Come pulire le grondaie

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Puntualmente con l'arrivo della stagione estiva si presenta il problema di fare manutenzione alle nostre grondaie di casa. È un lavoro necessario per eliminare le foglie secche che si depositano durante l'inverno e che potrebbero comprometterne il giusto funzionamento e, creare fastidiose infiltrazioni di umidità. Un'accurata pulizia darà vita nuova alle grondaie e, sarà l'occasione buona d'intervenire nel caso si presentassero delle riparazioni da fare. Come pulire le grondaie ce lo spiegheranno in maniera esauriente i passi di questa guida.

26

Occorrente

  • Scala
  • Guanti da lavoro
  • Cesoia
  • Filtro grigliato
  • Manico di scopa
  • Straccio
36

Quando si lavora in altezza bisogna innanzitutto prendere le giuste precauzioni. Se la nostra grondaia è in zinco, senza dubbio sarà abbastanza resistente per sostenere il peso della nostra scala. Viceversa se la grondaia è in pvc il peso della scala rischia di farla rompere. Evitiamo di caricare sulla grondaia anche il nostro peso per evitare cedimenti. Se possibile facciamoci aiutare da qualcuno, lavorare su una scala può essere pericoloso. Sfruttiamo il momento della pulizia delle grondaie anche per un' ispezione del tetto e della sua condizione.

46

Dopo avere indossato dei guanti da lavoro possiamo iniziare a pulire la grondaia, rimuovendo tutte le foglie e la sporcizia che intasano la nostra grondaia, pulendo anche il tetto nella zona più vicina alla grondaia. Rimuoviamo eventuali diramazioni di piante rampicanti limitrofe alla nostra grondaia che potrebbero contribuire a fastidiosi intasamenti. Utilizziamo poi uno scopino od un rastrellino metallico per pulire a fondo la grondaia. Ricordiamo che i pluviali rischiano di intasarsi molto facilmente. Di conseguenza sarebbe opportuno posizionare all'imbocco un filtro grigliato, questo impedirà alle foglie di entrare nel condotto ed ostruirlo. Per una buona pulizia dell'interno del pluviale possiamo usare un manico di scopa, avvolgendo all'estremità uno straccio che faciliterà il lavoro di ripulitura.

Continua la lettura
56

In ultimo usiamo un secchio pieno di acqua calda, da versare all'interno della grondaia per rimuovere gli ultimi residui. In alternativa se possediamo un tubo dell'acqua da giardino, posizioniamolo nella grondaia e facciamo scorrere via così eventuali residui di sporcizia. La pulizia delle grondaie dovrebbe essere effettuata almeno due volte l'anno. Nella stagione estiva per rimuovere i detriti che si sono andati accumulando durante l'inverno; durante la stagione autunnale per rimuovere l'accumulo di foglie morte che potrebbero comprometterne l'efficienza nei periodi di maggiore piovosità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come verniciare le grondaie in alluminio

La grondaie di un'abitazione, devono essere sempre pulite e abbastanza nuove per poter svolgere la loro funzione. Solitamente le grondaie vengono montate all'esterno delle applicazioni con materiali abbastanza leggeri, per evitare di pesare sul tetto,...
Esterni

Come ridipingere le grondaie

Solitamente, a causa delle intemperie, delle piogge e della grandine, le mura esterne della casa tendono a logorarsi. Ciò si nota particolarmente sulle vernici e sull'intonaco. Ma anche le grondaie subiscono qualche danno. In base al materiale che le...
Pulizia della Casa

Come pulire una grondaia esterna

Le grondaie esterne presentano dei rilievi in cui si accumula facilmente la polvere, per questo per eseguire una pulizia efficace, è richiesto abbastanza tempo. Fortunatamente la pulizia è semplice e non richiede particolari attrezzature. Con un po...
Esterni

Come installare una grondaia su un tetto piano

Quando si tratta di restaurare la casa, un elemento che spesso viene trascurato è la grondaia, la quale può arrugginirsi provocando delle perdite d'acqua che a loro volta potrebbero danneggiare le pareti esterne e dare origine alla formazione della...
Ristrutturazione

Come montare una grondaia in rame

In una qualsiasi struttura, la grondaia è un elemento di fondamentale importanza in quanto è in grado di raccogliere tutta l'acqua piovana e convogliarla direttamente nel sistema fognario attraverso un tubo chiamato pluviale. In questo modo, è possibile...
Ristrutturazione

Come riparare una grondaia in pvc

Uno degli elementi più comuni e certamente utili di una casa è la grondaia, grazie alla quale è possibile far defluire le acque piovane senza il rischio di bagnare qualcuno. Una volta erano realizzate in rame, a ancora oggi è largamente utilizzato,...
Esterni

Come aggiungere un pluviale a una grondaia esistente

Nel caso in cui ci si ritrova nella situazione di dover sostituire una parte di grondaia come ad esempio un pluviale, poiché si trova in pessime condizioni bisogna procedere e svolgere delle opere di manutenzione. Stessa cosa vale se ci si rende conto...
Esterni

Come scollegare i pluviali a gomito

I pluviali sono utilizzati, unitamente alle grondaie, per la racconta dell'acqua piovana. Sono importanti per far sì che l'acqua decadente dai tetti scenda al suolo attraverso una guida. Solitamente sono in pvc ma talvolta si trovano dei pluviali anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.