Come preparare un anticalcare per la lavatrice

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il calcare è il nemico numero uno della nostra lavatrice e per farla durare a lungo dobbiamo necessariamente utilizzare un anticalcare. In commercio ne esistono di tanti tipi e di svariate marche, ma a volte i costi sono abbastanza elevati. È per questo fondamentale riuscire a realizzarne uno con le proprie mani.
Vediamo dunque, con questa guida, come preparare un anticalcare per la lavatrice.

26

Occorrente

  • Aceto
  • Bicarbonato di sodio
  • Acido citrico
36

La formazione del calcare crea diversi problemi agli ingranaggi e di conseguenza al buon funzionamento della nostra lavatrice, rischiando di metterla definitivamente fuori uso. Per prevenire la formazione del calcare, possiamo preparare autonomamente un anticalcare a base di aceto, un componente naturale, adatto anche alle pelli più sensibili. I prodotti normalmente in commercio, invece, utilizzano agenti chimici aggressivi per la pelle; con questo anticalcare naturale invece proteggeremo i nostri capi e di conseguenza la nostra pelle dagli attacchi degli agenti chimici che, specialmente nei soggetti con la pelle particolarmente sensibile, possono creare fenomeni di dermatiti o di eczemi diffusi in tutto il corpo.

46

Per preparare un anticalcare casalingo basterà versare nel cestello all'incirca 1L di aceto e far fare un lavaggio a vuoto alla nostra lavatrice a temperatura elevate per permettere all'acidità naturale dell'aceto di sciogliere il calcare esistente. Come alternativa, possiamo scegliere di utilizzare una quantità di aceto minore e di aggiungerla alla lavatrice ad ogni ciclo di lavaggio. Possiamo introdurre l'aceto nello scompartimento dell'ammorbidente così da farlo entrare in circolo al momento del risciacquo, per evitare che possa interferire con il detersivo utilizzato per il lavaggio. Un'altra possibilità è quella di utilizzare del bicarbonato di sodio da aggiungere al normale detersivo.

Continua la lettura
56

Un'altra possibilità per preparare un anticalcare è quella di utilizzare l'acido citrico. Basterà versare 100mL di una soluzione contenente circa il 15-20% di acido citrico al posto dell'ammorbidente. Così facendo non soltao proteggeremo la nostra lavatrice dal calcare, ma renderemo i nostri capi ancora più morbidi. Questa stessa soluzione può essere utilizzata, in quantità maggiori, in un ciclo a vuoto della lavatrice per un'azione più intensa. Insomma, di modi per proteggere la nostra lavatrice dal calcare in modo naturale e poco dispendioso ce ne sono tanti e sono tutti molto veloci. A giovare di questi trattamenti, quindi, non sarà soltanto la lavatrice, ma anche la nostra salute.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 rimedi anticalcare fai da te

La presenza del calcare in ambienti domestici si riscontra soprattutto in quelle zone in cui cade o scorre acqua. Si tratta di un elemento naturale che rischia di interferire con il normale funzionamento degli elettrodomestici casalinghi e di creare problemi...
Pulizia della Casa

Come utilizzare l'aceto bianco per le pulizie domestiche o come anticalcare

Avete mai provato a utilizzare l'aceto bianco, oltre che per uso alimentare, anche nelle pulizie domestiche? Questo derivato del vino ha ottime capacità sgrassanti, detergenti e anticalcare, ed è un eccellente aiuto anche nel togliere i residui dei...
Pulizia della Casa

Consigli per rimuovere il calcare dal soffione della doccia

Quante volte farsi una doccia diventa operazione improvvisamente disagevole a causa del non corretto funzionamento del soffione dal quale viene erogato il getto d'acqua? Spesso si ritiene erroneamente che ciò rappresenti un problema insormontabile o...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare dal tubo flessibile della doccia con cotone idrofilo

Eliminare il calcare dal tubo flessibile della doccia è molto difficile in quanto il prodotto utilizzato (aceto o anticalcare) tende a scivolare e sgocciolare completamente tal tubo. Così il prodotto perde la sua efficacia e si rischia di sprecare e...
Pulizia della Casa

Come togliere i segni di calcare intorno ai rubinetti

Il calcare minaccia ogni superficie a contatto con l'acqua, dai rubinetti agli elettrodomestici. Se nel caso dei primi è visibile esternamente, nella lavatrice o nel frigorifero si accumula all'interno compromettendone il funzionamento. Il calcare, o...
Economia Domestica

Consigli per decalcificare la caffettiera

Il calcare è uno degli elementi naturali, che si forma su qualsiasi superficie a contatto con l'acqua. La sostanza appare ben visibile quando si asciuga, creando non pochi problemi soprattutto dal punto di vista estetico se si parla di pentole, posate...
Pulizia della Casa

Rimedi naturali per pulire il soffione della doccia

Il soffione noto anche come “cornetta” o “telefono”, nel caso di quelli dotati di impugnatura dalla forma che ricorda questi due oggetti, è uno fra gli elementi più soggetti ad usura della doccia. Le incrostazioni di calcare sono sicuramente...
Pulizia della Casa

Come sostituire il flessibile doccia

Una doccia è certamente delicata. Probabilmente anche più di altri componenti domestici. Ciò dipende dal suo uso intensivo. Utilizziamo la doccia ogni giorno. L'uso quotidiano e regolare non può che usurare la doccia. I singoli componenti della doccia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.