Come pulire una stufa a kerosene

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se in casa abbiamo una stufa a kerosene, affinché funzioni sempre alla perfezione e non emani cattivo odore, è necessario periodicamente intervenire con delle importanti manutenzioni, che tra l'altro si rivelano fondamentali soprattutto dal punto di vista della sicurezza. A tale proposito ecco una guida, con alcuni consigli utili su come pulire accuratamente una stufa a kerosene.

25

Occorrente

  • Carta abrasiva
  • Spazzola di metallo
  • Alcool
  • Chiave a brugola
  • Cacciavite
35

La prima operazione da fare è un’accurata pulizia della camera di combustione, che va prima carteggiata e poi spazzolata sia in basso che sulle due pareti verticali, dove tra l'altro alloggiano i piccoli fori dell'aria. A lavoro ultimato un aspiratore del tipo che usiamo in tavola, può rivelarsi utile per estrarre tutto il pulviscolo generato dalle suddette azioni abrasive, a cui abbiamo sottoposto le pareti interne della stufa.

45

Fatto ciò, è inoltre importante pulire anche la presa dell’aria presente sul lato esterno della struttura, e dotata di una lamella che funge da chiusura automatica. Quest’ultima si compone di un piccolo contrappeso che deve essere sempre funzionale, quindi è opportuno verificare se ci sono intasamenti derivanti magari da fuliggine o ragnatele. A questo punto passiamo al carburatore, che si compone di un piccolo stoppino che di solito è ubicato in basso e dalla parte opposta, ovvero dove si trova il tubo di ingresso proveniente dal serbatoio che contiene il kerosene. Per pulirlo, basta svitare semplicemente un tappo con una chiave a brugola oppure con la lama di un coltello, agendo in tal caso di traverso. A questo punto la parte la possiamo smerigliare e sgrassare con dell’alcool, per poi riposizionarla nella sua calettatura. Prima di rimontare il carburatore è tuttavia consigliabile far scorrere qualche piccola goccia di kerosene dal serbatoio, e poi soffiare nel tubicino che è collegato alla camera di combustione, in modo da accertarsi che non sia ostruito.

Continua la lettura
55

Infine per completare il lavoro di manutenzione della nostra stufa a kerosene, è importante aggiungere che quando rimontiamo il suddetto carburatore e i due galleggianti annessi, vale la pena controllare il giusto livello del liquido interno, dopodiché non ci resta che fare le dovute prove di accensione. In tal modo possiamo constatare se il tutto funziona alla perfezione, e soprattutto se la stufa non emana più quell'intenso e a tratti sgradevole cattivo odore, tipico proprio di questo prodotto che com'è noto, è un derivato del petrolio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come detrarre l'acquisto di una stufa pellet dalla dichiarazione dei redditi

La stufa a pellets è un ottimo sistema di riscaldamento eco-sostenibile. Chi sceglie di acquistare una stufa o un camino a pellet, può fruire della detrazione dall’Irpef dal 50% al 65%. Grazie alle normative che permettono la detrazione fiscale sui...
Economia Domestica

Come accendere il fuoco in una stufa a legna

Le stufe a legna, come tutti sapete utilizzano il legno come combustibile. Esse possono essere realizzate in ghisa, in ceramica o in acciaio e possono diventare un vero e proprio oggetto di design. Attraverso il loro utilizzo si può ottenere una resa...
Pulizia della Casa

Come utilizzare la cenere della stufa o del camino

Se in casa abbiamo un caminetto o una stufa a legna, dobbiamo sapere che possiamo sfruttare il prodotto della combustione del legno o della carta come materiale di riciclo. Quindi, se abbiamo intenzione di riciclare la cenere che il nostro caminetto o...
Pulizia della Casa

5 errori da evitare nella pulizia della stufa a pellet

La primavera oramai ci ha raggiunti ed il caldo ci consente di sospendere l'uso del camino, caldaia o stufa che tanto si son dati da fare nel periodo invernale. Questo periodo di inattività favorisce il deposito di residui, che motivano una volta in...
Ristrutturazione

Come riscaldare la casa con la stufa a pellet

Le stufe a pellet sono dei particolari dispositivi utilizzati per riscaldare l'abitazione in alternativa al classico sistema a caldaia. Le stufe a pellet hanno un meccanismo molto simile alle stufe a legna ma utilizzano come combustibile il pellet ossia...
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro della stufa a pellet

L'installazione di una stufa a pellet produce molti vantaggi: pratici, economici ed indubbiamente ecologici. Infatti essa, pur possedendo l'efficacia e la funzione delle tipiche strutture a legna per riscaldamento, è meno inquinante. La stufa a pellet...
Pulizia della Casa

Come pulire una stufa a pellet

All'interno della propria abitazione, specialmente se è composta da ambienti particolarmente spaziosi, è piacevole che sia riscaldata. I più fortunati rimediano a questo problema utilizzando i termosifoni; con questi ultimi però si ha un consumo elevato...
Arredamento

Come coprire i tubi della stufa

Le stufe sono delle apparecchiature utilizzate per il riscaldamento degli ambienti domestici. Possono essere in ghisa, ceramica, acciaio o di altri materiali e sono alimentate da varie tipologie di combustibile. Le principali tipologie di stufe sono solitamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.