Come pulire la pietra refrattaria

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Li pietre refrattarie sono diventate ormai oggetti di uso quotidiano in molte cucine. Spesso vengono definite anche "pietre per pizza", una pietra del genere può essere usata per cuocere qualsiasi pietanza. Diversamente da quelle in ghisa, che richiedono poca manutenzione, quando si pulisce una pietra refrattaria, è necessario utilizzare il metodo appropriato, in modo che non si vada ad annullare il processo di stagionatura, che assicura ai cuochi una pietra uniforme. Queste pietre sono in realtà modellate con la sabbia, e poi vengono ben compattare ad alta pressione. Vediamo quindi alcuni consigli riguardo a come pulire la vostra pietra refrattaria.

26

Occorrente

  • Spazzola in nylon
36

Rimuovere i residui di cibo

Quando la vostra pietra refrattaria non si presenta più in buono stato, prima di buttarla via vale sicuramente la pena fare un tentativo per riportarla in una buona condizione. Innanzitutto mettete la pietra sotto l'acqua calda e scrostate i residui di cibo, successivamente tenetela a bagno per circa quindi o venti minuti. Dopodiché utilizzate il raschietto di plastica fornito in dotazione per togliere definitivamente qualsiasi rimanenza di cibo che l'acqua non è riuscita ad eliminare e sciacquate nuovamente con acqua calda. La pietra presenterà colori più scuri nei posti dove c'era il cibo incrostato. Queste macchie sono purtroppo destinate a rimanere, ma non creeranno nessun problema per la cottura.

46

Eliminare le incrostazioni

Eseguito il primo passo strofinare leggermente la pietra con una spazzola di nylon per rimuovere le incrostazioni più difficili, alle quali non è bastato l'operazione precedente, quindi eseguite un risciacquo finale. Limitatevi a rimuovere solo i residui alimentari e non insistete nel cercare di eliminare le macchie di cottura. Ripetete lo stesso processo di immersione e asciugatura per cinque o sei notti di fila; dopo l'ultimo giro, provate a cuocere un po' di pasta per pizza sulla pietra, se quest'ultima odora ancora, purtroppo non vi resterà altro da fare che gettare via la vostra pietra da cucina.

Continua la lettura
56

Evitare l'uso di sostanze chimiche

Molto importante è non usare saponi o detergenti per lavare la pietra. Infatti la superficie è molto porosa e tende ad assorbire molto facilmente gli agenti chimici. L'uso di sostanze chimiche può portare al rilascio delle stesse in fase di cottura e fare in modo che i vostri cibi prendano un gusto tutt'altro che gradevole. È certamente consigliabile usare solo acqua e seguire i passi descritti in precedenza. Il risultato sarà ottimo ugualmente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'uso di sostanze chimiche può portare al rilascio delle stesse in fase di cottura e fare in modo che i vostri cibi prendano un gusto tutt'altro che gradevole.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come trattare i forni a legna

I primi forni a legna anticamente erano composti di mattoni impastati con l’argilla del Nilo. Oggi nelle cucine si utilizzano maggiormente quelli a gas o elettrici, anche se il sogno di molti sarebbe quello di averne uno funzionante con un bel fuoco...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il riso bruciato dalle pentole

Molto spesso in cucina capita che il cibo si attacca sul fondo delle pentole e si brucia, per cui rimuoverlo risulta piuttosto difficile. In tal caso, bisogna prestare attenzione per evitare di creare graffi alle pentole e quindi fargli perdere la patina...
Pulizia della Casa

Come Pulire Il Grès Porcellanato

I pavimenti rappresentano una parte importante dell'ambiente: danno a una stanza una certa profondità e luminosità e, se ben tenuti, sono lo specchio del livello di pulizia dell'intera casa. Oltre al pattern, il materiale utilizzato per i pavimenti...
Economia Domestica

Come riciclare il cartone della pizza

Al giorno d'oggi, in quasi tutti i comuni d'Italia, viene praticata la raccolta differenziata. Chiaramente, oltre ad aiutare a diminuire l'inquinamento globale, questo sistema può risultare davvero utile anche in casa. Spesso, infatti, grazie alla raccolta...
Arredamento

5 soluzioni utili in cucina

Gli imprevisti e gli errori in cucina sono purtroppo all'ordine del giorno. Se a questo aggiungete anche poca esperienza e spazi angusti i risultati possono essere davvero disastrosi. Spesso, però, a grandi problemi rispondono rimedi semplici e facilissimi...
Economia Domestica

Come congelare gli impasti lievitati

Siamo ben felici e pronti di proporre ai nostri ospiti, una guida, molto pratica e del tutto veloce, mediante il cui aiuto concreto, poter essere in grado di imparare come congelare gli impasti lievitati in modo semplice, ma del tutto efficace. Saper...
Economia Domestica

5 alimenti da non scaldare al microonde

In ogni cucina è ormai presente il tanto utilizzato forno a microonde. Questo pratico accessorio permette di scaldare le pietanze, scongelarle e cuocerle. Viene utilizzato anche in alcune ricette per qualche cottura particolare, ma l'uso più diffuso...
Economia Domestica

Come usare il lievito madre

Il lievito madre è un impasto a base di farina ed acqua, acidificato da un complesso di lieviti e batteri lattici in grado di avviare la fermentazione degli impasti per prodotti della panetteria e della pasticceria. Il lievito madre è in sostanza un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.