Come pulire mobili di ebano, ferro, formica e frassino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Per poter proteggere e far brillare gli arredi senza fatica bisogna utilizzare prodotti specifici. Però, non sempre il risultato è soddisfacente specialmente se i mobili sono intarsiati. Infatti, la polvere si deposita in punti che sono difficilmente raggiungibili. La polvere resta sui mobili fino a quando non si interviene con "olio di gomito". Leggendo questo tutorial si hanno alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile pulire mobili di ebano, ferro, formica e frassino, con trattamenti accurati e specifici in base al tipo di materiale.

25

L'ebano è un legno duro di colore scuro incline al nero. Per mantenere i mobili di ebano in salute si devono spolverare a fondo. La polvere si deposita negli intarsi e si deve prelevare utilizzando un pennellino dalle setole morbide. Successivamente si deve passare sul legno un panno imbevuto di olio di lino. Alla fine del lavoro si deve passare un panno di flanella per raccogliere i residui di olio in eccesso e completare la lucidatura. Lo stesso procedimento può essere effettuato anche per trattare i mobili in ferro battuto. In questo caso però è necessario passare un panno imbevuto di petrolio per evitare che si forma della ruggine.

35

Per i mobili in ferro verniciato bisogna utilizzare acqua e detersivo delicato. In seguito si deve sciacquare ed asciugare con un panno di cotone. La pulizia di questi mobili è abbastanza delicata per cui non è opportuno utilizzare prodotti abrasivi che possono scalfire la vernice. I mobili rivestiti di formica si devono lavare con acqua e sapone oppure con mezzo limone; poi, si devono sciacquare ed asciugare. Per le superfici in laminato plastico è consigliabile una miscela composta da 1 l d'acqua, 1 cucchiaio di ammoniaca e qualche goccia di liquido per i vetri. Poi, si deve prendere uno straccio pulito, immergere nel secchio con la miscela, strizzare e passarlo sui mobili. Subito dopo si deve fare l'asciugatura con uno straccio pulito.

Continua la lettura
45

A volte in casa si provocano involontariamente dei "danni"; a farne le spese generalmente è il piano del tavolo. Se esso viene danneggiato con il ferro da stiro è necessario spalmare la zona con olio; successivamente bisogna far assorbire la sostanza oleosa e poi lucidare con un panno di lana. Se i mobili sono in frassino, si spolverano e poi si trattano con la pelle scamosciata appena inumidita e ben strizzata. Eventuali macchie d'inchiostro si devono eliminare con aceto bianco.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • utilizzare prodotti specifici per ogni tipo di materiale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come riparare una sedia in formica

Come vedremo nel corso di questa guida, con un po' di impegno e una minima dose di dimestichezza con i lavori manuali di ristrutturazione, è possibile effettuare autonomamente la ristrutturazione di certi oggetti apparentemente difficili da restaurare,...
Arredamento

Come dipingere e decorare un vecchio mobile in formica

Nel corso di questa guida, come vedremo, verranno forniti una serie di consigli utili su come dipingere e decorare correttamente un vecchio mobile in formica, senza investire cifre economiche elevate (un mobile in formica è un oggetto molto particolare,...
Arredamento

Come arredare casa con i legni chiari

Il legno è un materiale molto resistente e particolarmente apprezzato per arredare la propria casa. Infatti, esso si adatta adeguatamente a tutti gli ambienti e a tutti gli stili, da quelli più tradizionali a quelli più moderni. Il colore del legno...
Arredamento

Come scegliere il legno dei mobili

Il legno e i suoi derivati sono i materiali più usati per fare i mobili, per cui in commercio si trova di tutto, anche oggetti apparentemente belli e resistenti, che però sono ottenuti con impasti e miscele di varietà più o meno scadente. Il prezzo...
Arredamento

Arredare con il frassino

Il frassino risulta essere precisamente un legno estremamente particolare e delicato, in genere si sceglie per arredare uno stile nordico e con moderne soluzioni lontane. Di certo, la scelta più veloce e semplice per ottenere l'arredamento che maggiormente...
Pulizia della Casa

Olio per manutenzione del legno di frassino

Il legno di frassino presenta delle qualità che permettono il suo impiego in diversi settori. Si tratta, infatti, di un tipo di legname molto resistente e allo stesso tempo flessibile e leggero. Il suo colore è relativamente chiaro (oscilla tra biondo...
Arredamento

Come Riconoscere Mobili In Stile Luigi Tredicesimo

Luigi tredicesimo di Borbone, denominato anche "il Giusto", fu re di Francia e di Navarra dal 1610 al 1643, anno della sua morte. Oltre ad essere un importante personaggio storico e a far parte del celebre romanzo di Alexandre Dumas "I tre moschettieri"...
Pulizia della Casa

Come pulire i pensili della cucina

La cucina, da sempre, è un ambiente sacro. È il luogo dove tutta la famiglia si riunisce dopo una dura giornata di lavoro e la scuola. Ospita anche egregiamente informali cene con gli amici ed i parenti più stretti. Sui piani di lavoro ed i fornelli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.