Come pulire le padelle in ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La ghisa è una lega ferro-carbonio; materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché trattiene il calore e lo diffonde lentamente, distribuendolo in modo omogeneo. C'è da dire che la ghisa smaltata trattiene abbastanza bene il freddo e, per questo può essere utilizzata per la conservazione di alimenti in frigorifero. Inoltre gli utensili in ghisa risultano molto pesanti e a volte difficili da manovrare. Oggi molti utensili in ghisa vengono rivestiti con materiale anti-aderente, quindi più comodo da pulire. La pulizia è infatti il lato più difficile delle padelle in ghisa. Necessariamente prima di lavarla si deve aspettare che si raffreddi, perché altrimenti si rischia la rottura. Tuttavia le padelle in ghisa che non hanno il rivestimento protettivo contro la corrosione, vanno periodicamente scaldate e strofinate con olio. Vediamo nello specifico come pulire le padelle in ghisa seguendo i consigli di questa guida.

27

Occorrente

  • Paglietta di acciaio
  • Soda caustica a scaglie
  • Detersivo per piatti
  • Spugna abrasiva
37

Disincrostare i residui con una paglietta di metallo

Dopo aver cotto i cibi, sarà necessario disincrostare immediatamente i loro residui, con una paglietta di metallo in genere utilizzata anche per pentole in acciaio e in alluminio. Tuttavia a volte questo processo non basta per ridare la patina giusta alle padelle, che risultano annerite più del normale, e se tentiamo di disincrostarle ulteriormente corriamo il rischio di asportare anche la parte granulosa, che poi rappresenta quella che evita il contatto diretto con la ghisa nuda, e funge soprattutto da antiaderente.

47

Lasciarla a bollire per 15 minuti

Per pulirla quindi in modo efficace, bisogna innanzitutto sciacquarla (dopo che si è raffreddata), in modo da togliere i pezzi più grandi di cibo rimasti attaccati, poi metterla in una pentola grande con acqua e sapone liquido per piatti e farla bollire per almeno 15 minuti. Subito dopo, con una spugna, quando il resto del cibo si è scrostato del tutto rimanendo sul fondo della pentola, rimuoviamo anche il grasso. Nella pentola nel frattempo noteremo che l’acqua sarà diventata di un colore tendente al marrone scuro. Ciò significa che la padella ha ancora tanto da rilasciare dal punto di vista di grasso ed unto. La pulizia è comunque completata, ma se intendiamo farla ritornare come nuova e del colore originale ovvero quello brunito lucido, adottiamo allora una soluzione drastica. Facciamo infatti bollire la padella di ghisa in una pentola di grosse dimensioni, e non appena tolta dal fuoco, versiamo in essa la soda caustica a scaglie, facendo attenzione agli occhi e alla cute (la soda è irritante e provoca serie ustioni).

Continua la lettura
57

Lasciare raffreddare la padella

Attendendo poi la reazione chimica della soda con l’acqua, (bollicine e schiuma) la lasciamo raffreddare del tutto dopodiché, la preleviamo dalla pentola e risciacquandola sotto l’acqua corrente notiamo con stupore e sommo piacere che la padella di ghisa è tornata nuova proprio come appena acquistata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante l'uso della soda caustica proteggere le mani con guanti e fare attenzione al viso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le superfici in ghisa

Come ben sappiamo, la ghisa resiste molto bene alle alte temperature, infatti ha la proprietà di accumulare calore e poi sprigionarlo gradatamente in tutta la superficie delle padelle o griglie che si andranno ad usare. Inoltre, grazie alla sua capacità...
Arredamento

Come scegliere un lavello ad incasso

La cucina è uno dei locali più frequentati della casa e come tale necessita spesso di lavori di miglioramento, adattamento e riparazione che un buon far da sé non ha difficoltà ad eseguire. I lavelli da cucina, per esempio, sono costituiti da una...
Pulizia della Casa

Come pulire una padella in pietra

La pentola è un recipiente adatto a cuocere cibi; generalmente è di forma circolare, ovale oppure quadrata con angoli arrotondati ed ha alle estremità uno o più manici. Può essere costruita in metallo, ferro, acciaio inox, ghisa, alluminio, rame,...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato dalle pentole in ghisa

Le pentole in ghisa riscaldano gli alimenti in modo rapido e consentono una cottura uniforme. La ghisa, infatti, trattiene bene il calore e si conserva per molte generazioni, se si cura in modo adeguato. Quando il grasso bruciato si accumula sulla pentola,...
Pulizia della Casa

Come pulire gli spartifiamma in ghisa

Se i fornelli della nostra cucina si compongono di spartifiamma in ghisa, sappiamo benissimo che tendono ad annerirsi e risaltare agli occhi fastidiosamente. Per ovviare a ciò, è dunque necessario adottare alcuni accorgimenti usando nel contempo dei...
Pulizia della Casa

Come pulire la ghisa del caminetto

Se abbiamo un caminetto in ghisa ed intendiamo pulire questa parte in modo accurato senza asportare la sua caratteristica patina rustica, possiamo usare alcuni prodotti naturali da preferire a quelli chimici poiché non nocivi. Inoltre sono necessari...
Pulizia della Casa

Come eliminare la ruggine da una griglia in ghisa

Se abbiamo una griglia in ghisa, posizionata in modo fisso sul barbecue oppure da appoggio, possiamo eliminare l'eventuale ruggine, adottando diverse tecniche, a seconda dello stato con cui si presenta l'ossido. I metodi per eliminare la ruggine possono...
Pulizia della Casa

5 modi per pulire la ghisa del caminetto

La griglia del camino, a causa di un uso inappropriato, può spesso rovinarsi e sporcarsi. Quando cucinate della carne all'interno del camino per esempio, la griglia del camino può riempirsi di grasso, corrodersi e arrugginirsi rovinandosi completamente.Esistono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.