Come progettare un impianto di videosorveglianza

di Edoardo Molinari difficoltà: facile

Come progettare un impianto di videosorveglianza Gli impianti di videosorveglianza sono utili strumenti per la sicurezza della casa e delle aree di lavoro. Grazie alle moderne videocamere diventa possibile monitorare qualunque ambiente da remoto, vigilando sulla sicurezza della propria casa e dei propri famigliari mentre ci troviamo in qualunque luogo. In casi particolari la videosorveglianza viene anche utilizzata per studiare ambienti naturali difficilmente raggiungibili o nei quali non si desidera sostare per la propria incolumità (sorveglianza di aree eruttive) o per preservarne l'equilibrio ecologico (riserve naturali). In questa guida viene spiegato come realizzare un impianto di videosorveglianza ad un costo contenuto e con una buona qualità video.

Assicurati di avere a portata di mano: WebCam Computer (anche un modello poco prestante e datato)

1 Il modo più rapido ed economico per realizzare un impianto di videosorveglianza consiste nello sfruttare un comune computer portatile od un computer fisso dotato di videocamera web. Posizionando la videocamera in modo da inquadrare l'area che desideri tenere sotto controllo potrai sia vedere che registrare tutto ciò che passa sotto il tuo occhio digitale semplicemente collegandoti in sessione da remoto sul computer che hai lasciato a guardia della casa. Nei sistemi operativi windows e nelle maggiori distribuzioni Linux sono già inclusi tutti i programmi necessari per effettuare il collegamento da remoto, comandare la videocamera (zoom, luminosità, angolazione) e registrare il flusso video. I vantaggi di utilizzare un computer come tramite verso la webcam sono molteplici: puoi anche pensare di programmare il computer per accendersi e spegnersi od inviarti un avviso quando rileva un movimento nell'area videocontrollata. Purtroppo se scegli di utilizzare la webcam integrata in un portatile avrai delle forti limitazioni per quanto riguarda la possibilità di modificare l'area inquadrata.

2 Un altro modo per poter videosorvegliare una zona è l'utilizzo di webcam ip: particolari webcam che grazie ad un server video incorporato possono trasmettere in autonomia il segnale video attraverso internet verso un qualunque dispositivo mobile (portatile, cellulare, palmare, etc). Il costo di queste soluzioni varia molto in base ai requisiti desiderati, ma le potenzialità sono molto invitanti. Numerosi modelli consentono un uso molto versatile e permettono (a costi ragionevoli) di creare un vero e proprio sistema di controllo e registrazione a distanza.

Continua la lettura

3 Un'ultima soluzione consiste nello sfruttare i lati migliori delle due precedenti: puoi infatti combinare l'uso di un computer controllato da remoto con più webcam a basso costo opportunamente cablate.  In questo caso avresti la flessibilità ed i costi contenuti di una soluzione semplice come la prima esposta, ma le potenzialità di controllo tipiche delle webcam ip.  Approfondimento Come affrontare la riforma del condominio (clicca qui) L'uso del computer come server video ti permette infatti di gestire comandi molto complessi e può consentire la registrazione e l'archiviazione dei video di sicurezza (anche online tramite servizi di cloud video).. 

Non dimenticare mai: Ricorda che le aree soggette a sorveglianza video devono essere opportunamente segnalate

Come installare una telecamera a circuito chiuso Come rendere più sicura la propria casa Come utilizzare la webcam come videocamera di sorveglianza Guida alla casa domotica

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili