Come pulire e smacchiare gli ombrelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'arrivo dell'inverno si riprendono dal caro, vecchio armadio i vestiti pesanti, le coperte, le trapunte, gli stivali e un oggetto che molto spesso passa inosservato in casa fino al giorno della pioggia: l'ombrello. Un buon ombrello costa parecchio, ma ne vale la pena perché questi possono durare anni e anni se vengono trattati in maniera corretta. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò molto dettagliatamente come pulire e smacchiare gli ombrelli. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • sapone detergente
  • acqua
  • qualche goccia di ammoniaca
  • carta assorbente
  • detersivo per i piatti
  • spugna
  • candeggina
36

Dopo un certo periodo di tempo, quasi sicuramente, tendono a formarsi delle macchie di colore grigio o marrone nelle pieghe dell'ombrello, visibili sia quando quest'ultimo è chiuso, sia quando è aperto. La maggior parte di queste macchie sono dovute alla ruggine che molto spesso si forma sulle bacchette metalliche interne. Altro piccolo particolare da non sottovalutare è il cinturino che si utilizza per tenere chiuso l'ombrello, il cui sporco è da attribuire al sudore delle mani. Proprio per questo motivo, il cinturino non è difficile da smacchiare: basta trattarlo con un po' di sapone detergente che si usa per lavare i piatti e risciacquarlo con l'acqua.

46

In seguito, per rimuovere le macchie di ruggine sulla tela, invece, non dovrete far altro che riempire la vasca da bagno con 20 centimetri d'acqua tiepida e versare qualche goccia di ammoniaca. Successivamente, immergete l'ombrello nella vasca e lasciatelo riposare per circa 5-10 minuti. Fatto ciò, svuotate la vasca e risciacquate l'ombrello con il braccio della doccia, prima con l'acqua calda e poi con l'acqua fredda, quindi asciugate l'ombrello con della carta assorbente, concentrandovi maggiormente sulle aste metalliche, per poi lasciarlo aperto nella vasca fino a quando non si asciugherà completamente. Se si tratta di colori vivaci, evitare di utilizzare l'ammoniaca.

Continua la lettura
56

L'alternativa all'ammoniaca è una miscela d'acqua calda e detersivo per piatti, il quale è sempre un buon metodo, soprattutto quando non si sa quale prodotto usare per pulire qualsiasi cosa. Strofinate quindi le zone colorate con una spugna, quindi risciacquate con acqua tiepida e lasciate asciugare. Se invece l'ombrello è di colore bianco, è consigliabile utilizzare la candeggina se le macchie fanno fatica ad andare via dal tessuto. In conclusione, seguendo queste utili e semplici mosse, riuscirete in pochissimo tempo a pulire e a conservare nella maniera corretta i vostri ombrelli. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per evitare la formazione delle macchie, è essenziale mantenere l'ombrello sempre asciutto, in quanto l'umidità può danneggiare il tessuto e corrodere le aste metalliche, così come il dispositivo di apertura e chiusura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 trucchi per smacchiare i vestiti bianchi

Se avete dei vestiti bianchi di cotone o anche di lana ed intendete smacchiarli, non è necessario acquistare dei prodotti chimici specifici bensì potete utilizzare quelli che avete in casa, miscelandoli con alcune sostanze come ad esempio sale, limone,...
Economia Domestica

Come smacchiare il divano

Ci sarà sicuramente capitato di voler pulire le varie superfici di cui sono composti gli arredi presenti nella nostra abitazione ma, sopratutto se non abbiamo molta esperienza con le pulizie, di non sapere quali prodotti utilizzare per eliminare correttamente...
Pulizia della Casa

Come pulire e smacchiare il marmo

Il marmo è una pietra decorativa ed è abbastanza diffuso in natura. Esso si può utilizzare per la realizzazione di tavoli e di piani di lavoro. Il marmo va soggetto a sporcarsi ed a graffiarsi per cui richiede paricolare attenzione quando viene utilizzato....
Pulizia della Casa

Come smacchiare poltrone e divani

Le operazioni di pulizia della propria casa si possono complicare nel momento in cui dobbiamo concentrare i nostri sforzi su determinate aree delicate della nostra abitazione. Per cui è fondamentale prendere le giuste precauzione onde evitare possibili...
Pulizia della Casa

Come smacchiare macchie di pomodoro e olio

Se mentre cucini, o durante il pranzo, ti capita di sporcarti con il pomodoro, oppure di macchiarti con l'olio, sai benissimo che toglierle entrambe non è facile, ma tuttavia non impossibile; infatti, ci sono dei metodi molto funzionali, per cui nei...
Pulizia della Casa

Consigli per smacchiare l'inchiostro rosso

Se abbiamo dei problemi legati a delle macchie di inchiostro rosso, quindi molto evidenti e difficili da rimuovere, allora sono necessari alcuni importanti prodotti, in grado prima di attenuare l'entità del danno, e poi consentirci di ottenere di nuovo...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la moquette

Quando si parla di moquette si fa riferimento ad un complemento d'arredo molto utilizzato, soprattutto nelle zone anglosassoni. Al giorno d'oggi, la moquette ha assunto un ruolo importante anche nel resto d'Europa. Si tratta di un pavimento alternativo...
Pulizia della Casa

Come smacchiare vari oggetti

Oggetti di ogni sorta, origine e provenienza pretendono di essere puliti e rimessi a nuovo. Ma sono così tanti e i materiali sono così diversi. Per non parlare poi della forma, vero cruccio delle casalinghe di tutto il mondo. Com'è possibile smacchiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.