Come Pulire Le Posate Di Alpacca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

L'alpacca è una particolare lega metallica (rame, nickel e zinco), comunemente chiamata argento tedesco o argentone. Questa lega presenta delle ottime caratteristiche di resistenza alla corrosione e, soprattutto la presenza di nichel le conferisce un aspetto abbastanza simile all'argento. Comunemente viene utilizzata per realizzare posate, oltre che monete. Tuttavia oggi viene anche utilizzata nell'industria elettromeccanica. Questa guida vi mostrerà passo dopo passo come procedere per pulire le vostre posate di alpacca e, renderle lucide.

27

Occorrente

  • pelle di daino, bicarbonato di calcio, allume, cremor di tartaro
37

È comunque consigliabile per pulire il vostro servizio di posate di alpacca, lavarle sempre a mano, utilizzando un detergente neutro. Ricordate di non metterle mai in lavastoviglie: tenderanno altrimenti ad ingiallire a causa dei detergenti molto più aggressivi, rispetto a quelli per lavare i piatti a mano. Tuttavia per poter mantenere le vostre posate sempre lucide sarà necessario utilizzare uno dei tanti prodotti in commercio che servono per la pulizia e lucidatura degli oggetti in silver plated o argento. Tuttavia qualora non vogliate spendere troppi soldi per l'acquisto di prodotti chimici, potrete creare da sole un miscuglio che vi aiuterà sicuramente nella pulizia del vostro servizio.

47

Per la preparazione del composto vi basterà miscelare insieme l'allume, il carbonato di calcio e il cremor di tartaro, un lievitante naturale. Quest'ultimo lo potrete acquistare in una comune farmacia o, in alternativa, in un supermarket o in un negozio che fornisce le pasticcerie. Per il carbonato di calcio, invece, rivolgetevi ad un farmacista. Una volta creata la vostra pasta per pulire l'alpacca non dovrete far altro che passarla sulle posate con l'aiuto di un panno morbido. Lasciate agire per qualche minuto, fino a quando la pasta non si sarà completamente asciugata.

Continua la lettura
57

Ora, immergete le posate in una bacinella di acqua e sciacquatele con cura. Subito dopo, asciugate tutte le posate molto bene. A questo punto strofinate ogni posata con la pelle di daino o con un panno similare che, potrete comprare tranquillamente al supermercato. La pelle di daino darà alle vostre posate di alpacca un effetto lucido e brillante.

67

Un ultimo accorgimento che potreste utilizzare per mantenere pulite il vostro servizio di alpacca è quello di tenere le posate in ammollo, per un'ora circa, in acqua calda e bicarbonato. Potreste aggiungere anche un po' di succo di limone. Tuttavia quest'operazione non va ripetuta molto spesso poiché il limone e il bicarbonato potrebbero avere degli effetti corrosivi se usati frequentemente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le posate in ottone

L'ottone è un materiale molto pregiato e resistente; questa lega particolare si riconosce dalla superficie lucente e dorata ed è perfetta per il servizio più importante. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in legno

All'interno di una cucina non possono mai mancare i vari utensili che fanno parte degli accessori per apparecchiare correttamente una tavola e mangiare comodamente. Le posate sono tra gli utensili indispensabili all'interno di una cucina e possono essere...
Pulizia della Casa

Come evitare macchie sulle posate

Tutti quanti utilizziamo le posate per mangiare, e dopo i pasti siamo soliti lavarle. Ma questo continuo trattamento potrebbe con il tempo rovinare la superfice, lasciando alcune fastidiose macchie, a volte difficili da eliminare in maniera permanente....
Pulizia della Casa

Consigli per la pulizia e cura delle posate

Se si utilizzano cucchiai e forchette tutti i giorni, non è una sorpresa se dopo un po’ perdono la loro lucentezza. Lo sporco, le impronte delle dita o residui di goccioline d'acqua potrebbero essere la fonte del problema. Ecco alcuni consigli...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate ossidate

Se si tiene a fare bella figura durante un pranzo o una cena importante, anche l'estetica della tavola deve essere tenuta in grande considerazione. Anche per ciò che riguarda il grado di pulizia e di brillantezza delle posate. Le classiche in argento...
Arredamento

6 modi per riciclare le posate in modo creativo

Ormai il riciclo si può definire un'arte vera e propria. Con il "fai da te" si può dare nuova vita e destinazioni insospettabili ad oggetti vecchi o in disuso. L'esigenza del riciclo può sorgere da ragioni di natura economica. Ma anche dalla predisposizione...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in acciaio

Le posate moderne sono realizzate in acciaio inossidabile, un materiale che resiste nel tempo senza reagire alle condizioni esterne di umidità, oppure di corrosione. Alle volte, può capitare di avere in casa delle vecchie posate d'acciaio normale, non...
Pulizia della Casa

Guida alla pulizia delle posate in argento

Le posate in argento, sono sicuramente degli accessori che consentono di abbellire ed arricchire una bella tavola imbandita specialmente in occasione di qualche cena speciale. Tali stoviglie, pur essendo molto ambite ed apprezzate, vengono poco utilizzate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.