare i semi degli ortaggi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avere un orto casalingo permette di alimentarsi con frutta e verdura controllata e priva di sostanze chimiche. Nella seguente guida infatti, attraverso una serie di utili e semplici passaggi, vi illustrerò nella maniera più semplice e rapida possibile come raccogliere e conservare i semi di qualche tipo di ortaggio. La giusta procedura farà sì che abbiate sempre a disposizione sementi di ottima qualità per le nuove piantagioni. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • barattoli di vetro ermetici
  • un coltellino
36

Raccogliere i semi

Come prima cosa, se nel vostro orto vi sono degli ibridi, ovvero incroci tra due o più varietà di ortaggi o frutta, non perdete tempo per la raccolta dei semi, in quanto otterreste solamente una cattiva moltiplicazione. Per quanto riguarda tutte le altre tipologie naturali di frutta e verdura, potete tranquillamente raccogliere i loro semi solo quando le piantine sono giunte alla completa maturità. Gli ortaggi provvisti di inflorescenze, come la zucca, il cetriolo e i pomodori vanno prima raccolti e poi tagliati a metà, utilizzando un coltellino. Quando si saranno essiccati, estraete i semini al loro interno. I semi dei legumi, dei cetrioli e della zucca vanno fatti essiccare una seconda volta alla luce diretta del sole, all'interno di un barattolo di vetro.

46

Conservare i semi

Successivamente, trascorso questo lasso di tempo, conservateli in un luogo fresco e asciutto fino a quando non si saranno completamente induriti e ed essiccati. Questo passaggio impedirà che l'umidità intacchi le sementi durante il periodo invernali. I semini ricavati dai pomodori, dai peperoni, dalle melanzane e da tutti i loro discendenti, invece, vanno estratti direttamente dall'ortaggio essiccato e tagliato a metà. Non preoccupatevi se rimane un po' di polpa: servirà a mantenerli in vita più a lungo. Mettete i semi in una tazza o in una ciotola ed aggiungete 4 cm circa di acqua.

Continua la lettura
56

Scegliere il luogo adatto alla conservazione

In seguito, coprite per bene il contenitore con la pellicola trasparente e praticate in essa un paio di fori per permettere all'aria di circolare. Posizionate la ciotola su un davanzale o in una zona calda della vostra casa per 3-5 giorni. I semi e l'acqua inizieranno a fermentare, facendo in modo che vengano uccisi eventuali parassiti. Dovreste notare che alcuni semini si depositano sul fondo, mentre altri risalgono in superficie: saranno proprio questi ultimi che andrete a raccogliere. Filtrateli con un colino per eliminare il liquido in eccesso e fateli essiccare con il metodo spiegato precedentemente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se possibile, cercate di utilizzare i semi entro un anno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come scegliere gli attrezzi per l'orto

Curare il proprio orto è sempre buona norma, per poter così beneficiare di tutti i prodotti che esso può produrre. Per tenerlo sempre in ordine e per far crescere le varie piante e i frutti nel modo adeguato, occorre utilizzare gli utensili e gli attrezzi...
Economia Domestica

Come riciclare la zucca di Halloween

Anche quest'anno la festa di Halloween è ormai passata, e come ogni anno, avrete sicuramente riposto nell'armadio maschere, costumi e festoni che potrete riutilizzare l'anno prossimo, anche se i dolcetti e le caramelle raccolti dai bambini allieteranno...
Economia Domestica

5 ortaggi del mese di settembre

Settembre, inizia una nuova stagione e giunge il tempo di depurarsi dopo i piccoli "eccessi" dell'estate. Durante questo mese che ci conduce verso la stagione fredda, è anche necessario modificare la propria alimentazione. La frutta e gli ortaggi, si...
Economia Domestica

Come conservare la zucca

La zucca è un ortaggio che viene consumato soprattutto durante la stagione autunnale, quando le zucche vengono raccolte e possono essere gustate attraverso la preparazione di numerose e saporite ricette. Cotta al forno, fritta, preparata con una salsina...
Economia Domestica

Come conservare al meglio la zucca

La guida che andremo a sviluppare nei tre passi che seguiranno l'introduzione che state leggendo in questo momento, si occuperà di alimentazione e, per essere più specifici, di conservazione degli alimenti. Il titolo è molto preciso, in quanto vi spiegheremo...
Economia Domestica

Frutta e verdura di stagione di ottobre: cosa comprare

Per avere una dieta abbastanza sana è necessario sempre adottare un sistema alimentare corretto. È molto indicato ad esempio seguire sempre una dieta ricca di frutta e verdura di stagione, ed evitare la frutta fuori tempo che solitamente viene trattata...
Economia Domestica

Frutta e verdura di stagione: la spesa di Febbraio

Il rigido mese di Febbraio, dal Latino"februare", nel lontano calendario romano rappresentava il periodo dedicato ai riti di purificazione. Oggi queste antiche usanze sono ormai andate perdute e quasi dimenticata, eppure Febbraio potrebbe essere il mese...
Pulizia della Casa

Come profumare armadi e cassetti

Armadi e cassetti sono punti della casa che apriamo e riapriamo ogni giorno. Al loro interno mettiamo abiti di ogni genere, che indosseremo costantemente. Per entrambi i motivi può essere davvero sgradevole lasciare il tutto abbandonato a se stesso....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.