Come progettare un mobile da salotto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Aumentano sempre di più, soprattutto negli ultimi anni, gli appassionati del fai da te anche per quanto riguarda l'arredamento. La disponibilità dei materiali, grazie al diffondersi di rivenditori di attrezzature e materiali per farlo, ha aiutato molto. In effetti, oggi, risulta molto più economico progettarsi e costruire un mobile proprio. Ovviamente non è necessario farlo solo per un risparmio economico, ma anche per chi è appassionato, per chi vuole intraprendere questa attività o hobby del fai fa te. Queste progettazioni e realizzazioni sono perfette per le case moderne, ma anche per quelle rustiche e ancor più, le case adibite alle vacanze. I mobili su misura, progettati e costruiti con il fai da te, sfruttano meglio gli spazi a disposizione ed arredano, in maniera ottimale, ogni ambiente. I mobili da progettare possono essere tra i più svariati, ma in questa guida viene esposto come progettare un mobile da salotto, esponendo passo dopo passo ogni azione, in modo semplice e anche per ottenere degli ottimi risultati.

27

Occorrente

  • Misure e pianificazione su carta
  • Legno
  • Colla vinilica
  • Trapano e avvitatore
  • Tura pori - tinta ad acqua - finitura
  • Carta vetrata grossa e fine
  • Spugna e pennelli per tingere
  • Pennello per la colla
  • Reggi piani
  • Martello - chiodi e viti
37

Se si possiede un salotto che presenta spazi liberi, magari qualche angolo da riempire od anche un'intera parete da arredare, si potranno prendere tutte le misure nel dettaglio e progettare un mobile dotato di vani a giorno e di contenitori chiusi da sportelli. Il bello della progettazione, sta proprio nell'ottimizzazione e quest'ultima, dovrà considerare sia l'uso che si intende fare del mobile, che l'ambiente in cui andrà inserito, ciò in relazione alle dimensioni della parete o dell'angolo, che sono destinati ad accoglierlo. Quindi cercate di sfruttare al meglio questo vantaggio.

47

Se si opta per la progettazione di una libreria, sarà necessario procurarsi molto materiale (legno e vernici) e avere un minimo di dimestichezza con le operazioni di incollaggio e tintura, mentre per mobili di misure minori, tutto il processo diventa più semplice, incluso il montaggio e la verniciatura. Consideriamo che ogni mobile, dovrà essere provvisto di montanti laterali di sostegno e nel caso di strutture estese, anche di montanti interposti tra un lato e l'altro del mobile. La base del mobile potrà essere realizzata con una semplice tavola di legno o creando un vero zoccolo. Per non commettere errori, è bene pianificare il tutto realizzando un disegno su carta millimetrata e riportando le misure della stanza o dell'angolo da arredare, creando il disegno del mobile che intendiamo costruire. Vani a giorno che si alternano a qualche anta chiusa, costituiscono i mobili da soggiorno più funzionali, in cui riporre oggetti a vista nei piani (libri, soprammobili), ed altri oggetti meno estetici o delicati, negli sportelli. Realizzare misure dello spazio a disposizione, progettare secondo i propri gusti, secondo le necessità e spazi disponibili.

Continua la lettura
57

Realizzato il disegno del mobile, si è già a metà dell'opera. A questo punto si fa una lista del materiale e attrezzatura varia che servirà per la realizzazione e dopo ci si potrà recare in un brico center ed acquistare tutto il materiale occorrente. Meglio prediligere il legno massello, scegliendo tra legni meno pregiati (pino e abete) od orientandosi per legno più pregiato come il legno noce (per chi preferisce le tinte scure) o il frassino (per chi ama i colori chiari). Molto bello anche il legno di castagno, conferirà al mobile un aspetto rustico ma caldo. In questi negozi si potrà richiedere il taglio del legno, presentando l'elenco completo delle misure dei piani dei fianchi, della base e del cappello del mobile. È necessario anche acquistare del tura pori e della tinta ad acqua (se si intende tingere il mobile), ed infine, la finitura lucida o satinata, insieme alla colla vinilica e ai reggi piani. Le ante potranno essere acquistate già pronte o realizzate da noi.

67

Per assemblare le varie parti si inizierà dalla base, per poi montare i fianchi le traverse di rinforzo ed il cappello. Nel montaggio ci si avvarrà di colla vinilica e chiodi. I piani necessiteranno di supporti di sostegno, (in commercio se ne trovano diverse tipologie). Per tingere il legno si dovrà carteggiarlo con carta vetrata grossa e poi fine, passare il fondo (tura pori), carteggiare di nuovo con carta a grana fine, tingere con la vernice ad acqua e dopo asciugatura e leggera carteggiata rifinire con il lucido. Evitare sbavature di colla che non consentono alla tinta di impregnare il legno. Gli sportelli, qualora presenti, andranno fissati con delle cerniere.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione alla misure, sono importantissime.
  • Sfruttare al meglio il vantaggio di dover scegliere in base alle proprie esigenze

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come progettare una zona giorno

La zona giorno è il cuore pulsante di ogni casa, quello spazio che in cui si passa la maggior parte della giornata e in cui ci si sente liberi di fare quello che più ci aggrada: leggere, guardare la tv, ecc. Senza dubbio uno spazio condiviso con gli...
Esterni

Come progettare il giardino

Saper progettare il proprio giardino, che si ha a disposizione, è qualcosa che tutti vorrebbero fare, ma in particolar modo tutti vorrebbero essere in grado e quindi avere, le capacità di crearlo. Grazie a questa guida, questo desiderio potrebbe anche...
Ristrutturazione

Come progettare una taverna

Ogni villa che si rispetti ed ogni casa dei sogni, non può essere chiamata tale se non è provvista di una taverna, uno spazio abitabile (si può definire anche un mini appartamento) a cui si può accedere tramite una scala interna e, soprattutto, luogo...
Ristrutturazione

Come progettare una sala TV

Se nella nostra casa disponiamo di una stanza, il soggiorno per intenderci, abbastanza grande, potremo adibirla ad una sala TV. Naturalmente dovremo arredarla in base alle nostre esigenze. Per esempio potremo mettere un impianto Hi-Fi, quindi sarà necessario...
Arredamento

Come progettare un soffitto a cassettoni

Il soffitto a cassettoni ha bisogno di manodopera e di interventi strutturali adeguati. Esso è adatto per gli arredamenti classici degli appartamenti d'epoca e nelle ville prestigiose. Se si ama lo stile classico e si vuole conferire agli ambienti un...
Ristrutturazione

Come progettare una suite

La suite è la parte dell'albergo che solitamente si trova all'ultimo piano e dispone di una superficie più grande rispetto alle altre camere. Può essere paragonata alla grandezza di un appartamento, anche su più livelli. Nella suite ci sono tutti...
Ristrutturazione

Come progettare e ristrutturare un soggiorno

L’ambiente della casa che esprime tutta la nostra personalità è il soggiorno. Spesso desideriamo fare cambiamenti e dare una nuova vita al soggiorno con uno spazio aperto (open space) e un nuovo arredamento che lo renderà moderno, funzionale,...
Arredamento

Come arredare una cucina con finestra bassa

Quando si acquista un'abitazione molto particolare, è difficile giocare un po' con i vari mobili e con i vari accessori che possono dare all'ambiente un aspetto personalizzato e soprattutto un aspetto originale. Se avete acquistato una casa dotata di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.