Come pulire la ghisa del caminetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se abbiamo un caminetto in ghisa ed intendiamo pulire questa parte in modo accurato senza asportare la sua caratteristica patina rustica, possiamo usare alcuni prodotti naturali da preferire a quelli chimici poiché non nocivi. Inoltre sono necessari alcuni piccoli utensili, tra cui un pennello e della tela abrasiva. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida, vediamo nel dettaglio come pulire egregiamente la ghisa del caminetto.

26

Occorrente

  • Prodotti chimici per la pulizia della ghisa, in pasta, oppure spray.
  • Un panno morbido, una spugnetta, eventualmente carta abrasiva per ferro e spazzola per il ferro.
  • Aceto, acqua calda e bicarbonato.
36

Usare prodotti naturali

La ghisa viene utilizzata perché mantiene il calore più a lungo, il quale si diffonde nell'ambiente anche dopo che il la legna avrà finito di ardere. Ma la ghisa tende a sporcarsi e con il tempo diventa sempre più scura e si cosparge di una polvere che se non tolta, si secca ed è difficile da levare. Ci sono metodi diversi per pulirla, ovvero con prodotti chimici ma anche con quelli naturali che tra l'altro sono i migliori in assoluto e quindi vivamente consigliati.

46

Utilizzare la tela abrasiva

Per pulire la ghisa, è necessario dunque agire con prodotti efficaci. Come già accennato in precedenza, in commercio si possono trovare delle creme lucidanti per la pulizia di tutte le superfici in ghisa ed eventualmente anche interni di caminetti. Di solito, queste creme sono in pasta e vanno quindi strofinate con un panno morbido sulle superfici. La loro composizione chimica permette di lucidare in breve tempo la superficie. Questa è la soluzione più comoda e veloce. Per i più esperti, esistono invece soluzioni professionali a spray, oppure a base di petrolio e cherosene, ma sono abbastanza puzzolenti, e quindi bisogna far areare bene gli ambienti. Se la piastra o l'interno del camino è incrostato, utilizzare una tela abrasiva a grana grossa quindi specifica per il metallo.

Continua la lettura
56

Applicare aceto e bicarbonato

Se invece intendiamo pulire la ghisa del nostro caminetto usando elementi naturali, quindi non tossici possiamo optare per aceto e bicarbonato. Entrambi hanno infatti, uno specifico potere anti corrosivo e quindi vanno ad intaccare lo sporco e la ruggine. Il bicarbonato tra l'altro svolge anche una leggera azione abrasiva che evita però di generare antiestetici graffi e soprattutto non rimuove la patina bluastra o nera tipica del ferro battuto rustico. Per ottenere il massimo risultato, si può creare con i suddetti prodotti naturali una sorta di pasta, che si applica con un pennello, e dopo averla lasciata agire per un paio d'ore si asporta con una spugna leggermente imbevuta in acqua. Per ottimizzare il risultato, la ghisa del caminetto va lucidata con olio paglierino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di pulirlo spesso, le incrostazioni sono dovute a poca cura del camino, ma poi sono difficili da far sparire.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in ghisa

La ghisa è una lega ferro-carbonio; materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché trattiene il calore e lo diffonde lentamente, distribuendolo in modo omogeneo. C'è da dire che la ghisa smaltata trattiene abbastanza...
Pulizia della Casa

Come pulire gli spartifiamma in ghisa

Se i fornelli della nostra cucina si compongono di spartifiamma in ghisa, sappiamo benissimo che tendono ad annerirsi e risaltare agli occhi fastidiosamente. Per ovviare a ciò, è dunque necessario adottare alcuni accorgimenti usando nel contempo dei...
Economia Domestica

Come scegliere una stufa in ghisa

Riscaldarsi in inverno è molto importante, e ultimamente il miglior modo per farlo nel nostro paese è utilizzando una comodissima quanto efficiente stufa. Il costo dei materiali e l'utilizzo che se ne fa la rendono davvero conveniente. Soprattutto per...
Pulizia della Casa

Come pulire i termosifoni in ghisa

Nelle abitazioni più classiche il sistema di riscaldamento è stato realizzato con i termosifoni in ghisa. Infatti i termosifoni in ghisa sono la scelta più economica e più comune per mantenere un buon livello di riscaldamento in casa durante la stagione...
Pulizia della Casa

Come pulire e proteggere i mobili da giardino in ghisa

Abbiamo comprato dei bellissimi ed eleganti mobili da giardino in ghisa. Però ora abbiamo paura che stando fuori si rovinino. Ovviamente se non li curiamo come si deve i nostri mobili andranno incontro ad un decadimento veloce. Però non temiamo, in...
Pulizia della Casa

Come pulire una vasca in ghisa

La ghisa è una superficie altamente resistente, è suscettibile alle screpolature e presenta un ottundimento della finitura. Se si utilizzano i prodotti sbagliati, si accelera il degrado della superficie. Detergenti come polveri abrasive, aceto bianco...
Pulizia della Casa

Come pulire un termocamino in ghisa

I termocamini in ghisa sono davvero degli ottimi sistemi di riscaldamento, in quanto una volta che sono perfettamente accesi producono un forte calore; purtroppo la ghisa richiede più tempo rispetto agli altri metalli nel riscaldarsi ma impiega anche...
Pulizia della Casa

Come pulire una stufa in ghisa

Le stufe in ghisa sono davvero degli ottimi sistemi di riscaldamento, in quanto una volta che sono perfettamente accese producono un forte calore; purtroppo la ghisa richiede più tempo rispetto agli altri metalli nel riscaldarsi ma impiega anche un tempo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.