Come pulire a fondo un banco da macellaio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il banco del macellaio, ma in particolare tutte le aree di lavorazione del cibo crudo richiedono un po' di attenzione nella loro manutenzione e pulizia. Molto spesso infatti i residui di cibo che possono rimanere accidentalmente sul ripiano, con il passare del tempo diventano un ricettacolo di germi e sporcizia, dovuto al progressivo deterioramento degli stessi. Possono trasferirsi sui cibi più recenti, causando, nel peggiore dei casi, malattie ed altro. Per questo motivo bisogna mantenere il banco da macellaio pulito. In questa guida spiegherò in maniera precisa e dettagliata come pulire a fondo il banco da macellaio.

26

Occorrente

  • Aceto, alcool acqua bollente e vapore
  • Soda caustica ed elementi per riparare mani e occhi
36

Fondamentale per ottenere un risultato eccellente la scelta dei materiali, in particolare quando si parla di carne e pesce, per quanto il legno risulti bello, rustico e caldo, è un materiale poroso che assorbe in profondità le eventuali parti liquide che fuoriescono durante le preparazioni e diventano impossibili da raggiungere ed eliminare durante la pulizia, pertanto molto meglio utilizzare materiali sintetici, che si possano trattare anche sostanze aggressive e sterilizzare ad alta temperatura come il teflon.

46

I prodotti per la pulizia sono molteplici: per una pulizia giornaliera delle superfici di lavorazione può andar bene iniziare sgrassando con aceto bianco, in grado di sciogliere buona parte dei residui unti crudi e cotti, seguito da una buona passata di alcol che toglie anche parte dell'odore. In questo modo vanno trattata i coltelli che non possono subire trattamenti termici che ne rovinerebbero il filo. Al posto di aceto ed alcol si possono usare amuchina, sgrassanti ed igienizzanti di ogni marca, meglio però almeno asciugare le superfici trattate evitando che asciugandosi da soli lascino sulle superfici patine di sostanze chimiche, ma francamente se si possiede una igienizzante a vapore è sicuramente meglio.

Continua la lettura
56

Di fronte ad uno sporco ostinato e di vecchia data, nel caso si stesse recuperando il bancone, acciaio e vetro possono al limite essere trattate anche con soda caustica, prodotto estremamente corrosivo e pericoloso. Se possibile, smontare quanti più pezzi removibili, ed immergerli nella soluzione caustica, per le parti inamovibili si possono utilizzare stracci imbevuti: servono in questo caso appositi guanti e protezione per gli occhi, i vapori emessi sono tossici. Ovviamente tali operazioni vanno fatte in ambienti ben areati e mai da soli. A fine lavaggio è necessario un accuratissimo risciacquo. Come si può vedere, per pulire il banco di lavoro esistono molteplici modi. Basta seguire i consigli riportati in questa guida per eseguire al meglio il lavoro richiesto ed avere infine un banco di lavoro pulito e pronto per essere usato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Pulitori, sgrassatori ecc, sul retro della confezione molto spesso riportano la x dei prodotti tossici, dopo il loro utilizzo si deve eliminarne i residui
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare una tabaccheria

Aprire un'attività commerciale in tempi di crisi, come quelli che stiamo purtroppo attraversando, rappresenta un po' una scommessa. Certo, occorre una buona dose di fortuna per avere successo, ma non possiamo affidarci esclusivamente ad essa: se vogliamo...
Arredamento

Come arredare una pescheria

L'arredamento, come ben sappiamo, è un elemento essenziale sia per le nostre abitazioni che per i negozi che arricchiscono le nostre città. In particolare, nella guida che segue, vi propongo una serie di suggerimenti per arredare al meglio una pescheria,...
Esterni

Come sistemare il garage

Il garage è uno spazio fondamentale dell'ambiente domestico. La sua funzione principale è quella di custodire le automobili, ma si possono riporre anche oggetti, scatoli oppure qualsiasi cosa inutilizzata che in casa non è possibile sistemare. In molti...
Economia Domestica

Spesa low cost: cosa comprare

Fare la spesa oggi è diventato un problema serio per molte famiglie, poiché i prezzi al consumo sono decisamente aumentati, mentre gli stipendi sono piuttosto bassi. Per potersi garantire i prodotti alimentari in grado di soddisfare il fabbisogno familiare...
Economia Domestica

5 errori da evitare quando fai la spesa al mercato

I prezzi del supermercato sono sempre più alti e gli alimenti freschi presentano una qualità sempre più bassa. Piano piano stiamo riscoprendo i vantaggi del fare la spesa al mercato, che a volte ha anche il vantaggio della filiera più corta. Tuttavia...
Economia Domestica

Cosa comprare per una spesa low cost

Per fare la spesa al supermercato, nonostante la convenienza di alcuni prodotti, spesso bisogna fare il conto con il budget a disposizione, per cui conviene optare per una soluzione atta a minimizzare il costo per comprarli. Fare dunque una spesa low...
Arredamento

Come arredare il soggiorno con un mobile bar

Se nel soggiorno di casa intendiamo completare l'arredamento con qualche oggetto utile, non c'è niente di meglio che inserire un mobile bar. In commercio, si possono trovare delle strutture complete di banco e credenza per la conservazione di bottiglie...
Pulizia della Casa

Come conservare le uova

Le uova non si possono lasciare sul banco della cucina in attesa di essere mangiate; bisogna utilizzare alcune piccole accortezze se si vuole che la fonte principale di proteine utili per l'organismo si mantiene intatta. Le uova sono un alimento delicato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.