Come pulire il lavello della cucina in grafite

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il lavello rappresenta senza dubbio la parte della cucina verso la quale si concentra la maggior parte delle azioni di una massaia. Ecco perché il frequente utilizzo che spesso se ne fa, può determinare deterioramento dei materiali o formazione di sporcizia. La situazione si fa particolarmente critica quando siamo in presenza di un lavello in grafite, una superficie molto bella a vedersi ma che necessita di una manutenzione molto particolare, del tutto differente rispetto a quella che si utilizza per un lavello in acciaio, ad esempio. In questa guida vi spiegheremo come pulire a fondo e bene il lavello di una cucina in grafite.

26

Occorrente

  • Lavello in grafite, detersivo per piatti, bicarbonato, detergente anticalcare, aceto bianco, spugna abrasiva, panno morbido, olio d'oliva
36

I lavelli in grafite, come accennato, rappresentano una tipologia di superfici per la cucina davvero di grande valore estetico. Le piccole particelle di granito di cui sono composti, contribuiscono a rendere il lavello davvero moderno, funzionale e al tempo stesso molto raffinato, per via dei materiali utilizzati che lo rendono quasi una sorta di prezioso oggetto di arredamento. Ma sfatiamo un luogo comune: non è vero che i lavelli di una cucina in grafite sono più semplici e agevoli da pulire rispetto a quelli di altri materiali. Ora vi spiegheremo come intervenire in modo risolutivo per eliminare sporcizia, calcare e macchie che si formano sul lavello.

46

Per prima cosa sarà opportuno operare una pulizia quotidiana del lavello e un'altra periodica più approfondita. Ogni giorno sarà necessario pulire il lavello in grafite mescolando un po' di normale detersivo per piatti con due cucchiai di bicarbonato di sodio. Prendete una spugna leggermente abrasiva e versate sul suo tessuto spugnoso il vostro preparato. Strofinate poi delicatamente sulla superficie del lavello in modo orizzontale e verticale, per poi passare ad un movimento circolare. A questo punto passate al risciacquo con acqua calda e poi asciugate il lavello con un morbido panno, senza lasciare aloni. Vi accorgerete che le macchie di unto e grasso scompariranno in un batter d'occhio.

Continua la lettura
56

Per chi volesse provvedere ad una pulizia più approfondita del lavello, magari da effettuarsi periodicamente per mantenere la superficie in grafite sempre in ottimo stato, occorrerà invece procedere in due modi: versando sul lavello uno speciale detergente anticalcare oppure utilizzando un po' di aceto bianco assieme al bicarbonato e al detersivo. Tale miscela rappresenterà davvero un toccasana per il vostro lavello. Infine, l'ultima raccomandazione: dopo aver pulito il lavello in grafite nel modo sopra descritto, aggiungete sulla sua superficie alcune gocce di olio d'oliva. Stendete bene la sostanza lungo tutto il perimetro del lavello. I risultati saranno davvero sorprendenti: avrete così un lavello come nuovo, pulito e incredibilmente brillante.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver pulito il lavello in grafite, versate su di esso alcune gocce di olio d'oliva per una brillantezza davvero eccellente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere il lavello della cucina

Il lavello o lavabo è un elemento indispensabile in ogni cucina. Singolo o doppio, ci hanno abituati a vederlo in un brillante acciaio inox. Tuttavia, la gamma di materiali è molto più ampia. In tal senso, il lavandino può diventare parte integrante...
Arredamento

Come scegliere un lavello ad incasso

La cucina è uno dei locali più frequentati della casa e come tale necessita spesso di lavori di miglioramento, adattamento e riparazione che un buon far da sé non ha difficoltà ad eseguire. I lavelli da cucina, per esempio, sono costituiti da una...
Pulizia della Casa

Come eliminare le macchie dal lavello

In tutte le cucine c'è a disposizione un lavello. Questo è, infatti, un recipiente destinato al carico ed allo scarico dell'acqua e che viene utilizzato nelle più diverse azioni nel quotidiano come: lavare, sciacquare, scolare e molte altre. I lavelli...
Arredamento

Lavello in cemento: pro e contro

Sono sicuramente diverse le ragioni per cui si potrebbe utilizzare un lavandino in cemento, e ci sono alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione per fare in modo che un lavandino di questo tipo sia adatto alle proprie esigenze. Bisogna sempre...
Arredamento

Come scegliere il giusto lavello

Acquistare un lavello della cucina che possa associare, in maniera ottimale, una buona funzionalità ad un lato estetico particolarmente attraente, non è particolarmente semplice. Con questa semplice guida, in definitiva, riuscirete ad orientarvi tra...
Pulizia della Casa

Come pulire lavelli e piani di lavoro di cucina

Se intendiamo pulire a fondo i lavelli e soprattutto i piani di lavoro di cucina, è importante farlo in modo adeguato e con prodotti non nocivi, tenendo conto che sono costantemente a contatto con il cibo. L'uso di materiali appropriati e alcune tecniche...
Pulizia della Casa

Come pulire un lavello in ceramica

Questa guida può risultare molto utile a tutti coloro che desiderano sapere come pulire un lavello in ceramica in maniera approfondita e senza rischiare di rovinare la superficie in ceramica, essendo essa particolarmente delicata e suscettibile di...
Arredamento

Come scegliere un lavello in ceramica per la cucina

Scegliere un lavello in ceramica per la cucina comporta spesso una scelta di igiene, oltre che di estetica. Questo materiale è infatti noto per la facilità con cui si mantiene pulito ed igienizzato. Le richieste del mercato ricadono principalmente sulle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.