Come organizzare i lavori domestici

di Barbara Pastorelli difficoltà: media

Come organizzare i lavori domesticiLeggi La casa è in assoluto il luogo dove poter stare bene, il rifugio adibito, in ogni particolare, alle proprie esigenze e abitudini ma ogni ambiente da vivere, richiede anche un impegno non indifferente per mantenerlo pulito, fresco ed accogliente. Se però impariamo ad organizzare i lavori domestici, avremo sempre una casa ordinata e il tempo da dedicare anche a noi stesse.

1 Innanzi tutto, chiedete giornalmente collaborazione ai vostri familiari, anche ai bimbi che cresceranno meglio se abituati a riporre giocattoli o libri di scuola negli appositi spazi, a buttare nella spazzatura la carta della merendina o a eseguire altre piccole mansioni, adatte a loro, così come il nostro compagno potrà senza dubbio darci una mano, specialmente nei lavori più pesanti. Una casa senza caos è infatti più semplice da pulire a fondo, soprattutto non ci scoraggeremo di fronte ad un mare di oggetti da sistemare e ci dedicheremo con più cura ai compiti casalinghi.

2 Dividiamo le pulizie domestiche in giornaliere, settimanali e mensili, in questo modo riusciremo a non tralasciare nulla. Tutti i giorni arieggiamo gli ambienti e dedichiamoci al rassetto dei letti, alla pulizia del bagno e alla divisione della biancheria e all’avviamento della lavatrice, poi rechiamoci in cucina dove ci preoccuperemo di svuotare la lavastoviglie, che avremo messo in funzione la sera prima e togliamo le tazze della colazione. Se non l’abbiamo fatto dopo cena, ogni mattina puliamo i fornelli e i piani utilizzati per la preparazione di cibi, per togliere tracce di olio e briciole. In soggiorno dovremo rassettare eventualmente i cuscini dei divani e, specialmente se viviamo in appartamenti esposti su strade trafficate, non far mancare al mobilio una veloce spolverata giornaliera con un buon prodotto antistatico; infine passiamo l’aspirapolvere in tutta la casa e laviamo i pavimenti in bagno e in cucina.

Continua la lettura

3 Tutti i lavori cosiddetti di “routine”, in pratica non ci prenderanno moltissimo tempo e perciò, settimanalmente programmeremo di fare più a fondo una stanza per volta, lasciandola come ultimo ambiente.  Dedicheremo una giornata al cambio delle lenzuola, alla pulizia dei punti nascosti della stanza, alla sistemazione dei cassetti e degli armadi, il giorno dopo faremo una profonda pulizia ai bagni, cambiando asciugamani, lucidando specchi e box doccia.
Quando sarà la volta del soggiorno passeremo a fondo tappeti e soprammobili, quadri e vetrinette varie, mentre in cucina, oltre ai consueti gesti, faremo anche attenzione a sgrassare e riordinare bene i pensili, piuttosto che il frigorifero o i cassetti delle posate; programmeremo infine un giorno per lo stiro.  Approfondimento Come stirare consumando poca corrente elettrica (clicca qui)
Mensilmente, oltre alle pulizie accurate di una stanza, aggiungeremo anche la pulizia delle finestre, dei balconi e delle porte, stenderemo la cera sui pavimenti, se necessaria, e faremo brillare i nostri lampadari.. 

Come scegliere una cucina Come organizzare la zona lavanderia Come modificare le dimensioni di una stanza Progettare la camera dei bambini

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili