Come Pulire Il Pavimento Di Cotto

di Barbara Celli difficoltà: media

Come Pulire Il Pavimento Di CottoLeggi   allstone.westhostsite.com Materiale di antica tradizione e di grande fascino, il cotto rende intimo e accogliente ogni spazio, grazie alle sue tonalità calde e naturali. Spesso prima scelta come rivestimento per gli esterni e per le case di campagna, è oggi adottato anche per la pavimentazione di villette e appartamenti, ai quali promette di donare un aspetto rustico e vissuto. Tuttavia, si tratta di un materiale poroso e, in quanto tale, assorbe lo sporco e tende a macchiarsi con estrema facilità: pulire il pavimento in cotto in maniera ottimale è quindi un'operazione di manutenzione imprescindibile, necessaria per mantenere inalterata la sua bellezza nel tempo. Ecco, quindi, qualche dritta per curare e pulire al meglio questo elegante rivestimento!

1 La prevenzione è, come sempre, l'arma migliore. Dopo la posa del cotto, è quindi buona norma avvalersi di un trattamento specifico, che renda la superficie impermeabile e antimacchia. Questa accortezza ha inoltre il vantaggio di esaltarne le finiture, migliorando anche la protezione e la durata del rivestimento. Va inoltre ricordato che, più spesso si procede alla pulizia, minore è il rischio di incorrere in sporco e macchie ostinate: per tale ragione, questo pavimento richiede una frequente pulizia ordinaria, preferibilmente a cadenza giornaliera.

2 Come procedere alla vera e propria pulizia del cotto? Per prima cosa, occorre spazzare o aspirare il pavimento, per rimuovere accuratamente tutta la polvere accumulata; quindi, si procede al suo lavaggio, optando per detergenti neutri (o, meglio ancora, specifici per tale materiale). L'uso di saponi aggressivi, infatti, potrebbe alterare la superficie, rovinandola irrimediabilmente. Chi preferisce puntare su una soluzione ecologica e poco costosa può poi realizzare un detersivo "fai da te", con ingredienti facilmente reperibili: basta aggiungere 4 cucchiai di aceto bianco e 3 di alcol ogni 2 litri di acqua tiepida. Terminata la pulizia, è necessario procedere alla completa asciugatura del pavimento, passandovi sopra un panno morbido e asciutto.

Continua la lettura

3 Almeno una volta al mese, è necessario mettere in atto una pulizia straordinaria, più profonda e accurata, nonché in grado di ridonare al cotto la sua originaria lucentezza.  Anche in questo caso, il procedimento è molto semplice: dopo aver eseguito la pulizia ordinaria, basta infatti trattare il cotto con la cera liquida, da scegliere accuratamente in commercio, optando per la tonalità più vicina a quella del proprio pavimento.  Approfondimento Come ravvivare i pavimenti in cotto (clicca qui) Chi non possiede un'apposita lucidatrice, non deve disperare: anche un grande spazzolone andrà benissimo! Infine, per la massima protezione del rivestimento, è possibile ricorrere anche una verniciatura protettiva, avvalendosi di un prodotto impregnante specifico per superfici porose.. 

Non dimenticare mai: Per macchie particolarmente ostinate, puoi aiutarti con una soluzione realizzata con acqua, sapone di marsiglia e una punta di bicarbonato: basta strofinare una spugnetta impregnata di tale miscela sulla zona interessata, quindi risciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno morbido e delicato.

Come pulire le piastrelle del cortile Come pulire un terrazzo in cotto Come sbiancare la ceramica Come scegliere il pavimento di casa

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili