Come pulire il bollitore

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il bollitore è un elettrodomestico che permette di avere sempre a disposizione acqua calda. Consente di preparare in poco tempo tè, tisane e bevande calde di vario genere. Chi lo usa regolarmente e con una certa frequenza, sa bene con quanta velocità si formi il calcare sue pareti. Quando l'acqua si riscalda infatti, i minerali che sono contenuti in essa, causano la formazione di incrostazioni. È bene eliminare il calcare prima che si accumuli. Quest'ultimo, oltre a compromettere la funzionalità del bollitore, aumenta i tempi per raggiungere il punto di ebollizione. Ne viene da sé che si incrementa il dispendio di energia. A tal proposito, in questa guida, illustreremo come pulire e disincrostare il bollitore. Scopriamo insieme, nei prossimi passi, qualche consiglio utile su come prolungarne la durata ed ottimizzarne l'utilizzo.

27

Occorrente

  • Acido citrico
  • Aceto bianco
  • Acqua
  • Spugna
37

La prima cosa che dovete fare per pulire il bollitore, è quella di procurarvi dell'acido citrico. Si tratta di una sostanza che si presenta sotto forma di sale. È perfetta per procedere alla totale rimozione del calcare dal vostro bollitore. Potete acquistarlo sia in farmacia che nei negozi specializzati nella vendita di generi enologici. Il prezzo varia parecchio a seconda della quantità che si acquista. È un prodotto ecologico, totalmente inodore ed è utile per la pulizia della casa in generale. Si scioglie molto facilmente in acqua, quindi risulta perfetto per questo tipo di intervento.

47

Per eliminare il calcare, dovete mettere all'interno del bollitore un cucchiaio di acido citrico. Se le incrostazioni sono resistenti, aggiungetene un altro. Riempire il recipiente di acqua e portate ad ebollizione. Al termine della bollitura, non svuotate il bollitore, ma lasciate agire la soluzione. Per una pulizia efficace, sarà necessaria almeno un'ora. Trascorso tale tempo, risciacquate bene. Rimuovete, con l'aiuto di una spugnetta, i residui di sporco. Vedrete che si staccheranno molto facilmente senza dover insistere particolarmente sulle varie zone del bollitore.

Continua la lettura
57

In alternativa all'acido citrico, potete impiegare dell'aceto bianco per pulire il bollitore. È sicuramente più economico ed è sempre disponibile in dispensa. In questo caso, avrete bisogno di una maggiore quantità di prodotto. Anche i tempi di azione saranno più lunghi. Riempite il bollitore per tre quarti con acqua e fatela bollire. Spegnetelo ed aggiungete l'aceto fino a raggiungere il livello massimo di liquido. Lasciate agire la soluzione per tutta la notte, poi risciacquate. Riempite con acqua pulita e fate bollire nuovamente. Ripetete l'operazione fino ad avere eliminato dal bollitore le tracce di calcare e l'odore dell'aceto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non tollerate gli odori forti, evitate l'uso dell'aceto.
  • Il bollitore deve essere pulito almeno una volta al mese se si utilizza acqua dura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come rimuovere il calcare dal bollitore elettrico

A tutti piace bere un buon te o una buona tisana alle prime ore del mattino o nelle tardo pomeriggio. Le tisane vengono spesso preparate all'interno di meravigliosi bollitori in acciaio inox ma a causa della presenza dell'acqua, può spesso formarsi una...
Pulizia della Casa

Metodi per decalcificare un bollitore

Un bollitore, semplice oppure elettrico, con molte macchie di calcare è, naturalmente, molto sgradevole da guardare ma, soprattutto, può essere piuttosto pericoloso per la salute di chi lo utilizza abitualmente per la preparazione di tè ed infusi....
Pulizia della Casa

Come decalcificare un bollitore elettrico

La maggior parte delle persone che iniziano ad utilizzare i bollitori elettrici, presto ne diventano quasi dipendenti poiché i liquidi bollono molto più velocemente e il suo utilizzo è alquanto semplice e alla portata di tutti. Inoltre, si ritiene...
Pulizia della Casa

Come pulire un bollitore in plastica

Senza dubbio, tenere in casa un bollitore può tornare davvero utile. Infatti portare a ebollizione dell'acqua con un bollitore è molto più facile che farlo con una comune pentola. C'è da dire che questi accessori molto funzionali, con l'andar del...
Economia Domestica

Come utilizzare un bollitore elettrico

Il bollitore elettrico è un contenitore generalmente in plastica o acciaio, con all'interno una resistenza che riscalda l'acqua portandola ad ebollizione. È costituito da una brocca con coperchio incernierato che si appoggia su una base che gli dà...
Pulizia della Casa

Come togliere le tracce di calcare

I numerosi utensili usati in cucina, metallici e non, e anche altri oggetti come vasi, sottovasi ecc., stando a contatto con l'acqua per un lungo tempo, tendono purtroppo a macchiarsi a causa del calcare contenuto in quest'ultima. A volte, anche i prodotti...
Economia Domestica

Come riciclare le bucce di frutta e verdura per la pulizia della casa

Quando mangiate la frutta oppure delle verdure, non vi conviene buttare le bucce; infatti, è importante sapere che entrambe si possono riciclare per la pulizia della casa. Se l'argomento vi interessa, allora il consiglio è di leggere i passi successivi...
Pulizia della Casa

Come decalcificare la caffettiera

Macinato, a cialde o a capsule: ciascuno ha le proprie preferenze in materia di caffè. Per molte persone, la caffettiera è l'apparecchio più utilizzato della casa anche se, nel corso del tempo, quel ricco sapore naturale scompare gradualmente, lasciando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.