Come progettare i punti luce in una casa

di Davide D. difficoltà: facile

Come progettare i punti luce in una casa Una casa, quando viene ristrutturata, va corredata di un impianto di illuminazione adeguato, fatto con tanti punti luce e ognuno per una specifica funzione. Infatti, i punti luce sono utili per accendere le luci in una stanza e spegnerle all'uscita, oppure per sezionare un impianto, accendendo a turno un lampadario, un applique o delle lanterne. In questa guida ci sono quindi alcuni consigli, su come progettare i punti luce.

1 Per prima cosa è da tener presente che i locali di dimensioni medie, richiedono almeno 4 o 5 fonti di luce, e nel caso siano più piccoli, ne basteranno tre. Se i locali invece hanno delle pareti scure o della tappezzeria, la luce viene assorbita maggiormente, per cui è necessario aumentare il numero di punti luce oppure utilizzare lampadine con una maggiore potenza di Watt.

2 Come progettare i punti luce in una casa Per creare un effetto armonioso, le lampade da tavolo e quelle da terra, dovrebbero arrivare alla stessa altezza e avere forme e materiali simili. Le lampade da tavolo non devono essere alte più di una volta e mezzo il tavolo, ed il diametro del paralume non deve mai superare la superficie del piano. Nel caso in cui necessitiamo di punti luce per la lettura, come ad esempio sulla parete posteriore ad un divano, se si usano lampade da pavimento basta collocarle a terra, mentre la lampada per l'illuminazione, va posizionata di tipo regolabile in modo che la luce possa illuminare la lettura dall'alto. Per personalizzare gli interruttori in base alle proprie abitudini, conviene specie se siamo mancini, fare in modo che l'accensione o lo spegnimento avvenga senza disagi, per cui la fonte di luce, si colloca a destra in modo che mani e braccia non fanno ombra. Nel caso in cui bisognerà progettare dei punti luce per guardare la televisione senza affaticare la vista, è necessario utilizzare una lampada da soffitto, quindi la progettazione deve prevedere un punto luce di intensità regolabile, posizionato ad una distanza tale da non riflettere sullo schermo del televisore.

Continua la lettura

3 I vantaggi di un impianto corredato di molti punti luce, consente quindi di sezionare tutte le luci di casa, senza necessariamente alzarci dalla poltrona per spegnere un paralume, oppure camminare nel buio per raggiungere il lato opposto della stanza per accenderle.  Un impianto elettrico di illuminazione consente quindi grazie ai punti luce, di usufruire di commutatori che inoltre offrono la possibilità di accendere le luci di un lampadario a metà o per intero e quindi con un risparmio energetico da non sottovalutare ai fini economici.. 

Come scegliere il colore giusto delle luci per la casa Guida per l'illuminazione della casa Come posizionare le luci in casa Guida alle luci del giardino

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili