Come Pulire Il Lavello Smaltato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il lavello è un elemento molto utilizzato. Esso serve per lavare le stoviglie oppure per pulire qualsiasi altra cosa ed è per questo che deve essere sempre igienizzato e privo di sporco. Vediamo insieme come si può pulire un lavello smaltato in maniera molto semplice attraverso dei passi presenti in questa guida.

26

Occorrente

  • Detersivo liquido non abrasivo
  • Mezzo limone
  • Acqua
  • Spugna
  • Candeggina
  • Aceto di vino rosso
  • Sale grosso
36

Il lavello smaltato deve essere trattato con accuratezza altrimenti, con i prodotti sbagliati, si potrebbe rischiare di rovinarlo. Innanzitutto, si deve lavare il lavello con del detersivo liquido. Esso non deve essere di tipo abrasivo oppure troppo aggressivo. Dopo aver pulito con l'ausilio di una spugna, si deve risciacquare il tutto con dell'acqua pulita. A questo punto, si deve prendere uno spicchio di limone e lo si deve strofinare nelle zone dello smalto che risultato essere ingiallite o macchiate. Si deve lasciare agire per qualche minuto e, successivamente, vi si deve passare una spugna imbevuta con dell'acqua e della candeggina. Questa operazione deve essere molto veloce e accurata.

46

Per evitare che lo scarico venga ostruito, vi si dovrebbe inserire una piccola griglia di protezione. Si dovrebbe evitare di versare al suo interno del caffè, delle foglie di tè oppure dei fondi di cottura. SI deve fare in modo anche che non risalgano dei cattivi odori. Per sgrassare l'intera tubazione. Si può versare dell'aceto molto caldo al suo interno unito ad una manciata di sale grosso, sciolto al suo interno in precedenza. Il tutto deve essere lasciato agire per circa un'ora prima di cominciare a riutilizzarlo.

Continua la lettura
56

Quindi, se dovesse capitare di trovare lo scarico ostruito, basta scaldare mezzo bicchiere di aceto con tre cucchiaini di sale grosso disciolto in esso e il gioco è fatto. Si deve lasciare agire per qualche minuto e successivamente vi si può versare dell'acqua bollente. Unire quest'ultima con del sale, crea un composto igienizzante per la pulizia del proprio lavello smaltato.

66

Lo smalto del lavello è molto delicato. Per evitare di sbeccarlo, si deve fare attenzione nel maneggiare le pentole e tutti gli altri utensili che possiedono un certo peso. Si dovrebbe evitare il contatto prolungato con delle sostanze scure, per evitare che la superficie si macchi e rimanga tale. Prevenire è sicuramente meglio rispetto ad avere un lavello danneggiato oppure da trattare nuovamente. Seguendo questi passi, avrete un lavello sempre perfetto e pulito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come Pulire Il Lavello Della Cucina

Come tutti sappiamo, uno degli spazi della casa, se non il più importante spazio, dove è fondamentale riuscire a trovarsi a proprio agio, risulta essere proprio la cucina. Per questo, la cucina necessita di una manutenzione continua, superiore al resto...
Pulizia della Casa

Come sgrassare il lavello della cucina

In questa guida, abbiamo deciso di insegnare a tutti i nostri lettori, come poter sgrassare, nella maniera più semplice e veloce possibile, il lavello della cucina, in modo da poterlo tenere pulito più a lungo, anche dopo la preparazione di tutti i...
Arredamento

Come scegliere il lavello della cucina

Il lavello o lavabo è un elemento indispensabile in ogni cucina. Singolo o doppio, ci hanno abituati a vederlo in un brillante acciaio inox. Tuttavia, la gamma di materiali è molto più ampia. In tal senso, il lavandino può diventare parte integrante...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal lavello

Il calcare è il nemico numero uno di noi casalinghe: accade spesso, infatti, che residui di calcare si depositino sulle superfici dove è presente umidità con costante presenza di acqua; tali residui vanno rimossi frequentemente, sopratutto nel lavello...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in graniglia

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in porcellana

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in fragranite

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.