Come lavare i tappeti a secco

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

State notando che il tappeto del salotto non possiede tonalità accese e brillanti, ma abbastanza scialbe e spente, e sprigiona un odore non piacevole? E oltre a questo non c'è il tempo o la pazienza per portarlo in lavanderia. Se si presenta questa situazione in casa vostra vi sarà sicuramente utile seguire una guida su come lavare i tappeti a secco.

27

Occorrente

  • farina di mais bianca
  • amido di mais
  • oli essenziali
37

È fondamentale rinfrescare e ravvivare il tappeto grazie a prodotti naturali e dal buon odore, e anche semplici da preparare. Alcuni ingredienti utili sono sicuramente già presenti in casa vostra e sono totalmente sicuri da utilizzare, anche se in casa sono presenti animali o bambini.

47

Esistono prodotti per la pulizia a secco semplici da realizzare, come ad esempio un prodotto di pulizia composto da due soli ingredienti: la farina di mais bianca e l'amido di mais. A seconda della grandezza del tappeto da cui rimuovere lo sporco si possono utilizzare differenti quantità di prodotto. Di solito si utilizzano 700 grammi di amido di mais e un chilo e mezzo di farina di mais. Amalgamare queste sostanze in un recipiente e successivamente, grazie a un colino versare sul tappeto così da coprirne l'intera superficie. Distribuire poi il prodotto con una spazzola per tessuti. In seguito lasciare agire per circa due ore; dopodiché aspirare completamente la soluzione.

Continua la lettura
57

Un'ulteriore soluzione è quella di usare gli oli essenziali. Pulire e profumare il tappeto con gli oli essenziali è utile, soprattutto se il tappeto è collocato in cucina o in ambienti in cui si cucina o fuma spesso. L'odore spiacevole che il tappeto assorbe quotidianamente in questi casi è abbastanza complicato da eliminare.

67

Per questa soluzione versare in un contenitore che presenta possibilità di chiusura ermetica 400 grammi di bicarbonato 400 grammi di borace, e dieci gocce di menta piperita, dieci gocce di olio essenziale di cannella, e dieci gocce di lavanda. Ora si può richiudere il contenitore e agitare per bene così da trasferire oli essenziali in tutte le polveri che abbiamo messo nel barattolo. Collocare la soluzione sopra il tappeto e lasciare far presa per circa trenta minuti. Dopo utilizzare l’aspirapolvere come in precedenza. Nel caso in cui ci sia del prodotto in eccesso si può ovviamente conservarlo in un barattolo sigillato e usarlo per le macchie fresche che intaccano il tappeto.

77

La ricetta che presentiamo ora è la soluzione ideale per una pulizia a caldo di qualità, visto che sfrutta le capacità deodoranti e assorbenti di diversi ingredienti. Il preparato è composto da 150 grammi di farina di mais bianca, 150 grammi di amido di mais, 400 grammi di bicarbonato, due cucchiai di chiodi di garofano, due cucchiai di borace e otto foglie di alloro. Collocare i singoli ingredienti in un macinino e tritare per ottenere una polvere omogenea e molto fine. Versare ora in un recipiente con spargitore, collocare sopra il tappeto e lasciare rapprendere il prodotto un'intera notte. L'indomani mattina aspirare come da prassi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire tappeti orientali

Pulire i tappeti orientali non è solo una questione di primaria importanza dal punto di vista dell'igiene, ma è anche un'operazione necessaria per conservarli al meglio e farli durare nel tempo. Un deposito di polvere eccessivo e prolungato può compromettere...
Arredamento

Consigli per la scelta dei tappeti nella zona giorno

Nella decorazione d'interni la scelta di un tappeto costituisce un'operazione delicata: puó rappresentare il tocco di classe che definisce un ambiente, cosí come farlo apparire pacchiano o privo di personalitá. Fattore estetico a parte, i rischi di...
Pulizia della Casa

Come pulire un tappeto in acrilico

Il tappeto acrilico è stato sviluppato da DuPont a metà del 20° secolo come alternativa alla lana. Nel corso degli anni '60 questo tappeto ha raggiunto la sua popolarità grazie ai suoi prezzi bassi e all'asciugatura rapida. Tuttavia, la sua popolarità...
Pulizia della Casa

Come pulire i tappeti con l'aceto

Per pulire tanti ambienti e superfici all'interno della nostra casa ci sono una moltitudine infinita di prodotti, ma ormai quasi nessuno è più naturale al 100%. Questo può comportare tutta una serie di problemi: allergie, eruzioni cutanee ecc. Se volete...
Arredamento

Come valutare un tappeto

Acquistare un tappeto di qualità non è semplice, perché orientarsi in un mercato complicato ed insidioso come quello dei tappeti comporta massima prudenza e competenza. D'altronde, l'acquisto di un tappeto può essere un ottimo investimento, sia perché...
Arredamento

Come scegliere un tappeto

Il tappeto è entrato a far parte della casa ormai da anni. Il tappeto può essere definito a tutti gli effetti parte dell'arredamento. La sua funzione prettamente funzionale si è trasformata, nel corso di tutti questi anni, in una funzione principalmente...
Ristrutturazione

Come acquistare un tappeto di pregio?

Quando si parla di tappeti di pregio, la prima cosa che viene in mente è senza dubbio l'oriente. Un tappeto pregiato, solitamente, è un tappeto "annodato a mano". Per riconoscere questo tipo di tappeto, bisogna essere dei veri esperti e lo si diventa...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto a pelo corto

Per arredare una casa molto spesso è necessario inserire dei tappeti per dare calore all'ambiente. I tappeti possono essere più o meno pregiati e possono anche essere di vari colori, di vari materiali e di diverse qualità. Molto spesso però può accadere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.