Come pulire il lavabo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il lavabo è un complemento d’arredo che tutte noi abbiamo nelle nostre abitazioni. Tuttavia, mantenere il lavabo lindo, lucido e pulito per un periodo superiore ai dieci minuti non è sempre una faccenda facile. I lavori che si compiono in cucina, probabilmente sono quelli che producono anche maggiore sporco e, di conseguenza, anche maggiore lavoro nella successiva operazione di pulizia. Ciò di cui ci occuperemo in questa guida, sarà in particolare come pulire il lavello della cucina. Indipendentemente dai materiali di cui è costituito quali acciaio inox, ceramica o altro, il lavello è soggetto a sporcarsi molto facilmente anche in seguito alle macchie di calcare.

27

Occorrente

  • limone
  • aceto
  • acqua calda
  • spugnetta
  • pelle in microfibra
  • detersivo per i piatti
37

Per poter riuscire al meglio in questa impresa, la prima cosa che dovrete fare è quella di prendere il limone e di tagliarlo in due. Dopo aver fatto questo breve passaggio, prendete una bacinella e all'interno di essa, metteteci dell'acqua calda e qualche goccia di aceto. A tal proposito, dovete sapere che l'aceto è un potente anti calcare naturale. Impregnate una spugnetta della soluzione che avete creato, dopodiché, la strofinate accuratamente su tutto il lavabo compresa la rubinetteria. Lasciate agire la soluzione per qualche minuto, in modo tale che l'aceto elimini il calcare presente sulla rubinetteria.

47

Quando saranno trascorsi i 5 minuti di posa, prendete la metà del limone e strofinate sulla superficie, esercitando una leggera pressione. Cercate di ricoprire tutto il lavabo, raggiungendo anche i punti più nascosti, come ad esempio l'attaccatura della rubinetteria. Lasciate che il succo di limone faccia il suo effetto. Per un buon risultato, il mio consiglio è di aspettare circa mezz'ora prima di passare alla fase successiva. In questo caso, dovrete prendere di nuovo la spugnetta imbevuta di acqua ed aceto, e successivamente, la dovrete strofinare sul lavabo e sulla rubinetteria in modo tale da risciacquare il tutto.

Continua la lettura
57

Dopo aver fatto tutto questo, non vi resta altro da fare che prendere una pelle in micro fibra, ed asciugare scrupolosamente il lavabo. Se il lavabo in questione è di acciaio, sarà meglio creare una soluzione formata da 250 ml di acqua tiepida, 1 cucchiaio di aceto e 3 cucchiai di detersivo per i piatti al limone. Quando avrete ottenuto la soluzione, trasferitela in uno spruzzino e nebulizzatela su tutta la superficie. Risciacquate il tutto abbondantemente. Un' altra soluzione molto valida per poter pulire il lavabo in modo efficace, consiste nel passare su tutta la superficie, della soda con un po' di detersivo per i piatti. Otterrete così, una superficie lucida e pulita senza troppi sforzi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate l'aceto nella pulizia del lavabo, così da evitare anche la formazione del calcare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come smacchiare il lavabo dalla tintura per capelli

Cambiare il colore ai propri capelli con i prodotti già pronti all'uso, è ormai un gesto comune a molte donne. Trattasi semplicemente di preparati acquistabili a prezzi economicamente abbordabili, in profumeria o anche al supermercato e sono abbastanza...
Ristrutturazione

Come Fissare Un Lavabo

La sostituzione ed il montaggio di lavandini, vasche da bagno e canali di scolo può sembrare un compito che è meglio lasciare agli idraulici professionisti. Tuttavia, molte correzioni idrauliche sono abbastanza semplici e si può risparmiare tempo e...
Ristrutturazione

Come intervenire sul sifone in ghisa del lavabo del bagno

Spesso capita che lo scarico del lavandino del bagno, non riesca a far defluire velocemente l'acqua, la causa potrebbe essere magari un'ostruzione dipendente da ammassi di capelli, residui di saponette o detersivi per la pulizia quotidiana o da quant'altro...
Arredamento

Come scegliere il lavabo del bagno

Quando si acquista una casa, può capitare spesso e volentieri di trovare dei sanitari piuttosto vecchiotti. Per superare tale ostacolo sorge la necessità di rimetterli nuovi. Avere un lavabo che si adatti perfettamente alle proprie esigenze di spazio...
Arredamento

Arredamento provenzale per il bagno: mobili e accessori

Lo stile provenzale è l'espressione di una forma artistica che si è evoluta in una regione specifica del sud della Francia: la Provenza. Questa è una terra di prodotti tipici mediterranei, come l'olio d'oliva ed il vino, nonché dei campi di grano...
Arredamento

Come arredare il bagno in stile barocco

Con lo stile barocco s'intende una corrente artistica applicata a più discipline che si diffuse in Italia a partire dal XVII secolo. È uno stile caratterizzato da opulenza, ricchezza e maestosità, ripreso spesso nelle sale per i ricevimenti, ma anche...
Ristrutturazione

Come realizzare un top per il lavabo del bagno effetto marmo

Il marmo è un materiale molto resistente, bello da vedere, ma allo stesso tempo decisamente costoso, essendo una roccia metamorfica che si trova in natura. Acquistare un top per il lavabo in marmo purtroppo non è alla portata di tutti, ma non per questo...
Arredamento

Come disporre i sanitari nel bagno

Qualunque sia l’intervento che si decide di attuare nel proprio bagno, non vi è una formula precisa, unica ed universale che illustri come progettarlo o che spieghi in che modo disporre all'interno i singoli elementi. Quando si parla di sanitari, a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.