Come lavare il raso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Abbiamo pensato di proporre in questa guida, degli aiuti davvero concreti, mediante i quali, essere in grado di capire ed imparare, come poter lavare, nel modo corretto e senza grossi problemi, il raso.
Si sa che il raso è un tipo di tessuto, davvero molto particolare e proprio per questo motivo, necessita di cure diverse dai normali tessuti ed anche di specifiche attenzioni, in modo particolare durante il lavaggio. Se anche noi abbiamo un capo di raso ed intendiamo lavarlo, bisogna prestare molta attenzione poiché lo stesso è composto da fibre, che sono davvero molto delicate e che vanno quindi trattate in modo diverso rispetto agli altri tessuti. Il raso infatti è composto da fibre lucide, che potrebbero scolorirsi ed opacizzarsi senza un trattamento adeguato, per cui di primaria importanza è il lavaggio con dei prodotti che siano specifici. Vediamo in questa guida quali sono i passaggi fondamentali per lavare il raso.
Mettiamoci subito al lavoro!

25

Occorrente

  • detersivo giallo
  • acqua
  • bacinella
  • capi in raso
  • spazzola
  • sapone grattuggiato
  • panno bianco
  • ferro da stiro
35

Lavaggio in casa come in lavanderia

Se abbiamo deciso di non affidare il lavaggio del nostro capo o oggetto in raso, ad una lavanderia, dobbiamo sapere che possiamo farlo comodamente in casa nostra, acquistando l’occorrente necessario in un semplice supermercato. Si tratta di detergenti che dovranno essere davvero poco aggressivi per le fibre delicate, e tra questi troviamo il sapone giallo, che non contiene additivi chimici, se non il potassio.
Dobbiamo ricordare che sui tessuti lucidi (come il raso), questo prodotto è particolarmente indicato.

45

Primo passaggio: sapone in scaglie e in ammollo

Prima di iniziare il lavaggio, è consigliabile fare un’accurata pulizia delle mani, dopodiché prendiamo una bacinella di plastica in cui versiamo dell’acqua fredda ed aggiungiamo il detersivo o il sapone grattugiato. A questo punto possiamo immergere il capo di raso e lasciarlo in ammollo per almeno dieci minuti, risvoltandolo in modo da poterlo lavare sia all’interno che all’esterno. Per pulire a fondo le fibre del tessuto bisogna frizionare ed emulsionare delicatamente la schiuma con il palmo della mano, dopodiché sciacquarlo in abbondante acqua fredda per eliminare tutta la schiuma.

Continua la lettura
55

Asciugatura

Adesso il passaggio successivo è l’asciugatura che va eseguita stendendo il tessuto al sole, ma non ai raggi diretti e per evitare che possa scolorirsi, è meglio utilizzare un panno di cotone bianco come base di appoggio sui fili. Il tessuto di raso è così perfettamente pulito e per completare l’operazione bisogna stirarlo, senza però appoggiare il ferro direttamente sul capo, ma utilizzando un panno di cotone come intermezzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come decorare casa con il vischio

Come vedremo nel corso di questo tutorial, il vischio è una pianta ornamentale molto elegante, che grazie alla sua estetica elegante e festosa, è in grado di abbellire la nostra casa conferendo quel tocco in più di vivacità ed eleganza (il vischio...
Pulizia della Casa

Come stirare i vari tessuti senza fatica

La vita di una donna può essere paragonata ad un campo ad ostacoli! Lavoro, figli e faccende domestiche impegnano le giornate e le rendono stressanti e faticose. Riuscire quindi a scoprire qualche trucco pratico per agevolare le varie incombenze, può...
Economia Domestica

Come creare delle bomboniere con le conchiglie

Le bomboniere sono degli oggetti che non mancano mai quando si organizza una cerimonia. Infatti, sia che si tratti di un matrimonio, di una prima comunione, di un battesimo, di un diciottesimo compleanno o delle nozze d'oro o d'argento, i festeggiati...
Economia Domestica

I capi da non mettere mai in asciugatrice

L'asciugatrice, è un macchinario davvero utilissimo per asciugare i capi appena lavati in un batter d'occhio. La comodità di un'asciugatrice è ineguagliabile perché nelle stagioni invernali, soprattutto quando piove molto, non si ha il bisogno di...
Arredamento

Come scegliere le tende per porte scorrevoli

Apprezzate per la loro duttilità e funzionalità, le porte scorrevoli sono diventate una soluzione molto interessante nell'arredamento contemporaneo perché non ingombrano, donano luce ed eleganza e mantengono alto lo standard qualitativo degli ambienti....
Economia Domestica

Come riciclare le scatolette di tonno

La guida che verrò sviluppata nei passi che seguiranno l'introduzione, si occuperà di spiegarvi, in pochi ragionamenti, come poter riuscire a riciclare le scatolette di tonno. Possiamo cominciare a ragionarci insieme.Le scatolette di tonno sono presenti...
Arredamento

Come abbinare un divano all'arredamento

In questo articolo parleremo su come abbinare un divano all'arredamento. Per esempio se siamo interessati a comprare un divano e decidiamo di abbinarlo al nostro arredamento fisso, dobbiamo fare altro che un dettagliato gusto e con buon occhio il tipo...
Arredamento

Come arredare casa in stile francese

Quando si parla della Francia, non si può evitare di pensare al suo ineguagliabile fascino. È un territorio incantevole, uno dei più spettacolari del mondo: tutte le regioni francesi possiedono infinite meraviglie, offerte ogni giorno al grande flusso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.