Come pulire i contenitori per l'olio d'oliva

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Per pulire i contenitori per l'olio di oliva, come le bottiglie oppure i bidoncini, esistono differenti metodologie che in seguito andremo a scoprire insieme. Questi recipienti devono essere puliti in maniera accurata, altrimenti, si corre il rischio che con il trascorrere del tempo possano acquisire un odore di rancido. Senza considerare, inoltre, che anche nel caso in cui venissero lavati accuratamente con il semplice detersivo, i componenti chimici di quest'ultimo, in modo particolare i suoi profumi, potrebbero comunque deteriorare l'olio. In questa semplice ed esauriente guida andremo a spiegare come pulire i contenitori riservati all'olio di oliva.

24

Per prima cosa, inizieremo ad illustrare il metodo più praticato. Innanzitutto, occorre prendere il proprio contenitore, sia se si tratti di una semplice bottiglia oppure di un bidoncino realizzato in acciaio inox, in cui viene conservato il proprio olio d'oliva. Quindi, tramite l'ausilio di un po' di acqua tiepida e di detersivo, occorre lavarlo accuratamente fino a sgrassarlo del tutto. Una volta fatto tutto questo, è necessario procedere ad un risciacquo adeguato e sempre ricorrendo all'acqua tiepida, prestando la massima attenzione a non lasciare eventuali residui di schiuma all'interno del contenitore stesso.

34

A questo punto, si avrà pulito perfettamente il proprio contenitore, anche se tutto questo non sarà sufficiente perché inevitabilmente avrà assunto il profumo del detergente che è stato utilizzato per procedere alla sua pulizia. È opportuno, pertanto, provvedere all'eliminazione di questo profumo. Sarà necessario, a questo punto, lasciare scolare accuratamente il contenitore. Successivamente si deve andare a versare un pizzico di aceto. Per intervenire su una bottiglia è sufficiente utilizzare una tazzina di aceto, mentre per un contenitore più grande, deve essere utilizzato un bicchiere.

Continua la lettura
44

Dopodiché, non si deve fare altro che lasciar agire l'aceto per circa dieci minuti e, contemporaneamente, occorre tentare di far ruotare il contenitore per consentire al liquido di toccare tutta quanta la superficie interna. In seguito, si deve aggiungere un pochino di acqua tiepida, per poi risciacquare nuovamente con estrema cura. È fondamentale eseguire un corretto risciacquo, in modo tale da evitare che resti qualche residuo di detersivo. Successivamente, bisogna lasciare scolare per un po' di tempo e, con l'ausilio di un panno morbido (possibilmente di cotone), si deve asciugare diligentemente. Giunti a questo punto, l'odore chimico del detersivo dovrebbe essere completamente sparito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore della candeggina dalle mani

C'era urgenza di fare alcune pulizie in casa, usando la candeggina, e ti sei accorta all'ultimo momento di aver finito il pacco dei guanti in lattice? A fine lavoro, purtroppo, su esse ti sarà rimasto sicuramente un odore di molto intenso e pungente....
Pulizia della Casa

10 modi di utilizzare l'aceto per il bucato

Le alternative naturali ai prodotti inquinanti si trovano spesso nelle sostanze più semplici e note. L'aceto è di fatto uno fra queste, potendo sostituirsi a molti prodotti chimici nel vasto ambito delle pulizie domestiche. Con questa guida in particolare...
Pulizia della Casa

Come pulire gli spartifiamma in alluminio

Molti fornelli delle cucine moderne hanno degli spartifiamma in alluminio, il che significa doverli pulire spesso poiché si ossidano, e talvolta nelle feritoie si presenta una patina nerastra che esteticamente non è bella da vedere. Per risolvere il...
Economia Domestica

Un eccezionale sgrassante fai da te

Se per le pulizie generali della nostra casa intendiamo realizzare un eccezionale sgrassante fai da te, abbiamo a disposizione svariate opzioni, usando soprattutto prodotti naturali, quindi ideali per salvaguardare la nostra salute e l'ambiente. In riferimento...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'inchiostro dai tessuti con il detersivo liquido

Se sui tessuti ci sono delle ampie macchie di inchiostro ed intendiamo rimuoverle del tutto, possiamo usare il detersivo liquido, seguendo però delle linee guida specifiche affinché risulti idoneo a tale operazione. In riferimento a ciò, ecco dunque...
Pulizia della Casa

Come pulire la vasca da bagno

La vasca da bagno di colore bianco smaltato, quando viene utilizzata e non pulita tempestivamente diventa sporca e giallastra, creando delle antiestetiche macchie. La pulizia può avvenire in diversi modi usando prodotti a base di creme vendibili in commercio,...
Pulizia della Casa

Come lavare le tende di lino a mano

Anche se tutti i capi di lino sono in genere dotati di un talloncino con le istruzioni per il lavaggio, è importante attenersi ad alcune regole ben precise quando l’operazione deve essere effettuata a mano anziché in lavatrice. In riferimento a ciò,...
Economia Domestica

Come lavare le bambole

Le bambole sono degli oggetti molto utilizzati anche dai bambini, quindi necessitano della massima pulizia ed igiene. In taluni casi si può inoltre verificare che le bambole, soprattutto quelle molto antiche e per questo conservate in luoghi polverosi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.