Come organizzare gli spazi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al giorno d'oggi un appartamento di piccole dimensioni è molto richiesto, ed a volte finisce per essere una scelta praticamente obbligata per le piccole famiglie o per le persone che hanno l'intenzione di trascorrere in maniera indipendente la loro vita. Inoltre, grazie ai suoi costi contenuti, molto spesso può risultare preferibile rispetto ad un alloggio di grande metratura. Tuttavia il principale difetto che presenta un ambiente piccolo e che non deve necessariamente essere sinonimo di disordine e di mancanza di spazi, a cui si tende ad andare incontro. A tal fine esistono diversi piccoli trucchi, infatti, che consentono di ottenere, con poco spazio a disposizione, le medesime funzionalità di un appartamento che presenta delle dimensioni maggiori. In questa semplice ed esauriente guida vi daremo alcuni piccoli consigli per poter arredare il proprio appartamento in modo tale da riuscire a sfruttare e ad organizzare, perfettamente, lo spazio a propria disposizione. Vediamo, dunque, come bisogna procedere.

26

Occorrente

  • seguire i consigli riportati nella guida
36

Per prima cosa possiamo iniziare ad analizzare la camera da letto, ottimizzando la spazio disponibile. L'elemento centrale della stanza è sicuramente il letto. Questo, sia se si tratti di un letto singolo che di uno matrimoniale, può diventare un vero e proprio alleato. Il trucco, in questo caso, consiste nello scegliere un modello a cassettone in cui è possibile andare a sistemare le lenzuola, le coperte, i piumoni oppure le scatole delle scarpe. Per ottenere questo tipo di scopo, chiaramente possono risultare molto utili i “sacchetti per il sottovuoto” che, utilizzando l'aspirapolvere, consentono di comprimere alla perfezione una grande quantità di indumenti. Tra l'altro, facendo un piccolissimo esempio, questi sacchetti possono tornare indispensabili nel caso dei grossi piumoni invernali. Per quanto concerne il letto, invece, un altro trucco che è possibile adottare a proprio favore consiste nello scegliere un modello la cui testata oppure le parti laterali possono essere sfruttate come mensole per riporvi dei libri, o da appoggio per altri piccoli oggetti. Un altro componente di arredo assolutamente utilissimo in una camera da letto, è sicuramente l’armadio. Dovendo selezionare un modello ad ante scorrevoli, è possibile economizzare lo spazio disponibile che, nel caso di altri tipi di armadio, servirebbe per l'apertura delle ante. Pertanto è possibile collocarlo frontalmente oppure lateralmente al letto, senza lasciare troppa distanza tra i due. Piccolo o grande che sia, è necessario ottimizzare il potenziale del proprio armadio nel migliore dei modi, come gli altri mobili di arredamento. Inoltre una buona idea è quella di acquistare, ad esempio, un portacravatte da appendere direttamente all'interno oppure utilizzare delle scatole per sistemare e per organizzare eventuali accessori come cappelli, sciarpe, scarpe e molto altro. Anche la parte superiore dell’armadio può diventare un ulteriore ripiano, su cui poter appoggiare delle scatole, preferibilmente colorate ed in perfetto abbinamento con il resto dell'arredamento, al cui interno sarà possibile riporre altre coperte oppure gli abiti che si desidera mettere temporaneamente mettere via durante il cambio di ogni stagione. Per completare la propria camera da letto, a questo punto è possibile passare ad analizzare altri elementi di arredo, valutando se inserire o meno, a seconda dello spazio rimanente, uno o due comodini, una specchiera o altri mobiletti che potrebbero tornare comodi. È sufficiente disporre di una piccola parte di parete, ad esempio dietro la porta, per poter collocare una scarpiera di dimensioni ridotte. A tal fine, in commercio è possibile reperire una vasta gamma di modelli davvero sottili. Inoltre, uno spazio piccolo, magari ai lati dell’armadio, può diventare un ottimo “nascondiglio” per alcune scatole oppure per oggetti non proprio gradevoli alla vista, come ad esempio, l’asse da stiro. Per concludere, non occorre dimenticarsi di sfruttare anche le proprie pareti. Infatti, un altro buon consiglio che vi diamo è quello di utilizzare, per esempio, degli “appendini” colorati per sistemare eventuali collane, bracciali, foulard, o delle mensole da poter posizionare a differenti altezze.

46

Il secondo ambiente che dovrebbe essere analizzato e sfruttato nel migliore dei modi è sicuramente la cucina. Nonostante la limitatezza dello spazio disponibile, è possibile trovare tranquillamente delle soluzioni comode ed anche economiche, semplicemente consultando i vari siti di arredamento oppure i cataloghi dei grandi rivenditori. Gli elementi che non possono mancare in una cucina sono sicuramente il frigorifero, il piano cottura con forno, la cappa ed il lavello con il relativo scolapiatti. Già questi elementi possono fare in modo di riuscire ad organizzare, nel migliore dei modi, la propria cucina. Nella parte superiore dello scolapiatti, ad esempio, una buona idea è quella di lasciare stabilmente i piatti, i bicchieri, le tazze e gli altri elementi del servizio che si utilizzano quotidianamente, in modo tale da non doverli sistemare in altri mobili. La cappa lasciata a vista potrebbe essere un bell'elemento decorativo, anche se per un appartamento di piccole dimensioni è preferibile optare per una cappa con dei filtri realizzati in carbone e sostituibili. In questa maniera, infatti, non occorrerà fare ricorso al cosiddetto “il tubo aspirante”, che generalmente occupa tutto quanto il pensile sopra il piano cottura. Pertanto in questo caso risulterà essere libero ed a propria completa disposizione. Anche la parte superiore del frigorifero può essere utilizzata come un utilissimo e comodo piano d’appoggio. Se l’ambiente è abbastanza grande da ospitare degli altri elementi d’arredo, è buona regola cercare di variare la costituzione di pensili e le basi, tentando di inserire, oltre ai vari ripiani, anche qualche cassetto o il comodo cestello estraibile. Comodo e funzionale potrebbe risultare anche un piccolo mobiletto o carrellino, da sfruttare sia per sistemare particolari alimenti che non necessitano di essere conservati in frigorifero, come le cipolle, l'aglio, le patate, ma anche per avere un ulteriore piano d’appoggio.

Continua la lettura
56

L’ambiente che generalmente viene maggiormente sacrificato, nelle case di piccole dimensioni, è il bagno. Tuttavia anche per questa stanza esistono diverse accortezze da utilizzare per arredarlo ottimamente. Per prima cosa occorre tenere in considerazione che sarebbe preferibile non utilizzare un semplice specchio posizionato sopra il lavandino, ma scegliere un mobiletto con una specchiera ed un ripiano centrale, magari provvisto di piccole ante laterali in cui andare a riporre prodotti come creme, saponi, spazzole e quant'altro. Sotto il lavandino, invece, è consigliabile inserire un sotto-lavabo, particolarmente utile per riporre i detersivi, la carta igienica, le scorte di saponi, i dentifrici ed altro ancora. Mobili di questo genere possono essere acquistati in misure standard, oppure si possono anche ordinare su misura, in modo tale che si avrà la completa autonomia di decidere come utilizzare lo spazio disponibile nel migliore dei modi. Il classico set da bagno, composto da porta sapone, da un bicchiere porta spazzolini ed altri utili elementi, può essere direttamente posizionato sul proprio lavandino. Nel bagno, generalmente, si deve andare a ricavare anche lo spazio da riservare per la lavatrice. Una volta trovata quella delle dimensioni adeguate, anche questa può rappresentare un comodo ripiano su cui andare a posizionare dei detersivi e delle bacinelle. Inoltre può anche essere sormontata da un pensile oppure da una scaffalatura. All’interno della doccia o sopra la vasca da bagno, si può anche posizionare la classica “angoliera” oppure vari appendini, per avere sempre a portata di mano elementi come spugne, bagno schiuma, shampoo, e non solo.

66

Generalmente anche negli appartamenti più piccoli non manca una zona adibita a soggiorno, molto spesso unita o che costituisce un vero e proprio prolungamento dell’ambiente cucina. È necessario misurare attentamente lo spazio a propria disposizione, per cercare di comprendere se è possibile inserire un divano molto più comodo e utile in quest'area, rispetto alle classiche poltrone. Anche per il divano si può optare per un modello contenitore in cui riporre dei plaid, delle tovaglie oppure, ad esempio, i comuni panni da stirare. Si deve cercare di inserire in quest’ambiente anche una parete sufficientemente attrezzata. Ne esistono di ogni genere e di svariata misura, e sono utilissime per trovare un'ottima collocazione alla televisione, alle lampade, alle cornici, ai libri, ai cdrom o dvd, a vari documenti e per molto altro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come arredare una grande cucina

Spesso, ci si pone il problema di come arredare una cucina di piccole dimensioni senza sapere che, anche per gli spazi ampi, sussiste la medesima difficoltà. Infatti, arredare una grande cucina, chiamata anche cucina abitabile, richiede un grande sforzo...
Arredamento

Come realizzare uno scolapiatti murato

Lo scolapiatti è un accessorio indispensabile in cucina. Dopo i pasti principali siamo soliti lavare i piatti. Laviamo bicchieri, posate e tutto ciò che usiamo per mangiare. Il modo migliore per asciugare i piatti è posizionarli in uno scolapiatti...
Arredamento

Come organizzare gli spazi in cucina

La cucina solitamente è il posto più utilizzato dopo il soggiorno e il bagno. Infatti in questo ambiente passiamo buona parte della giornata per cucinare, o anche per riunirsi con amici o amiche per un buon caffè, e sapere come organizzarne gli spazi...
Ristrutturazione

Come Progettare Una Cucina Modulare

Questa guida offre i primi elementi necessari per comprendere la natura modulare delle normali cucine componibili, cioè gli standard dimensionali a cui si adeguano tutti i produttori europei. Questo consente di avere gli strumenti per progettare, nelle...
Arredamento

Trucchi per arredare una casa piccola

Abitare in una casa piuttosto piccola può essere anche vantaggioso, perché si riducono notevolmente i costi del riscaldamento e dell'arredamento oltre a pulirla in pochissimo tempo. In una casa di piccole dimensioni bisogna sfruttare al meglio ogni...
Ristrutturazione

10 consigli utili per realizzare un bagno in un piccolo spazio

Se in casa avete una stanza da bagno decisamente piccola, per ottimizzare lo spazio a disposizione, potete adottare alcune tecniche di arredo, oppure optare per delle soluzioni alternative ugualmente funzionali. In riferimento a ciò, ecco una lista...
Arredamento

Come scegliere i pensili della cucina

Spesso, al momento della progettazione di una cucina nuova ci si concentra esclusivamente sulle sue funzionalità e sulle varianti di colore, rischiando di dimenticare dettagli importanti. Infatti, il carattere della stanza può cambiare profondamente...
Arredamento

Come scegliere la cappa

La cappa è una componente della cucina che serve ad assorbire odori, fumi e vapori. Questi ultimi, che vengono prodotti durante la cottura del cibo, sono abbastanza persistenti e trasferiscono unto e grasso sui fornelli e sulla cappa stessa. Questo innovativo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.