Come pulire gli spartifiamma in alluminio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molti fornelli delle cucine moderne hanno degli spartifiamma in alluminio, il che significa doverli pulire spesso poiché si ossidano, e talvolta nelle feritoie si presenta una patina nerastra che esteticamente non è bella da vedere. Per risolvere il problema, ci sono svariati metodi per intervenire. In riferimento a ciò, ecco una guida su come pulire adeguatamente gli spartifiamma in alluminio.

25

Occorrente

  • Sale
  • Aceto
  • Bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Pagliuzza di metallo
  • Spugna abrasiva
  • Spazzolino da denti
35

Usare prodotti naturali

I metodi per pulire gli spartifiamma dei fornelli sono spesso subordinati all'uso di prodotti naturali, anche se in commercio ne esistono alcuni chimici che tuttavia conviene evitare, poiché essendo di base acida, potrebbero risultare nocivi sia per ingestione che per inalazione. A questo punto ecco che limone, aceto, bicarbonato e sale possono fare la differenza, ed ottimizzare il risultato in modo facile e veloce.

45

Creare un mix di sale e aceto

Un primo metodo molto efficace per eliminare le incrostazioni di ossido sugli spartifiamma in alluminio sia sulla parte esterna lucida che in quella zigrinata, consiste nel creare un mix a base di sale e aceto. In quest'ultimo si immergono gli spartifiamma lasciandoli in ammollo per almeno un'ora, dopodiché per ottimizzare il risultato, basta prendere una pagliuzza di metallo e liberare lo sporco ormai molle annidatosi nelle suddette parti non lisce. Il sale infatti è un eccellente antiossidante in grado di cristallizzare la ruggine, e consentire poi di asportarla agevolmente grazie anche all'aceto che brucia le particelle di ossido appena sminuzzate. L'aceto tra l'altro è un ottimo antibatterico, e svolge un'azione lucidante dell'alluminio. Anche il succo di limone può ritornare utile per eliminare il calcare, specie se dopo il suddetto intervento di pulizia degli spartifiamma si esegue un risciacquo in acqua calda.

Continua la lettura
55

Utilizzare bicarbonato e limone

Utilizzare bicarbonato e succo di limone, è un altro ottimo ed efficace metodo per ridare lucentezza agli spartifiamma e per eliminare l'ossido, specie quello che si genera all'interno delle zigrinature di cui questi funzionali oggetti si compongono. Per ottenere un buon risultato, dopo un primo risciacquo basta versare del bicarbonato di sodio direttamente all'interno dello spartifiamma, e poi emulsionarlo usando un vecchio spazzolino da denti. Dopo aver creato una sorta di pasta abrasiva sempre con lo stesso spazzolino, preleviamo il succo di limone da una tazzina e lo aggiungiamo al bicarbonato ormai diventato simile ad una pasta. Strofinando ancora per alcuni minuti, è sufficiente poi un risciacquo per ottenere lo spartifiamma di nuovo lucido, e nel contempo grazie al limone privo dell'antiestetica patina di calcare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le piastre elettriche

I bruciatori a gas e le piastre elettriche sono tra i protagonisti in cucina e certamente gli accessori che permettono la cottura dei cibi. Possono durare anche moltissimi anni, tuttavia come capita a tutte le cose, possono rompersi o rovinarsi e, in...
Ristrutturazione

Come modificare la cucina da gas propano a metano

Avete stipulato un contratto per la fornitura di metano, ma avete ancora la macchina o il piano cottura della cucina che funzionano a propano? Purtroppo il meccanismo intrinseco (macchina a gas funzionante con la bombola), non può funzionare col nuovo...
Pulizia della Casa

Come togliere l'ossidazione dai rubinetti

In genere dove c'è l'umidità e soprattutto l'acqua si crea l'ossido, specie quando nelle immediate adiacenze ci sono strutture in metallo. Anche i rubinetti domestici sono soggetti a questo inconveniente, per cui è necessario rimuoverlo soprattutto...
Pulizia della Casa

Rimedi naturali per pulire l'argento ossidato

L'argento è uno dei cosiddetti metalli nobili, ed è molto usato allo stato puro o miscelato con il rame per la creazione di oggetti e manufatti di gioielleria. Tuttavia presenta un solo inconveniente legato alla facilità di ossidazione a cui è soggetto,...
Economia Domestica

5 modi per utilizzare il dentifricio secco

Spesso capita che il tubetto di dentifricio alla fine si secca, e il resto del prodotto non riusciamo più a premerlo sullo spazzolino. Per evitare di buttarlo, possiamo tuttavia sfruttarlo in altri modi, sia per l'igiene intima che per alcuni interventi...
Pulizia della Casa

Come pulire gli infissi in ottone

Riuscire a capire cosa riesce a pulire gli oggetti che si hanno in casa non è sempre facile come sembra. Ad esempio l'ottone, materiale di cui sono generalmente costituiti alcuni strumenti musicali, i pomelli e le modanature, si deteriorano se vengono...
Esterni

Come pulire un laghetto

In un giardino di nostra proprietà, non può di certo mancare un laghetto funzionante e del tutto naturale. Si tratta di una tipologia di arredo che conferisce estetica e vitalità, basti pensare a quanto sia importante la presenza dell'acqua nella cultura...
Pulizia della Casa

Consigli per la pulizia dell'argento indiano

Se durante un viaggio organizzato nella terra dei Marajà, quindi nella mistica india, ci è capitato di acquistare tra i vari souvenir il tipico argento, ed intendiamo tenerlo sempre pulito per evitare che si ossidi, possiamo adottare diverse tecniche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.