Come piastrellare uno spazio esterno

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete un grande giardino con delle pareti non intonacate e vorreste piastrellarle, vi basterà leggere questa guida per avere un'idea di come procedere per farlo. Ovviamente vi servirà una buona dose di manualità e di spirito di iniziativa.

26

Occorrente

  • Piastrelle
  • Pala
  • Betoniera
  • Cazzuola
  • Livella
  • Rete di sottofondo
  • Per la malta bastarda: cemento, sabbia, acqua, calce idraulica
36

La prima fase consiste nella preparazione del terreno. Muniti di una pala iniziate a scavare il terreno per circa 10 cm allo scopo di rimuovere lo strato d’erba, quando presente, e di appianare al meglio la superficie. Una volta che avete lisciato il terreno vi consiglio di cospargerlo con uno strato di sabbia. Questo strato di sabbia è indispensabile per la fase successiva: il fissaggio della rete di sottofondo metallica. Il metallo di cui è costituita la rete non deve infatti venire a contatto con l’umidità del terreno perché altrimenti va incontro ad un processo di ossidazione che rischia di compromettere l’integrità del calcestruzzo.

46

La seconda fase consiste nell’adagiare la rete di sottofondo al di sopra dello strato di sabbia con cui avete ricoperto il terreno. Questa rete assume particolare importanza in quanto tende ad aumentare la resistenza ai cedimenti del terreno e a fatica della superficie.

Continua la lettura
56

La terza fase consiste nella preparazione della malta bastarda. Si tratta di una miscela composta da legante, inerte ed acqua che da vita ad un impasto plastico che tende ad indurire. Per preparare la malta bastarda, ci occorrono cemento, sabbia, calce idraulica e acqua. La quantità di malta bastarda da preparare dipende chiaramente dall’estensione e dalla profondità della superficie. In genere, per 75 kg di cemento occorrono 50 kg di calce idraulica e 4 carriole di sabbia. Questa dose è sufficiente per posare circa 15 piastrelle (50x50cm). Fate quindi i calcoli a seconda delle vostre esigenze. La quantità di acqua da aggiungere, dipende dalla consistenza plastica che volete ottenere. Vi consiglio di preparare la malta bastarda utilizzando una betoniera: impastare il tutto con una pala richiede molto tempo ed è davvero molto faticoso. Una volta che la malta è stata preparata va impiegata immediatamente.

66

La quarta fase consiste nella posa delle piastrelle. Le piastrelle vanno fissate al di sopra di uno strato di malta. Con l’aiuto di una pala, spostate sul terreno la malta e lisciatela con una cazzuola. Posate la piastrella sulla malta e picchiettatela in modo da fissarla perfettamente. Con l’aiuto di una livella a bolla controllate ovviamente se è in piano. Procedete così fino a fissare tutte le mattonelle ad una ad una e bagnate infine tutta la superficie. Cercate assolutamente di non calpestare le piastrelle fino al completo indurimento della malta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come piastrellare il marciapiede

Il marciapiede è una parte fondamentale della strada. Esso garantisce la massima sicurezza ai pedoni, fornendo un riparo dalla circolazione delle automobili. Molto spesso, troviamo marciapiedi realizzati con piastrelle anziché in asfalto semplice. Questo...
Ristrutturazione

Come fare un mosaico sul pavimento di casa

Realizzare un mosaico sul pavimento della propria abitazione rappresenta un lavoro noioso e disordinato, ma il risultato ottenuto potrebbe costituire un design prezioso oppure incrementare addirittura il valore della casa. Prima di cominciare con la realizzazione,...
Ristrutturazione

Come posare un pavimento di marmo

Il pavimento in marmo è un classico. Diffusissimo in tutta Italia, alza decisamente il valore di un immobile. Gli stili sono molteplici e anche le tipologie di marmo. La diffusione di questi pavimenti è dovuta alle proprietà stesse del marmo: semplice...
Ristrutturazione

Come eliminare le crepe dai muri

Spesso in una casa si presentano delle crepe sui muri, dovuti a cedimenti piccoli della struttura, oppure all'umidità, ma talvolta può dipendere anche da intonaci fatiscenti. Usando materiali adatti come cemento, calce e malta, gli interventi di riparazione...
Ristrutturazione

Come preparare le pareti prima di piastrellare

Come vedremo nel corso di questa guida, un lavoro di applicazione di piastrelle sopra una parete non può essere lasciato al caso. Un simile lavoro dev'essere progettato con attenzione in ogni specifica fase, sia in quella iniziale che consiste nella...
Ristrutturazione

Come piastrellare un pavimento in ceramica

Piastrellare un pavimento in ceramica può risultare un lavoro piuttosto complicato ed impossibile, in realtà questo non è del tutto vero poiché osservando qualche semplice indicazione e facendo particolare attenzione ai passaggi da seguire, l'operazione...
Ristrutturazione

Come usare lo stucco per piastrellare

L'uso e il passaggio ottimale dello stucco, consente dii riempire le fughe delle piastrelle migliorandone la durezza nel corso del tempo. Come vedremo nella scelta del materiale, sono tanti i fattori da tenere in considerazione. La scelta di un giusto...
Ristrutturazione

Come piastrellare le scale

Se abbiamo una vecchia scala in muratura che si presenta particolarmente danneggiata oppure il colore non ci soddisfa più, possiamo rivestirla con delle piastrelle, seguendo però delle specifiche linee guida, atte a garantire la giusta posa nonchè...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.