Come pulire il lavandino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i bicchieri e tutto ciò che è utilizzato per scopi alimentari. Ecco alcuni consigli su come pulire il lavandino.

27

come pulire

Per prima cosa cospargete l'intero lavandino con il bicarbonato di sodio, utilizzate una spugna morbida ed eseguite un movimento circolare. Il bicarbonato di sodio pulisce delicatamente le superfici in acciaio inox, senza graffiarle. Sciacquate il lavello con l'aceto, che serve a disinfettare e a rimuovere le macchie di acqua dura. Strofinate delicatamente con la spugna e sciacquate solo con acqua. Prendete un limone o una buccia d'arancia e strofinate l'intero bacino del lavello, questo procedimento aiuta a deodorare il lavandino, mantenendo il suo splendore. Terminate da lucidatura con un tovagliolo di carta imbevuto leggermente con olio d'oliva. Il vostro lavandino rimarrà meravigliosamente lucido per diverse settimane.

37

metodi

Un altro metodo consigliato per pulire il lavandino consiste nell'utilizzo della borace. Prendete una mezza tazza di borace in polvere e mettetela in una ciotola, aggiungete il succo di mezzo limone e formate una pasta. Strofinate il composto sul lavello, utilizzando una spugna e risciacquate. Realizzate una miscela composta da una parte di candeggina e due parti di bicarbonato di sodio (i lavelli possono essere puliti con una combinazione formata anche da tre parti di cremore di tartaro e una di perossido di idrogeno); applicate la soluzione direttamente sulle macchie e rimuovetela con un panno umido, quando risulterà secca.

Continua la lettura
47

come rimuovete le striature e i graffi

Rimuovete le striature e i graffi da un lavello in acciaio inox mettendo una goccia di olio d'oliva o di olio per bambini su un panno pulito e sfregate sulla zona interessata. Inoltre, è possibile utilizzare detergenti specifici per l'acciaio inox, per rimuovere il grasso e le macchie. I rubinetti spesso sviluppano macchie bianche sulla superficie, a causa di depositi di calcare dell'acqua dura, per sbarazzarsi di queste brutte macchie, utilizzate degli asciugamani di carta imbevuta di aceto bianco distillato. Avvolgere questi asciugamani sulle aree macchiate e rimuoveteli dopo circa 10 minuti; lucidate il rubinetto con un tovagliolo di carta asciutto. Per rimuovere le macchie di ruggine, mettete in mezzo limone del sale grosso e strofinate sulla zona interessata. Oltretutto, è possibile utilizzare un pulitore all'acido ossalico o uno scrub realizzato con una combinazione di parti uguali di aceto bianco e acqua.

57

trucchi per brillantezza

Per quanto riguarda la brillantezza, utilizzate alcuni tovaglioli di carta imbevuti di candeggina e allineateli su un lavandino bianco smaltato in porcellana. Rimuoveteli dopo 30 minuti e lavate il lavandino con acqua corrente. Se il lavello è colorato, utilizzare il bicarbonato o l'aceto invece che la candeggina, in quanto tende a sbiadire il colore. Si può anche considerare l'utilizzo di un detergente per la ghisa, per ripristinare la brillantezza di un lavandino in ghisa smaltata.

67

pulire eco

Come farlo sembrare come nuovo con materiali eco-compatibili che hai già nella tua cucina. E non c'è nessun lavaggio coinvolto con questa pulizia rapida che fondamentalmente non costa nulla e che proteggia sicuramente. Che cosa ti serve: Spugna, Bicarbonato di sodio, Aceto, Limone o buccia d'arancia, Olio d'oliva, Asciugamano di carta. Indicazioni: lasciare il lavabo con un lavaggio rapido e risciacquare, rimuovendo tutti i piatti e tutti i pezzi di cibo dal drenaggio. Poi spruzzare l'intero lavandino con la soda di cottura e utilizzare una spugna morbida, lavorando in un movimento circolare, per lavare il bacino. La soda di cottura pulisce dolcemente senza graffiare l'acciaio inossidabile. Risciacquare il lavandino con aceto, che bolle e scompare. L'aceto disinfetta naturalmente mentre aiuta a rimuovere le macchie dure dell'acqua dal lavello dell'acciaio inossidabile. Poi strofinare leggermente con la spugna e sciacquare il lavandino con acqua. È anche possibile abbandonare una spazzatura che rinfresca la bomba in fondo allo scarico per mantenere fresco l'intero dispersore. Mettere il bucato di limone o arancione per un buon uso e strofinare l'intero lavandino con una sezione di buccia, strofinando la pelle contro l'acciaio inossidabile, che aiuta a deodorizzare il lavandino aiutando il bacino a mantenere la sua nuova lucentezza. Finire con un tovagliolo di carta e un tocco di olio d'oliva. Il tuo lavandino rimarrà meravigliosamente lucido per diverse settimane prima di aver bisogno di un rinfrescante.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come sturare il lavandino della cucina

Il lavandino della cucina viene normalmente utilizzato per lavare le stoviglie quali piatti, bicchieri, posate e pentolame, le quali sono spesso sono molto sporche di residui alimentari che, il più delle volte, inevitabilmente finiscono nello scarico...
Pulizia della Casa

Come pulire il sifone di un lavandino

Ci sono diversi modi per pulire il sifone di un lavandino, in base al tipo di lavandino in esame. Se si tratta del lavello della cucina, l'intasamento è causato di solito da scarti alimentari che rallentano o addirittura bloccano il deflusso dell'acqua...
Arredamento

Come scegliere un lavello ad incasso

La cucina è uno dei locali più frequentati della casa e come tale necessita spesso di lavori di miglioramento, adattamento e riparazione che un buon far da sé non ha difficoltà ad eseguire. I lavelli da cucina, per esempio, sono costituiti da una...
Pulizia della Casa

Come togliere il grasso dai contenitori di plastica

Le faccende domestiche spesse volte possono riservare tantissime problematiche e tantissimi ostacoli. Per affrontarle in maniera giusta e appropriata, occorre adottare le giuste metodiche. In questa guida vedremo per l'appunto come agire riguardo un tipo...
Ristrutturazione

Come intervenire su un sifone in plastica detto a bicchiere

Lo scarico intasato è un po' il problema di tutti e, nonostante proviamo continuamente i prodotti tanto consigliati in televisione, l'inconveniente torna immancabilmente. Inoltre il nostro è un sifone in plastica detto a bicchiere che generalmente troviamo...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in granito

Il lavello della cucina in granito è una caratteristica popolare in molte case in quanto il granito è un materiale che ha molti vantaggi, il che lo rende ideale per un lavello solido. Si tratta, infatti, di uno dei materiali più durevoli che si possono...
Arredamento

Come scegliere il lavello della cucina

Il lavello o lavabo è un elemento indispensabile in ogni cucina. Singolo o doppio, ci hanno abituati a vederlo in un brillante acciaio inox. Tuttavia, la gamma di materiali è molto più ampia. In tal senso, il lavandino può diventare parte integrante...
Pulizia della Casa

Come Eliminare Le Macchie D'Acqua Dalle Superfici Della Cucina In Acciaio

Quando si ha un lavello in acciaio nella propria cucina spesso può capitare di ritrovarsi con delle fastidiose macchie d'acqua che fanno fatica ad andare via. Tuttavia esistono dei rimedi piuttosto efficaci che posso aiutare a risolvere questo problema....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.