Come macinare il pepe

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il pepe è una delle spezie più usate al mondo grazie al suo speciale sapore. E’ ricavato da una pianta, che una volta essiccata assume delle colorazioni diverse in base agli acini contenute nella pianta come il nero e il verde. Capita a molte persone quando si trovano in vacanza di acquistare del pepe locale per portarlo come souvenir, ma nella maggior parte dei casi sorgono sempre dei problemi quando bisognare macinarlo. Con questa guida vedremo attraverso dei semplici passaggi come macinare il pepe.

24

Macinare il pepe

Sono molti i metodi usati per macinare il pepe, la maggior parte di essi sono metodi molto antichi usati quando l’energia elettrica non era ancora disponibile. Lo strumento che veniva maggiormente usato era il classico macinino a manovella, che permetteva di macinare il pepe in maniera veloce e senza spreco di energia. Un altro metodo è quello di racchiudere gli acini di pepe all’interno di una tovaglia di stoffa, per poi schiacciarla con pietre o martelli di legno.

34

Gli strumenti utilizzati

Analizziamo a fondo i tre strumenti che vengono maggiormente usati per macinare il pepe. Il macinino è lo strumento più diffuso e preferito rispetto ai moderni frullatori, grazie alla sua capacità di sminuzzare il pepe senza polverizzarlo. Infatti le pietanze come il classico filetto al pepe verde richiede che gli acini rimangono quasi per interno. Il vantaggio quindi del macinino a manovella, è che consente di racchiudere l’aroma, senza disperderlo nell’ambiente e di poggiarlo sul tavolo per macinare e arricchire all’occorrenza i piatti serviti con pepe fresco. Il mortaio, può altresì essere una buona soluzione, in quanto se ne possono macinare grandi quantità, controllarne gradualmente la macina e non se ne disperde il quantitativo. La macina del pepe in tovaglie di stoffa va invece effettuata nel seguente modo: si prendono gli acini di pepe, si bagnano leggermente, dopodiché si avvolgono a palla nella tovaglia e si schiacciano con un martello pesante. Man mano che si ottiene la macina, gli acini vanno versati e passati al setaccio dopodiché messi ad asciugare al sole per disidratarli nuovamente e per poi racchiuderli in barattoli e conservarli.

Continua la lettura
44

Utilizzare i macinini elettronici

Se non avete la passione di macinare il pepe usando i metodi di una volta, potete utilizzare i macinini elettronici. In questo caso è consigliabile acquistare quelli con le lega intercambiabili, che sono in grado di dosare il taglio per evitare di ottenere polvere di pepe. Questo ci permetterà di mantenere intatte le caratteristiche aromatiche del pepe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come riutilizzare gli scarti delle verdure in cucina

Ridurre gli sprechi è da sempre pratica buona e giusta, riducendo rifiuti e massimizzandone l'utilizzo.Così facendo si andrebbe inevitabilmente a ridurre le spese, sfruttando al massimo ciò che si ha già in casa. La cucina, ad esempio, è il luogo...
Ristrutturazione

Come verniciare con ill caffè

Quante volta ci è capitato, bevendo il caffè di macchiarci ed abbiamo poi penato per rimuovere le macchie? Tutti sappiamo che il caffè è un vero e proprio colorante naturale, difficile da eliminare e da pulire. Basti pensare che, grazie al suo colore...
Arredamento

Cucina vintage: 10 complementi d'arredo must have

Tra arredi moderni e futuristici che possono conquistare la popolazione del XXI secolo, il vintage rimane sempre un ever green. Con i suoi elementi "di una volta" può dare una sensazione di calore unica. In questa lista vedremo 10 complementi d'arredo...
Economia Domestica

Come preparare la farina di riso

La farina di riso potrebbe essere un'ottima alternativa per chi ha delle intolleranze o allergie alimentari, come ad esempio la celiachia; se i vostri ospiti hanno determinate esigenze alimentari, infatti, non dovete preoccuparvi: potete acquistare farine...
Pulizia della Casa

Come lavare i tappeti a secco

State notando che il tappeto del salotto non possiede tonalità accese e brillanti, ma abbastanza scialbe e spente, e sprigiona un odore non piacevole? E oltre a questo non c'è il tempo o la pazienza per portarlo in lavanderia. Se si presenta questa...
Economia Domestica

Come impanare a regola d'arte

La carne, il pesce, ma anche numerose verdure, possono essere cucinate in tante maniere differenti dando spazio alla creatività culinaria ed adottando numerose ricette in grado di soddisfare i gusti di ogni persona. Esistono tuttavia vari alimenti che...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero

Lo zenzero fresco ha effetti benefici sull'organismo. Antinfiammatorio, digestivo, tonico, espettorante e stimolante, viene largamente impiegato anche in cucina per insaporire le pietanze. Tuttavia la radice, se non conservata correttamente, può avariarsi....
Arredamento

Come arredare un ristorante in stile rustico

Quando si apre un ristorante, il segreto per avere successo sta sicuramente nella buona cucina e nell'organizzazione in sala, ma esistono altri fattori che vengono erroneamente considerati secondari se non addirittura inutili ma che in realtà costituiscono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.