Come pulire il rame con sale e limone

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il rame è uno dei materiali più utilizzati dall'uomo, per la realizzazione di oggetti di piccole e grandi dimensioni. Con questo elemento puro, si possono infatti creare bracciali, monete e soprattutto si usa come aggregante per la lavorazione dell'oro, per trasformarlo da puro in diverse carature, ma purtroppo è soggetto ad ossidarsi, creando problemi per pulirlo. A tale proposito, ecco una guida che indica, come pulire il rame con sale e limone.

26

Occorrente

  • Sale grosso e fino
  • Succo di limone
  • Paglietta di ferro
36

Questi due elementi naturali se combinati insieme, riescono ad eliminare dal rame, l'ossido. Se abbiamo ad esempio una pentola di rame ed intendiamo farla diventare di nuovo lucida, prendiamo un recipiente di plastica e all'interno versiamo del sale doppio da cucina, mezzo bicchiere d'acqua e del succo di limone, ottenendo in questo modo, una pasta leggermente abrasiva.

46

Dopo averlo lasciato in posa per circa mezz'ora, strofiniamo con una spugnetta e risciacquiamolo solo con acqua. Inoltre, vi è un importante accorgimento chiamato decapaggio, che serve principalmente per preparare la superficie del rame a ricevere delle colorazioni o un rivestimento con smalti o porcellane. Lasciando in ammollo il rame in un recipiente con abbondante sale e succo di limone, si ottiene quindi il decapaggio, che dopo un risciacquo ci consente di sovrapporre i suddetti materiali coprenti.

Continua la lettura
56

Se una pentola di rame si presenta molto annerita, grazie al sale e al limone, possiamo dunque ottenerla di nuovo lucida e da esporre in bell'evidenza nella nostra cucina rustica. Per ottenere dei buoni risultati, conviene utilizzare una paglietta di metallo e del sale fino che cosparso a pioggia, ci consentono di eliminare il nero e quando la superficie comincia ad assumere il suo caratteristico colore rosa, aggiungiamo il succo di limone.

66

Nel caso in cui sull'oggetto in rame sono presenti macchie e aloni, laviamo la superficie solo con acqua, cospargiamola con il sale grosso e aggiungiamo il limone. Lasciamo agire la soluzione per un'ora circa, poi con l'aiuto di una spugnetta poco abrasiva, strofiniamo leggermente i punti in cui sono presenti le macchie. Una volta che avremmo rimosso completamente le macchie, riempiamo una bacinella con acqua calda e poniamo all'interno l'oggetto. Lasciamolo in ammollo per circa un quarto d'ora e risciacquiamolo solo con acqua calda oppure con acqua tiepida. Prendiamo un panno di cotone asciutto e pulito e asciughiamo perfettamente la superficie dell'oggetto in questione. Le macchie possono essere rimosse anche senza l'utilizzo dell'acqua: Prendiamo una spugnetta poco abrasiva la imbeviamo del succo di limone e aggiungiamo il sale sulla superficie. Strofiniamo direttamente sulla macchia e asciughiamo con un panno in cotone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire i lampadari di ottone

L'ottone è uno dei materiali che, sin dall'antichità, viene adoperato per realizzare eleganti elementi di arredo. Letti, lampadari, tavolini, maniglie e corrimano in ottone sono presenti in molte case, dando sempre un tocco di gran classe. L'ottone...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie di acquerello

Sappiamo bene che i nostri figli sono sempre alle prese con i colori e, il più delle volte imbrattano tutto ciò che si trova nelle vicinanze come sedie divani, tappeti ecc. In questa guida vedremo come rimuove le coloratissime macchie di acquerello,...
Pulizia della Casa

Come pulire i davanzali in marmo

Scegliere quali materiali dovranno comporre gli elementi della nostra casa non è compito facile. Infatti ne esistono moltissimi, alcuni sono più delicati e pregiati di altri, che richiedono l'utilizzo di particolari prodotti, nella pulizia, per fare...
Pulizia della Casa

Come usare il sale per pulire la casa

Il sale è un elemento fondamentale per l'alimentazione in quanto dà sapore agli alimenti. Esso, però, può essere utilizzato anche per la conservazione dei cibi. Questo metodo è utile soprattutto nei lunghi viaggi delle navi cariche di merci, ma anche...
Pulizia della Casa

Come togliere le macchie di muffa da borse e scarpe

Non sempre sappiamo esattamente come togliere le macchie di qualunque genere, da indumenti ed accessori in pelle o in tessuto. Alle volte la soluzione è davvero semplice, altre volte risulta essere più complicata. Supponiamo che la nostra borsa preferita...
Pulizia della Casa

Come sgrassare i fornelli

Sgrassare i fornelli è un procedimento di pulizia che ha il solo scopo di eliminare le molecole oleose e grasse presenti sulla superficie. Tale processo generalmente viene realizzato con l'ausilio di opportuni agenti sgrassanti, spesso disciolti in acqua...
Pulizia della Casa

Come pulire i lampadari di cristallo

La pulizia dei lampadari di cristallo specie se antichi, va fatta in modo accurato poiché c'è il rischio che qualche pezzo si possa irrimediabilmente rompere, ed è poi difficile trovare i ricambi. Per ottimizzare il risultato occorre quindi seguire...
Economia Domestica

Come cuocere su pietra lavica

Estate, cielo terso e sole che splende, il il momento migliore per eccellenza per godersi una giornata all'aria aperta. E cosa c'è di più "estivo" se non un barbecue accesso e della buona compagnia? Probabilmente però non tutti sanno che i fumi prodotti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.