Come pulire i top della cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La cucina è un luogo importante della casa. Si può forse dire che ne sia il cuore. Oltre la comodità, in una cucina si vuole anche sia rispettato un certo senso estetico. Ecco perché per rispettarlo scegliamo di arricchire e personalizzare il tutto con colori e materiali particolari. Tuttavia, se si possiede una cucina con dei top in legno, marmo, vetroresina o acciaio, non è facile pulire senza causare graffi o altri danni. Per rispettare i materiali dei top della cucina durante le pulizie giornaliere, vanno utilizzati materiali e prodotti adeguati. Nei passi successivi di questa guida verranno dati alcuni consigli utili su come pulire i top della cucina.

25

Occorrente

  • Cera liquida o paraffina
  • Spugna non abrasiva
  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto bianco
  • Limone
  • Alcool
35

Legno

Se si possiede un top della cucina in legno con finitura simile al parquet, bisogna agire nel modo corretto. In questi casi solitamente la superficie del top della cucina è trattata con della cera. Per la pulizia occorre allora intervenire con prodotti che devono solo detergere. Questo per non rimuovere lo strato protettiva che rende il top idrorepellente. In questo caso, va utilizzata solo dell'acqua. Non devono essere usate sostanze di tipo abrasivo o a base alcolica. Un panno in pelle è ideale per pulire evitando di graffiare il top. Eventualmente si può aggiungere della cera liquida oppure della paraffina per dare una maggiore brillantezza ed eliminare le eventuali tracce di calcare.

45

Top in vetroresina e marmo

Un top in vetroresina va trattato con cere. Va evitato l'uso di sostante abrasive. Questo sempre per non rischiare di eliminare la pellicola protettiva. Un lavaggio preliminare con acqua e l'uso di cere consentono di tenere il top sempre lucido. Molti sono i top in marmo o granito presenti nelle cucine moderne o in quella classiche in muratura. In questo caso la pulizia può tranquillamente avvenire con sostanze più abrasive, e con l'uso di prodotti lucidanti. Nello specifico, per rimuovere le incrostazioni di calcare o i residui di cibo, l'ideale è il bicarbonato di sodio. Va applicato con una spugna e svolge una leggera azione abrasiva. Nello stesso tempo disinfetta naturalmente la superficie grazie alle sue proprietà intrinseche. Il marmo, come è noto, diventa lucido se deterso con dell'alcool. Per ottimizzare il risultato, si può aggiungere un po' di cera liquida. Si ottiene così una pellicola più spessa e quindi maggiormente resistente allo sporco e al grasso dei cibi.

Continua la lettura
55

Top in acciaio inox

Infine, se il top della cucina in possesso è in acciaio inox, per la pulizia di routine conviene utilizzare il succo di limone o l'aceto. Sono entrambi ottimi per rimuovere il calcare e quindi donare una giusta lucentezza. Non usate mai spugne abrasive, pagliette saponate o lana d'acciaio. Da evitare anche l'uso di acqua calda. Potrebbe generare del nuovo calcare. Per una maggiore sicurezza, dopo il risciacquo, è meglio asciugare il top con un panno morbido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare dalle piastrelle di marmo

Se in cucina così come in bagno abbiamo delle piastrelle di marmo ed intendiamo pulirle in modo adeguato eliminando soprattutto l'antiestetica patina di calcare, possiamo farlo usando alcuni prodotti di facile reperibilità in casa e molto efficaci....
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello in fragranite grigio

La tecnologia sempre in continua evoluzione, tra le tante cose utili ne ha prodotte alcune per la casa; infatti, ha permesso alle aziende operanti nel settore dei sanitari di realizzare la fragranite di colore grigio, ovvero un mix tra granuli di marmo...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il calcare dal bollitore elettrico

A tutti piace bere un buon te o una buona tisana alle prime ore del mattino o nelle tardo pomeriggio. Le tisane vengono spesso preparate all'interno di meravigliosi bollitori in acciaio inox ma a causa della presenza dell'acqua, può spesso formarsi una...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in alabastro

Quando si parla di alabasto si intende un materiale che, a prima vista, sembra essere molto simile al marmo. Come quest'ultimo deve essere trattato per fare in modo che resti sembre bello e non si rovini. Per fare tutto questo è necessario prendere alcune...
Ristrutturazione

Come fare un pavimento in marmo

Tutti i pavimenti con piastrelle tendono nel tempo a scheggiarsi o ad opacizzarsi con la conseguenza di dover effettuare degli interventi di manutenzione. Se la superficie è in gres o pietra di solito non presenta grossi problemi, se invece si parla...
Economia Domestica

Consigli per la scelta di una cabina doccia in vetroresina

Se per la nostra stanza da bagno abbiamo intenzione di montare una cabina doccia, ed intendiamo optare per quella in vetroresina, è importante valutare diversi fattori che ne determinano la praticità, la funzionalità e il design. In rifermento a ciò,...
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal lavello

Il calcare è il nemico numero uno di noi casalinghe: accade spesso, infatti, che residui di calcare si depositino sulle superfici dove è presente umidità con costante presenza di acqua; tali residui vanno rimossi frequentemente, sopratutto nel lavello...
Pulizia della Casa

Come pulire la casa col bicarbonato

Il bicarbonato è sicuramente un elemento naturale molto efficace per pulire qualsiasi superficie. Esso è indicato per il lavaggio di indumenti e ringhiere in ferro; inoltre, può essere utilizzato come abrasivo in alcune circostanze, specialmente per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.