Come pulire il forno dalla plastica bruciata

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Capita a tutti di fare degli errori in cucina. Ad esempio possiamo aver messo un contenitore di plastica dentro il forno acceso. Naturalmente la plastica si è fusa e si è appiccicata per bene alla superficie. La puzza di plastica e il fumo sarà sicuramente insopportabile, ma il problema maggiore è che risulta pericoloso per la salute. Non possiamo infatti cuocere nulla in un forno con la plastica così bruciata. Quello che metteremo verrà inevitabilmente contaminato e non potremo mangiarlo. Dobbiamo quindi pulire il nostro forno dalla plastica sciolta sul fondo. Se però proviamo a toglierla noteremo che è troppo incrostata per i metodi abituali. Occorre un lavoro più approfondito e specifico. Vediamo quindi come pulire il nostro forno dalla plastica bruciata.

28

Occorrente

  • ammoniaca
  • panno
  • spugnetta abrasiva
  • succo di limone
38

Prima di iniziare il lavoro dobbiamo prendere delle precauzioni. Infatti andremo a lavorare con degli agenti chimici pericolosi per la nostra salute, soprattutto se inalati. Apriamo porte e finestre per lasciar aerare il locale, sia mentre lavoriamo che dopo. Inoltre dobbiamo assolutamente utilizzare dei guanti e una mascherina. Infatti l'ammoniaca non deve entrare in contatto con la nostra pelle né dobbiamo respirarla.

48

Vediamo ora come rimuovere la plastica bruciata e liberare il nostro forno. Spegniamo il forno e aspettiamo che la plastica sia completamente fredda. Prendiamo un panno e immergiamolo nell'ammoniaca, quindi strizziamolo molto bene. Appoggiamo il panno sulla plastica e lasciamolo così. Usciamo dalla stanza e facciamo passare almeno 15 minuti. Ricordiamoci di lasciare le finestre ben aperte mentre l'ammoniaca agisce.

Continua la lettura
58

Una volta passati i 15 minuti togliamo il panno con l'ammoniaca. Prendiamo una spugnetta abrasiva e strofiniamola sulla superficie incrostata con la plastica. Se non riusciamo a rimuovere la plastica in questo modo aiutiamoci con un raschietto. Se c'era tanta plastica è possibile che non riusciremo a rimuoverla del tutto alla prima passata. Quindi ripetiamo l'operazione a partire dal panno con l'ammoniaca sopra la plastica rimasta.

68

È possibile che nel forno rimanga un fortissimo odore di ammoniaca. Anche in questo caso è bene pulire perché non è affatto salutare. L'ammoniaca infatti potrebbe contaminare quello che cuociamo nel forno. Mettiamo quindi dentro al forno una ciotola con acqua e succo di limone in parti uguali. Riscaldiamo per un minuto e lasciamo la ciotola dentro al forno chiuso per almeno due ore.

78

Se l'odore di plastica sciolta o di ammoniaca persiste utilizziamo dell'acqua calda. Riempiamoci una teglia e inseriamola nel forno. Accendiamo al massimo della temperatura attivando il grill e la ventilazione. Lasciamo così per circa un quarto d'ora. Quindi spegniamo il forno e lasciamolo aperto. Ripetiamo l'operazione finché l'odore sgradevole non sarà sparito.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È bene buttare direttamente il panno e la spugnetta utilizzati con l'ammoniaca

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

10 modi per scrostare una pentola

Purtroppo a volte succede, in particolare quando si è ancora poco pratici ai fornelli, di bruciare il pasto e così incrostare le nostre belle pentole lucenti in acciaio. O magari lavorate in cucina, dove questi incidenti per via di tempistiche veloci,...
Pulizia della Casa

Come pulire una padella bruciata

A volte per distrazione si dimentica il cibo sul fuoco; esso comincia a bruciare e si attacca sul fondo della padella. Il risultato è un pasticcio nero e carbonizzato difficile da rimuovere se non si raschia la padella. È possibile ripristinare il fondo...
Economia Domestica

Come pulire una pentola bruciata

La pentola, che sia essa in acciaio inox o realizzata in materiale antiaderente, è soggetta, durante la cottura dei cibi, a bruciature e adesioni del cibo stesso sul fondo. Talvolta potrebbe capitare di dimenticare la pentola sul fuoco, causando la bruciatura...
Pulizia della Casa

Come eliminare le bruciature dovute al ferro da stiro

lo squillo del telefono, il bimbo che piange, la pentola sul fuoco, il campanello che suona o un momento particolarmente interessante della soap preferita, ecco i colpevoli principali delle distrazioni che portano a decorare i vestiti con bruciature a...
Pulizia della Casa

Come Rrimediare agli errori da stiratura

Una delle cose più fastidiose che ognuno deve affrontare nella gestione di una casa è quella della stiratura dei propri capi. C'è chi è abituato e lo fa in maniera impeccabile, e chi invece è appena agli inizi e commette qualche piccolo errore. Durante...
Economia Domestica

5 posti in casa dove usare il bicarbonato

Il bicarbonato di sodio ha molteplici utilizzi. Puoi sfruttarlo sia per le pulizie di casa che per la tua bellezza. È efficace e completamente naturale. Tra gli altri vantaggi, costa pochissimo e non inquina l'ambiente. Ecco 5 posti in casa dove usare...
Pulizia della Casa

Come rimuovere le bruciature dalle pentole di rame

Le pentole di rame vengono spesso utilizzate come decorazione in alcune cucine in stile rustico e come stoviglie effettive in altre. In quest'ultimo caso, ci sono alcune precauzioni che devono essere prese durante il processo di pulizia. Il rame è un...
Ristrutturazione

Come decorare con effetto finto ferro arrugginito

Con l'aumento del desiderio di fare del fai da te, le guide che trattano di questi argomenti sono sempre più utili ed apprezzate. Ecco dunque di seguito qualche dritta relativa ad una tecnica pittorica un po' particolare, ma di sicuro impatto visivo:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.