Come pulire una parete Shoji

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'arredamento giapponese è tendenzialmente minimalista, caratterizzato da elementi mobili, pareti e soluzioni tipiche di questo paese che è il Giappone. Tra queste troviamo le pareti Shoji. Veri e propri separè tipici della cultura giapponese, dalle linee e materiali più classici, realizzati con struttura portante in bambù o legno naturale, rifiniti internamente con dei rivestimenti realizzati in seta o carta di riso, quest'ultima ancora più delicata del tessuto. Le operazioni di manutenzione e pulizia dei pannelli richiedono, quindi delle accortezze particolari, onde evitare di rovinarli o romperli. Vediamo insieme attraverso gli utili suggerimenti di questa guida come pulire in modo corretto una parete Shoji.

26

Occorrente

  • Una T-shirt in cotone morbido o un panno in microfibra
  • un pennello soffice nuovo
  • aspirapolvere
  • un piumino (spolverino)
36

Prima di iniziare le operazioni di pulizia, ricordiamo che si sta per operare su degli elementi estremamente delicati, che andranno trattati con molta cautela per evitare danni tanto alle luci, quanto alla struttura; potrebbero insorgere lacerazioni o crepe della carta di riso o seta, macchie alle luci o alla cornice. Iniziare spolverando la superficie con un piumino di qualità in piume o lana d'agnello e, successivamente, anche il pannello passando gli angolini di tutti i riquadri. Aspirare delicatamente la struttura del legno del Shoji, applicando l'accessorio a spazzola specifico per imbottiture e tappezzeria. Infine, con un panno umido in microfibra si dovrà strofinare delicatamente le luci ed eliminare ogni traccia di sporco.

46

Se la parete si trova collocata in punti particolari, come vicino alla cucina, inevitabilmente raccoglierà grasso e sporcizia. In questo caso si dovrà evitare di ricorrere a spray, acqua, prodotti chimici od oleosi, che procurerebbero solo dei danni, esattamente come fibre e spugne di natura abrasiva. Per intervenire su macchie di caffè o altri liquidi, picchiettare immediatamente la zona con un panno assorbente umido, senza sfregare, ciò provocherebbe una maggior penetrazione della macchia. Lasciare asciugare all'aria senza intervenire con fonti di calore esterno.

Continua la lettura
56

Qualora le luci dei pannelli fossero rivestite in seta si potrà usare del sapone liquido molto delicato idoneo per questo tessuto. Per eliminare le macchie presenti sulla struttura è consigliabile utilizzare un panno pulito inumidito che andrà strizzato bene per rimuover l'eccesso di acqua. Passarlo sulle macchie delicatamente e lasciar asciugare all'aria. Non utilizzare mai il sapone per pulire il legno o il bambù, potrebbe causare delle macchie sulle luci. Le operazioni di pulizia andranno ripetute a cadenza regolare ogni 3 mesi, avendo l'accortezza però di spolverare le luci ogni settimana in modo che la polvere non si annidi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare una camera da letto Zen

La camera da letto deve trasmettere armonia e serenità. Non a caso, è un luogo adibito al riposo di corpo e mente. A tale scopo, l'arredamento e la tinteggiatura delle pareti giocano un ruolo fondamentale. Se vuoi rinnovare la stanza, crea uno spazio...
Arredamento

Come arredare una stanza in stile zen

Lo stile zen, nell'ambito dell'arredamento, si manifesta attraverso una serie di scelte che portano le stanze ad essere in armonia con l'ambiente, favorendo il rilassamento di chi vi risiede. Ordine geometrico, linearità, forme pulite sono esempi di...
Ristrutturazione

Come utilizzare le pareti divisorie mobili

Al giorno d'oggi, le moderne tecniche di arredo, propongono tantissime soluzioni atte a massimizzare gli spazi relativamente piccoli di ambienti domestici e di uffici. Si tratta delle cosiddette pareti divisorie mobili, che come si evince dalla definizione,...
Arredamento

Come arredare il soggiorno in stile giapponese

Lo stile giapponese si contraddistingue per l'utilizzo di materiali naturali come il legno di ciliegio o di bambù. Si cerca di scegliere colori, forme e materiali dell'arredamento seguendo gli elementi della linea delle energie come acqua, legno, fuoco,...
Arredamento

Come arredare il bagno in stile giapponese

La casa è il nostro nido. Un posto caldo ed accogliente per trascorrere le giornate da soli o in compagnia. Nello specifico, il bagno è un ambiente rilassante e distensivo. Lo stile giapponese unisce la tradizione alle filosofie orientali. Lo spazio,...
Arredamento

Come arredare una camera da letto giapponese low cost

Nonostante possa sembrare uno stile di arredamento bizzarro e fuori dal comune, arredare una camera da letto in perfetto stile giapponese è in realtà un'idea originale e fantasiosa, basta infatti un minimo di fantasia per regalare alla stanza da letto...
Esterni

Come arredare il giardino in stile giapponese

Le case con giardino hanno sempre avuto una marcia in più rispetto alle altre per la presenza di spazi verdi più o meno grandi. Un bel giardino concorre ad abbellire l'abitazione perché ne rappresenta l'estensione a tutti gli effetti. Se amate in particolr...
Arredamento

Come arredare la casa in stile giapponese

Arredare la casa secondo il gusto personale significa manifestare il desiderio di esprimere se stessi, per far trasparire la propria personalità. Sicuramente la moda ha un ruolo fondamentale e, qualora desideriate seguirla per restare in linea con i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.