Come pulire un controsoffitto in quarzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se la nostra casa è stata restaurata e rifinita con della vernice al quarzo, è importante sapere che ci sono diverse tecniche molto funzionali per pulire le parti che si imbrattano a seguito di schizzi o di pedate. Un controsoffitto invece tendenzialmente si ingiallisce o accumula polvere, per cui dovendolo pulire, è necessario utilizzare prodotti appropriati, tenendo conto che essendo lucido i difetti si notano maggiormente. In riferimento a ciò, nei passi successivi, vediamo come pulire un controsoffitto in quarzo.

25

Occorrente

  • Talco
  • Solvente acrilico
  • Panno bianco
  • Piumino per i vetri
  • Scopa
35

Se il controsoffitto presenta soltanto delle ragnatele oppure qualche moscerino rimasto attaccato sulla superficie, è sufficiente utilizzare un piumino specifico per pulire i vetri delle finestre, quindi dotato di un'asta telescopica. Per massimizzare il risultato, possiamo bagnarlo leggermente con dell'acqua pulita, e poi provvedere ad asciugare la parte, appoggiando sull'asta un panno bianco.

45

Se invece il controsoffitto in quarzo risulta sensibilmente danneggiato come ad esempio ingiallito sui contorni di una plafoniera o di uno o più faretti, ovvero un fenomeno molto frequente specie se si usano luci forti, per evitare di tinteggiarlo ex novo, possiamo intervenire con un prodotto chimico. Nello specifico si tratta di utilizzare del solvente acrilico ideale proprio per le vernici murali, oppure in alternativa usare quello per rimuovere lo smalto dalle unghie. L'operazione va tuttavia fatta con cautela, poiché l'eccesso potrebbe togliere le impurità, ma nel contempo asportare gran parte della vernice, rendendo decisamente antiestetico tutto il contesto. Un batuffolo di ovatta inserito sulla punta di una scopa o di una canna di bambù, ci consente di intervenire sulla parte interessata da questo fastidioso alone giallastro.

Continua la lettura
55

Il quarzo lucido in genere si preferisce a tutti gli altri tipi di vernice murale, poiché è lavabile e quindi facile da pulire. Gli aloni o soltanto della polvere a granuli accumulatasi nel periodo estivo quando tendenzialmente le finestre sono aperte, si possono rimuovere utilizzando semplicemente un panno bianco (non colorato perché tinge), bagnato in abbondante acqua. Una volta rimossa la polvere ed eventuali altre impurità, con una scopa pulita opportunamente ricoperta di talco, strofiniamo sulla controsoffittatura. Trascorsa un'oretta circa sempre con la scopa, provvediamo a rimuovere i residui di talco, e a goderci il controsoffitto in quarzo di nuovo pulito e splendente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Consigli per lucidare un controsoffitto in steatite

La scelta del soffitto di una casa non è affatto semplice. Infatti esistono tantissime soluzioni in commercio, a seconda delle esigenze. Una delle scelte più diffuse è quella di costruire una superficie piana per ridurre l'altezza dal pavimento. Questa...
Ristrutturazione

Come realizzare un controsoffitto con faretti

Nel campo dell'architettura e della progettazione negli ultimi anni, i controsoffitti e i faretti a led sono diventati ormai elementi onnipresenti nelle case. Molto spesso un controsoffitto con faretti si presenta come valida alternativa per l'illuminazione...
Ristrutturazione

Come impermeabilizzare un controsoffitto in legno

Se in casa o in ufficio avete realizzato un controsoffitto in legno ed intendete renderlo impermeabile, potete usare alcuni materiali che si rivelano molto funzionali. Nello specifico si tratta di vernici, stucchi e pannelli, questi ultimi di polistirolo...
Arredamento

Come creare un controsoffitto con LED

Un soffitto stellato crea un effetto romantico e delicato in qualunque camera da letto. L'utilizzo di luci a LED, che hanno una lunga durata ed emanano solo una piccolissima quantità di calore, possono trasformare un semplice soffitto in un cielo stellato....
Ristrutturazione

Come installare i faretti nel controsoffitto

I faretti sono dei tipi di illuminazione molto piccoli, che consentono di risparmiare spazio e di dare un ottima illuminazione sia ad un appartamento che ad ambienti esterni. Oltretutto, sono presenti in commercio anche con i led, che danno illuminazioni...
Ristrutturazione

Come realizzare un controsoffitto isolante

I modi per isolare un soffitto sono davvero tantissimi. In commercio troviamo tantissimi materiali molto adatti a questo scopo. Uno dei più utilizzati per ogni tipo di edificio è il cartongesso. Grazie alla sua struttura e alla sua composizione, permette...
Arredamento

Come sistemare le luci nel controsoffitto

Il sistema di illuminazione della nostra casa è un elemento importante per dare un tocco personale agli ambienti, proprio come il resto dell'arredamento. Creare un controsoffitto per sistemare un'illuminazione led è un'idea molto bella e anche, sul...
Ristrutturazione

Come impermeabilizzare un controsoffitto in cartongesso

Se nella nostra casa abbiamo optato la realizzazione di un controsoffitto in cartongesso ed intendiamo impermeabilizzarlo, l'operazione va fatta prima della posa definitiva, Tale accorgimento serve allo scopo di rendere la superficie del cartongesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.