Come pulire correttamente l'acquario dei pesci

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sapere come pulire l'acquario è indispensabile per mantenere felici ed in salute i pesci. Se la pulizia viene fatta regolarmente ogni settimana non diventa un lavoro difficile in quanto non si lascia il tempo per la formazione di infestanti. Leggendo questo tutorial si possono avere degli utili consigli e delle corrette informazioni su come pulire correttamente l'acquario dei pesci e tutelare la loro salute.

27

Occorrente

  • Secchio o tanica da 10 litri
  • Sifone per il fondo
  • Spugnetta e spazzolino
37

Se l'acquario è in una fase di allestimento bisogna aspettare 2/3 mesi dall'istallazione; in questo modo si permette di stabilizzare l'equilibrio dell'acqua. Infatti, un cambio dell'acqua nei primi mesi consente la formazione di microrganismi nel filtro. All'inizio è consigliabile pulire il vetro interno dell'acquario dove si formano le alghe. È opportuno utilizzare una spugnetta; non quella dei piatti che contiene agenti chimici. Mentre per pulire le parti più difficili è importante utilizzare una lama del rasoio.

47

In seguito bisogna aspirare l'acqua. Le tabelle consigliano il 10/20% per acqua dolce ed il 5% per quella salata. Se all'interno dell'acquario c'è un pesce malato bisogna cambiare il 25/50%; l'acqua deve essere messa all'interno di un secchio oppure in una tanica. A questo punto bisogna spingere il sifone nella sabbia per togliere tutta la sporcizia del fondale. Se nell'acquario ci sono dei pesci piccoli bisogna prestare attenzione in quanto possono essere aspirati.

Continua la lettura
57

Anche le decorazioni vanno pulite; bisogna utilizzare una spugnetta oppure uno spazzolino. Per una pulizia più completa occorre immergere le decorazioni in una soluzione di acqua con il 10% di candeggina per circa 15 minuti. Dopo questo periodo di tempo bisogna risciacquare con acqua bollente; poi occorre farle asciugare all'aria prima di metterle nell'acquario. È opportuno sapere che la produzione di alghe è dovuta a troppa luce, troppo cibo oppure mancanza di pulizia.

67

Per gli acquari salati bisogna controllare se sono presenti residui di sale causati dall'evaporazione dell'acqua. Essi si devono togliere dal bordo superiore e dal coperchio con una spugnetta. Adesso si deve preparare l'acqua da mettere nell'acquario. Per fare quella salata occorre l'acqua distillata a cui va aggiunto una tazza di sale ogni 8 l d'acqua. È consigliabile utilizzare gli strumenti usa e getta per la verifica della salinità dell'acqua; essa deve essere tra i 1021 e 1025; la temperatura deve essere tra i 24° ed i 28°. Per l'acqua dolce è più facile basta utilizzare l'acqua del rubinetto ed aggiungere un prodotto che rimuove i metalli nocivi.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciate sempre riposare l'acqua prima di inserirla nell'acquario per permettere al cloro di dissolversi
  • Non togliere i pesci dall'acquario per la pulizia
  • Non usare attrezzi usati in passato con sapone o altri prodotti chimici
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come allestire un acquario con apparecchiature elettriche

Possedere un acquario costituisce un impegno non indifferente. Prendersi cura dei pesci e della vegetazione dell'acquario richiede massima attenzione. Perciò prima di allestire un acquario è bene capire quanto possiamo dedicarci a questo passatempo....
Arredamento

Come installare un acquario a parete

L'acquario può essere senza dubbio definito uno dei migliori componenti d'arredo per trasmettere la bellezza di un fondale marino (anche se ricreato artificialmente) e la rilassatezza che produce il suono dell'acqua. Oltre al classico acquario, potrete...
Pulizia della Casa

Come pulire il fondo di un acquario

L'amore per i pesci si trasforma molto spesso in un acquario dai mille colori e pesci variegati. Stiamo parlando dell'acquariofilia, un hobby molto bello e divertente. Ma, come ogni cosa, richiede dedizione e tempo per la cura e manutenzione. In questa...
Pulizia della Casa

Come pulire un acquario in plexiglass

Ci troviamo nella condizione di avere u acquario in plexiglass e dobbiamo pulire Ke sue componenti. Avere acquario si sa ha le sue problematiche, per quanto possa essere bello averne in casa. C'è la necessità che periodicamente va cambiata l'acqua e...
Arredamento

Come scegliere un acquario decorativo

Gli acquari decorativi rappresentano una soluzione che è in grado di rispondere ad una duplice esigenza: da un lato rende l'habitat molto più confortevole per i pesci, dall'altro è una buona soluzione anche da un punto di vista arredativo, perché...
Pulizia della Casa

Come pulire lo schiumatoio dell'acquario

Lo schiumatoio riproduce nell'acquario marino l'effetto naturale delle onde che si infrangono sulla spiaggia che portano con loro, tramite la schiuma, le sostanze organiche disciolte nell'acqua. Con lo schiumatoio, in sostanza, viene impedito alle molecole...
Economia Domestica

Come decalcificare l'acqua

L'acqua è la bevanda più buona che esista al mondo, nulla la eguaglia, anche se apparentemente senza sapore ne colore, l'acqua è ciò che ci disseta più di ogni altra cosa. Ma spesso l'acqua scorre in posti piuttosto sporchi o pieni di calcare, che...
Esterni

Come costruire una vasca per le tartarughe d'acqua

Con una tartaruga in casa, bisogna partire con l'idea che più spazio c'è, meglio è. Si pensi alle dimensioni che raggiungerà la tartaruga una volta diventata adulta, specie se femmina. Si dimentichino, perciò, le vaschette "lager" con la palma di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.