Come pulire una cappa di acciao

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le cappe di acciaio si presentano di diversi modelli, ed offrono funzionalità e decorazione all'ambiente cucina. Questi tipi di apparecchi sono collegati al soffitto con un cavo d'acciaio oppure possono essere murati; inoltre esistono anche dei modelli dipinti a mano o decorati con vernici specifiche. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni utili consigli su come pulire una cappa di acciao.

25

Occorrente

  • Olio paglierino
  • Aceto bianco
  • Succo di limone
  • Bicarbonato di sodio
  • Sale
  • Soda
  • Glicerina
  • Citrato di sodio
  • Panno morbido
  • Spugna
35

Usare l'aceto bianco

Le cappe di acciaio vanno pulite ogni giorno con un panno leggermente imbevuto di olio paglierino, mentre per rimuovere eventuali piccole macchie presenti, è possibile utilizzare dell'alcool. In tal caso, immergete un batuffolo di cotone nell'alcool e strofinatelo sulle macchie. Inoltre, potete utilizzare anche l'aceto, e ciò serve soprattutto per eliminare il grasso che vi si addensa sulla superficie interna ed esterna, a seguito della cottura dei cibi specie quando si tratta di quelli fritti.

45

Realizzare una pasta abrasiva

Un altro ottimo modo per pulire efficacemente una cappa di acciaio, consiste nel realizzare in casa una pasta leggermente abrasiva miscelando del succo di limone e del bicarbonato di sodio. Una volta pronto, il composto potete applicarlo direttamente sulla superficie della cappa e lasciarlo asciugare prima di sciacquarla. Un altro rimedio consiste invece nell'applicazione del limone direttamente sulla superficie della cappa, dopodichè lasciatelo in posa per circa cinque minuti, e poi utilizzate una spugna leggermente abrasiva. Per rendere la procedura ancora più efficace, si può anche cospargere sulla superficie della cappa un mix a base di sale grosso e dello stesso succo di limone, dopodichè si strofina energicamente in modo da rimuovere ogni traccia di sporco.

Continua la lettura
55

Creare una soluzione detergente

È possibile inoltre lavare le cappe di acciaio, creando una soluzione detergente fai da te composta nello specifico da alcool, bicarbonato di sodio ed acqua. Quest'ultima è preferibile usarla distillata, in modo che non rilasci dell'antiestetico calcare. Per un lavaggio ancora più incisivo, utilizzate invece una sostanza come ad esempio della glicerina per mani diluita in acqua calda, citrato ed un po' di bicarbonato di sodio, dopodichè miscelate tutti gli ingredienti, fin quando non si viene a creare una sorta di pasta abbastanza granulosa. Alla fine stendetela sulla cappa, e lasciatela seccare per una buona mezz'ora. Quando ciò avviene, asportatela prima con un panno leggermente umido o con una spugna, e poi lucidatela con uno di lana o in microfibra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come usare al meglio la cappa della cucina

La cappa della cucina viene posizionata sopra il fornello e il suo scopo principale è quello di eliminare i fumi, gli odori e il vapore prodotti dalla cottura dei cibi. Di norma, viene acquistata al momento in cui si compra la cucina ed è abbinata all'arredamento....
Pulizia della Casa

Manutenzione e pulizia della cappa

Come tutti ben sappiamo, la cappa è un elettrodomestico moderno che è stato ideato e progettato per andare a catturare gli odori ed i vapori/gas che si vanno a produrre in cucina, durante la preparazione dei pasti. In particolar modo, a seguito della...
Economia Domestica

Come montare la cappa

La cappa, in cucina, è essenziale in quanto aspira il fumo grazie ad una ventola e al filtro. Di solito, possiamo trovarle in vendita con il fornello, altre volte si devono acquistare a parte. Perciò, occorre sapere come installarla. Naturalmente, la...
Pulizia della Casa

Come pulire i filtri della cappa

Per evitare fastidiosi odori in cucina ed il proliferare di germi e batteri si raccomanda di pulire i filtri della cappa da cucina con una frequenza almeno trimestrale.La pulizia dei filtri è importante anche per far convogliare il fumo generato dalla...
Arredamento

10 Idee per arredare una cucina a vista

Una cucina a vista deve essere essenziale e funzionale, senza tuttavia rinunciare all'eleganza. E poi vi è la necessità di sfruttare al meglio tutti gli spazi. A tal proposito diventano quindi molto importanti i materiali da utilizzare e soprattutto...
Pulizia della Casa

Come pulire la cappa di un camino

Oggi vedremo in tale articolo come pulire la cappa di un camino. Essi sono funzionali, eleganti ed anche un piacevole elemento di design. Possono essere costruiti in diverse modalità, quali: in marmo, in muratura, in cemento ma anche in mattoni, insomma...
Pulizia della Casa

Come pulire a vapore la cappa della cucina

Spesso lo sporco che si acccumula nella cappa della cucina, può rivelarsi un arduo nemico da rimuovere. Attraverso però l'utilizzo di un metodo, come quello a vapore, possiamo andare a pulire a fondo senza eccessiva fatica. Inoltre, il vapore sfrutta...
Pulizia della Casa

Come pulire la cappa aspirante della cucina

Le cucine in uso nelle nostre case hanno in genere in dotazione una cappa, posta sopra al piano cottura, che ha la funzione di aspirare fumi e odori prodotti durante la cottura dei cibi. Quando puliamo la cucina, molto spesso ci dimentichiamo della cappa,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.