Come pulire velocemente lo scarico del lavandino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un lavandino con lo scarico intasato è un problema abbastanza comune nella maggior parte delle case. Non dovrebbe accadere troppo spesso, ma quando succede crea disagio in quanto l'acqua defluisce con lentezza o, nel peggiore dei casi, rimane nel lavandino. Il più delle volte, per risolvere tempestivamente il problema, si chiede l'intervento di un idraulico; Tuttavia, è possibile evitare di spendere soldi dal momento i cui si tratta di un'operazione relativamente semplice e alla portata di chiunque. Bastano infatti alcuni ingredienti naturali facilmente reperibili in cucina e qualche strumento di base. Vediamo allora come pulire velocemente lo scarico del lavandino.

26

Occorrente

  • stura lavandini
  • guanti di gomma
  • sale, bicarbonato, aceto
  • acqua calda
36

Prima di attendere che il lavandino si intasi in modo definitivo, il primo accorgimento da usare è un'ordinaria manutenzione, affinché gli scarichi siano sempre liberi. Ci si deve sempre premunire di un retino o un tappo per lo scarico, che serva da filtro e blocchi le impurità di dimensioni maggiori. Nel lavandino del bagno il pericolo sono i capelli, in quello della cucina i residui di cibo. Inoltre, sarebbe buona norma fare un lavaggio periodico, almeno una volta ogni due settimane, con del bicarbonato di sodio e abbondante acqua calda. Questo servirà a sciogliere gli accumuli di sporcizia prima che impediscano il normale passaggio dell'acqua.

46

Cosa fare però quando il lavandino è davvero otturato? Il primo metodo prevede semplicemente l'uso di olio di gomito. Ci si arma cioè dello stura lavandini, lo strumento a ventosa che si può trovare in commercio in ogni ferramenta, ma anche al supermercato, nel reparto casalinghi. Un piccolo accorgimento per far aderire meglio la ventosa è di spalmare un po' di vaselina sui suoi bordi; poi la si posiziona sullo scarico e si tira ripetutamente verso di sé, dopo aver dato una spinta verso il basso. Il movimento va eseguito 3-4 volte e poi si tira via la ventosa. In questo modo lo sporco salterà fuori. Potrebbe essere necessario ripetere più volte il passaggio.

Continua la lettura
56

Il secondo metodo consiste nel versare all'interno dello scarico alcune sostanze atte a rimuovere lo sporco intasato. Questo potrebbe anche essere un passo preliminare all'uso dello stura lavandini, nei casi più ostici; in altri casi potrebbe essere sufficiente a ripristinare la funzionalità dello scarico. Invece di ricorrere a sostanze chimiche, si possono usare prodotti presenti in casa. Molto efficace può essere un'emulsione di acqua calda, sale e aceto, oppure di sale e bicarbonato. In ogni caso è sempre utile far scorrere acqua bollente, che innesta la reazione chimica.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come pulire il sifone

Ci sarà sicuramente capitato, di trovare le tubazioni di scarico della nostra abitazione intasate da qualche oggetto caduto inavvertitamente nello scarico o da alcuni residui che con il tempo di sono accumulati causando l'ingorgo. In questi casi, generalmente...
Pulizia della Casa

Come eliminare cattivi odori dal lavandino

Tutti coloro che non possiedono una lavastoviglie e sono costretti a lavare i piatti a mano, nel lavandino, sicuramente avranno avuto a che fare con i i cattivi odori emanati dallo stesso. Questi sono nauseanti e possono essere causati da eventuali residui...
Pulizia della Casa

5 metodi per sturare scarichi e lavandini

A tutti noi è capitato, almeno una volta, di avere a che fare con uno scarico lento. Magari si entra in doccia e, durante un momento di puro relax, notiamo la formazione di un ristagno d'acqua, magari a causa dell'accumulo di capelli lungo il tubo. Oppure...
Pulizia della Casa

Come disgorgare i tubi intasati

Esistono in commercio numerose soluzioni per disgorgare chimicamente i tubi intasati. Se vuoi evitare di spendere denaro per comprare questi prodotti o se vuoi salvaguardare l'ambiente evitando di utilizzarli, leggi questa guida e scopri come ripulire...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Pulizia della Casa

Come sturare lo scarico in maniera ecologica

Malgrado tutte le migliori intenzioni, noi tutti facciamo cadere spesso negli scarichi forcine, fili interdentali, capelli e una varietà di altri corpi estranei che l'impianto stenta a digerire. Chi ha dei bambini sa quanto essi amino veder scomparire...
Pulizia della Casa

Come pulire il sifone di un lavandino

Ci sono diversi modi per pulire il sifone di un lavandino, in base al tipo di lavandino in esame. Se si tratta del lavello della cucina, l'intasamento è causato di solito da scarti alimentari che rallentano o addirittura bloccano il deflusso dell'acqua...
Ristrutturazione

Come intervenire sul sifone in ghisa del lavabo del bagno

Spesso capita che lo scarico del lavandino del bagno, non riesca a far defluire velocemente l'acqua, la causa potrebbe essere magari un'ostruzione dipendente da ammassi di capelli, residui di saponette o detersivi per la pulizia quotidiana o da quant'altro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.