Come pulire il frigo trivalente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come poter pulire nel modo migliore il frigo trivalente. La pulizia del frigorifero è indispensabile per mantenere la genuinità di cibi ed alimenti in esso contenuti. Il frigorifero trivalente va pulito ogni tre mesi; in questo modo si ha al suo interno sempre un odore di fresco. Prima della pulizia è opportuno rimuovere dal frigorifero il cibo e le bevande; bisogna pulire tutte le superfici con il bicarbonato oppure con una soluzione di aceto. Una manutenzione regolare consente di risparmiare in futuro sia tempo che denaro.

26

Occorrente

  • frigorifero
  • acqua
  • aceto
  • spugna
  • panno
36

Pulire le superfici estraibili

Dopo aver svuotato il frigorifero bisogna estrarre mensole, cassetti ed altre superfici per lavare tutto con una spazzola oppure una spugna. È fondamentale non lavare mai un ripiano in vetro freddo con acqua calda in quanto con il cambiamento di temperatura improvviso si può frantumare il vetro. Bisogna utilizzare dell'acqua fredda; in questo modo il ripiano arriva tranquillamente alla giusta temperatura. Quando le macchie sono incrostate è consigliabile diluire dell'ammoniaca in acqua calda e lasciare il ripiano in ammollo circa un quarto d'ora prima del lavaggio.

46

Rimettere a posto gli elementi

Dopo essersi assicurati che i componenti estratti dal frigorifero sono completamente asciutti si possono rimettere al proprio posto. Successivamente si deve pulire l'interno del frigo con un detergente; è opportuno soffermarsi sulle macchie più ostinate. Non si devono utilizzare saponi o detergenti chimici all'interno del frigorifero in quanto gli alimenti possono assorbire gli odori. È preferibile utilizzare una soluzione naturale miscelando 2 cucchiai di bicarbonato di sodio in un litro d'acqua calda. In alternativa si possono mescolare una parte di aceto di mele e 3 parti di acqua calda. Per le macchie più ostinate si deve utilizzare una piccola quantità di dentifricio bianco; esso funge come detergente abrasivo.

Continua la lettura
56

Completare la pulizia del frigo

Se la porta del frigorifero è divisa in scaffalature e viene regolarmente utilizzata bisogna pulirla con un panno umido ed eliminare l'acqua dai ripiani. Dopo aver ultimato la pulizia bisogna introdurre nel frigo un deodorante (possibilmente fatto in casa) per far assorbire i cattivi odori. Sul retro del frigorifero è opportuno collocare un piattino con del caffè macinato; quest'ultimo assorbe molto bene gli odori. Successivamente si reintroduce il cibo e si controllano le date di scadenza su tutti gli articoli deperibili.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mantenere pulito il frigorifero deve essere un pensiero costante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere il ripiano della cucina

Il ripiano della cucina è un elemento molto utile e funzionale in questo tipo di ambiente, in quanto si tratta di una superficie dove vengono appoggiate le pentole calde, i piatti e le posate. Inoltre, viene anche utilizzato per preparazione dei cibi,...
Pulizia della Casa

Macchie ostinate sulle pentole: consigli

A volte per lavare e igienizzare pentole e padelle non basta il semplice detersivo per piatti, togliere le macchie ostinate risulta una cosa difficilissima e i prodotti costosi non sempre riescono a risolvere il problema.Qui di seguito vi proponiamo alcuni...
Pulizia della Casa

Come pulire un ripiano di marmo

Il marmo è un ottimo materiale per ricoprire le superfici della casa. Sempre più spesso viene utilizzato per rivestire i banconi della cucina. Questo materiale è tanto bello quanto delicato e va tenuto con cura, altrimenti rischia di rovinarsi e perdere...
Pulizia della Casa

Eliminare da vestiti e tovaglie le macchie più ostinate

Prima di intraprendere una lotta corpo a corpo con una macchia difficile, riflettete: se agite d’impulso correte il rischio di fissarla in modo indelebile, rovinando per sempre l’amato capo. Meglio fare tesoro dei consigli della nonna, quei trucchetti...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le macchie ostinate dai vestiti

Alzi la mano chi non ha mai dovuto togliere una macchia ostinata da un vestito. Indossare un vestito e sporcarsi subito dopo, mangiando magari un gelato o del cibo oleoso, accorgersi che i vestiti dei propri bambini si sono macchiati mentre giocavano...
Pulizia della Casa

Macchie ostinate sulle piastrelle: consigli

Se nell'ambiente cucina ed in particolare all'altezza dei fornelli abbiamo una superficie piastrellata, è concreto il rischio di trovare periodicamente delle macchie ostili difficili da rimuovere. In riferimento a ciò, è tuttavia importante sottolineare...
Pulizia della Casa

5 consigli per organizzare bene il frigo

Ogni abitazione ha sicuramente bisogno di determinati elettrodomestici per poter conservare il cibo. Uno degli elettrodomestici indispensabili proprio per questa funzione è il frigorifero. Il frigorifero diventa molto spesso, una sorta di contenitore...
Arredamento

Come montare una mensola angolare

Quando le abitazioni iniziano a riempirsi inesorabilmente di libri e cd, souvenir, la soluzione che viene in soccorso consiste nel montare una bella mensola. Un comodo ripiano che ospiterà tutte quelle cose che non si ha idea più di dove mettere è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.