Come pulire un bollitore elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Esistono moltissimi elettrodomestici utili all'interno di una casa, e il bollitore elettrico è uno di questi. Molto spesso usato per riscaldare l'acqua e poter così fare dei buoni tè o anche per altri usi. Ma alcune volte per far si che continui a funzionare nella maniera corretta occorre un po' di pulizia. Il bollitore elettrico è un elettrodomestico davvero molto utile, soprattutto per chi ama farsi tisane oppure tè. Si tratta di uno strumento che consente di scaldare l'acqua utilizzando la corrente elettrica piuttosto che il gas dei fornelli. Se lo si possiede, vediamo insieme come si può pulire un bollitore elettrico con estrema facilità, attraverso pochi e semplici passaggi. Mettiamoci quindi all'opera.

27

Occorrente

  • Aceto bianco.
  • Acido citrico.
37

Innanzitutto, bisogna dire che il bollitore solitamente deve essere ripulito dal calcare che vi si forma all'interno. Essendo sempre a contatto con l'acqua e portandola a varie temperature, è normale che esso si riempia di questa sostanza. Rimuoverla significa tenere sempre pulito il bollitore, risparmiare energia perché la resa sarà migliore, aumentare la vita dello strumento e ridurre il rischio di rotture.

47

Per la pulizia del bollitore è necessario utilizzare dell'aceto bianco. Questo solo se si vuole utilizzare un prodotto naturale piuttosto che acquistare prodotti appositi creati chimicamente. Come prima cosa, bisogna riempire d'acqua lo strumento per tre quarti. Successivamente, lo si deve collegare alla corrente e portare ad ebollizione. Una volta raggiunta la temperatura, vi si deve aggiungere dell'aceto bianco fino ad arrivare al livello massimo.

Continua la lettura
57

Si deve lasciare la soluzione all'interno del bollitore elettrico per l'intera notte, al fine di farlo agire in maniera più profonda. La mattina seguente, si può svuotare e risciacquare in maniera molto attenta e accurata. In seguito, si deve riempire solamente di acqua e riportarlo di nuovo in ebollizione. Una volta raggiunta la temperatura, si deve svuotare e lavare con acqua pulita.

67

La pulizia deve essere ripetuta fin quando il calcare non è completamente scomparso all'interno del bollitore. Generalmente, questa procedura deve essere svolta ogni 3 mesi. Essi sono adatti solamente se si utilizza un tipo di acqua dolce. Nel caso in cui si utilizzasse un tipo di acqua molto dura, perciò più calcarea, è bene pulire l'attrezzo ogni mese per una volta.

77

Questi sono i passi da seguire per pulire al meglio un bollitore elettrico. Non si dovrebbe mai sottovalutare questa procedura sia per una questione di igiene e di salute che per il corretto funzionamento dell'apparecchio. Se si dovessero avere dei problemi con l'aceto bianco, esso può essere benissimo sostituito con dell'acido citrico oppure dei prodotti appositi studiati contro il calcare.
Come potete vedere pulire un bollitore elettrico non è così difficile, basterà seguire le istruzioni di questa guida per fare tutto al meglio e velocemente. Non mi resta quindi che augurare buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimuovere il calcare dal bollitore

L'acqua che scorre dai rubinetti delle nostre case è ricca di bicarbonato di calcio. Per reazione chimica, questa sostanza si tramuta in carbonato e tende a depositarsi sulle superfici.Nel caso di un bollitore, che spesso utilizziamo per scaldare il...
Pulizia della Casa

Come decalcificare un bollitore elettrico

La maggior parte delle persone che iniziano ad utilizzare i bollitori elettrici, presto ne diventano quasi dipendenti poiché i liquidi bollono molto più velocemente e il suo utilizzo è alquanto semplice e alla portata di tutti. Inoltre, si ritiene...
Pulizia della Casa

Come pulire il bollitore

Il bollitore è un elettrodomestico che permette di avere sempre a disposizione acqua calda. Consente di preparare in poco tempo tè, tisane e bevande calde di vario genere. Chi lo usa regolarmente e con una certa frequenza, sa bene con quanta velocità...
Pulizia della Casa

Come pulire un bollitore in plastica

Senza dubbio, tenere in casa un bollitore può tornare davvero utile. Infatti portare a ebollizione dell'acqua con un bollitore è molto più facile che farlo con una comune pentola. C'è da dire che questi accessori molto funzionali, con l'andar del...
Economia Domestica

Come utilizzare un bollitore elettrico

Il bollitore elettrico è un contenitore generalmente in plastica o acciaio, con all'interno una resistenza che riscalda l'acqua portandola ad ebollizione. È costituito da una brocca con coperchio incernierato che si appoggia su una base che gli dà...
Pulizia della Casa

Come togliere le tracce di calcare

I numerosi utensili usati in cucina, metallici e non, e anche altri oggetti come vasi, sottovasi ecc., stando a contatto con l'acqua per un lungo tempo, tendono purtroppo a macchiarsi a causa del calcare contenuto in quest'ultima. A volte, anche i prodotti...
Economia Domestica

Come riciclare le bucce di frutta e verdura per la pulizia della casa

Quando mangiate la frutta oppure delle verdure, non vi conviene buttare le bucce; infatti, è importante sapere che entrambe si possono riciclare per la pulizia della casa. Se l'argomento vi interessa, allora il consiglio è di leggere i passi successivi...
Pulizia della Casa

Come decalcificare la caffettiera

Macinato, a cialde o a capsule: ciascuno ha le proprie preferenze in materia di caffè. Per molte persone, la caffettiera è l'apparecchio più utilizzato della casa anche se, nel corso del tempo, quel ricco sapore naturale scompare gradualmente, lasciando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.