Come progettare una cucina in muratura

di Laura Gerlero difficoltà: difficile

Come progettare una cucina in muraturaLeggi La cucina in muratura è affascinante e adatta soprattutto ad ambienti rustici, in stile country, ma scegliendo i giusti materiali può arredare in modo ottimale anche loft e case moderne.

Assicurati di avere a portata di mano: Carta millimerata metro matita mattoni malta piastrelle colla e stucco per piastrelle piano cucina in legno da piastrellare elettrodomestici vari mensole e ferramenta antine in legno

1 Come progettare una cucina in muraturaLeggi La prima operazione per la realizzazione della cucina in muratura è misurare bene l'ambiente: lunghezza di ogni parete, eventuali ingombri (spallette e pilastri, sporgenze), vuoti, nicchie, porte e finestre, ostacoli (termosifoni, impianti, vani tecnici, ecc), e le altezza delle pareti, soprattutto se si tratta di ambienti non regolari (tipo mansarde o taverne con travi a vista o vani sottoscala).
Misurare la posizione degli attacchi di acqua, gas e prese di corrente, sia rispetto ad una parete che rispetto al pavimento: è importante avere il loro giusto posizionamento per sapere dove collocare gli elettrodomestici e il lavello. Riportate quindi le dimensioni dell’ambiente su carta millimetrata e cominciate ad immaginare la vostra cucina: occorre prevedere almeno un modulo che contenga e sostenga il lavello, uno per il piano cottura con sotto il forno, ed eventualmente uno in cui incassare il frigorifero (di altezza superiore). Oltre allo spazio contenitore (interno dei “mobili”) si deve aggiungere l'ingombro della spalletta in muratura, che sarà di 8 cm (dimensione minima di un mattone) se lasciato a vista e di circa 10 cm se rivestito di piastrelle in ceramica. Il piano di lavoro (superficie orizzontale della cucina) sarà in legno (compensato marino resistente in ambienti umidi) rivestito in piastrelle.
Prevedete anche il tipo di chiusura dei contenitori: se inendete chiudere con antine in legno potete utilizzare quelle esistenti in commercio, disponibili nei negozi di bricolage, oppure realizzarle su misura (da sè o da un falegname).

2 Un lavello ad una vasca con sgocciolatoio (il ripiano per scolare i piatti) misura circa 80 cm di larghezza per una profondità di circa 40-45 cm. Se vi serve una doppia vaschetta calcolate almeno 120 cm di larghezza. Per il piano cottura dovete calcolare un ingombro minimo di 58-60 cm di larghezza per una profondità di 48-50 cm, ipotizzando uno standard con 4 fuochi. Sotto il piano cottura può trovare spazio il forno, che in alternativa potete collocare al di sopra del piano di lavoro. Il frigorifero da incasso ha un ingombro di 56x56 cm, con un'altezza di 145 cm (uno standard).
Una volta posizionati gli elettrodomestici passate alla progettazione degli spazi di lavoro e dei mobili contenitori, dei ripiani e delle mensole.
Trovata la soluzione ideale fate predisporre gli impianti (idraulico, elettrico e del gas) secondo il vostro progetto.
Cominciate quindi a costruire le spallette verticali: se intendete lasciare le spallette a vista scegliete dei mattoni di ottima fattura, magari fatti a mano, per evidenziare l'effetto rustico della composizione. Curate con cura i giunti di malta tra un mattone e l'altro, lasciate asciugare bene, secondo i tempi indicati dalla malta.
Rifinite quindi, se previsto, le spallette in muratura con l'intonaco e le piastrelle.

Continua la lettura

3 Posizionate il piano orizzontale della cucina: se avete scelto un piano in legno da rivestire rifinitelo con una base aggrappante e copritelo con le piastrelle.  Stuccate le parti in piastrelle e lasciate asciugare il tutto.  Approfondimento Cucina in muratura: guida alla realizzazione (clicca qui) Pulite bene con acqua e aceto la superficie piastrellata, per rimuovere ogni residuo di colla e stucco indesiderato.
Posizionate i vari elementi della vostra cucina: collegate gli elettrodomestici ai rispettivi impianti, inserite il lavello e il piano cottura sul ripiano, sigillate bene i giunti con il silicone.  Posizionate nei contenitori i ripiani in legno con delle staffette metalliche, badando di posizionare il ripiano più basso ad un'altezza da terra che permetta la pulizia del pavimento.  Fissare le antine di chiusura in legno utilizzando le cerniere metalliche di dimensione adeguata.. 

Non dimenticare mai: Proteggete il piano di lavoro piastrellato con un prodotto specifico antimacchia. Durerà più a lungo. In alternativa alle antine in legno potete usare delle tendine in stoffa, fissate con un bastone in metallo. Evidenzierà lo stile country della cucina.

Come realizzare una cucina da esterno Come Aprire Un Muro Per Realizzare Una Porta Cucina: arredi in sicurezza Come scegliere un lavello in ceramica per la cucina

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili