Come lavare i tappeti a mano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Si è spesso tentati di lavare a mano i propri tappeti, sia per ottenere un risultato immediato senza dover attendere tempi a volte troppo lunghi di lavanderie specializzate, sia, e diremmo anche soprattutto, per risparmiare denaro evitando di dover pagare la lavanderia. Il timore di poter rovinare il tappeto, però, è sempre dietro l'angolo, scoraggiandoci a volte dal tentare. Grazie però a qualche piccolo trucco e consiglio su come fare esposto in questa breve guida, potrete provvedere al lavaggio dei vostri tappeti in casa, a mano, tutte le volte che vorrete, risparmiando un bel po' di soldi che potrete spendere in tantissimi altri modi, più o meno divertenti ed utili.

24

La fase preparatoria

I metodi utilizzati per poter pulire il tappeto a mano nel migliore dei modi sono tanti, ma tutti necessitano di grande attenzione e buona volontà. Il primo metodo da poter sperimentare consisterà nell'utilizzo di un aspirapolvere regolato con una velocità alquanto moderata che rimuove la polvere ed eventuali peli di animali domestici. Ovviamente questo sarà solo il primo passaggio, infatti si dovrà proseguire con il lavaggio vero e proprio. Occorrerà riempire una bacinella di circa 2 litri d'acqua e aggiungervi del sapone liquido. La scelta potrà ricadere su un sapone adatto proprio ai tappeti oppure sul classico sapone di Marsiglia, molto economico e reperibile ovunque.

34

Il lavaggio ed l'asciugatura

Effettuato questo passaggio, il prossimo prevede l'aggiunta di mezzo bicchiere di aceto bianco, da mescolare per bene insieme agli altri ingredienti (acqua e sapone) per amalgamarli perfettamente. Per pulire il tappeto in tutta la sua grandezza occorrerà uno straccio di cotone da immergere nella bacinella appena preparata. Dopo aver strofinato per bene con il panno bagnato tutto il tappeto, lo si dovrà lasciare asciugare disteso, evitando ovviamente di camminarci sopra, magari distendendolo al sole in modo che si asciughi più velocemente.

Continua la lettura
44

I consigli degli esperti

Nel caso in cui si voglia fare un lavoro ancora più accurato di quello appena descritto, ci si può rivolgere ad una lavanderia per informarsi, e magari anche acquistare, su prodotti professionali e specifici per la pulizia dei tappeti. Senza disdegnare, inoltre, consigli e pareri di amici o parenti che i tappeti li lavano da soli già da un po' con buoni risultati: l'esperienza, anche indiretta, va sempre tenuta in grande considerazione per evitare soprattutto errori irreparabili! Riuscire a lavare da sè i propri tappeti comporterà non solo un risparmio economico, ma anche una grande soddisfazione personale nell'essere riusciti in un'impresa che si pensava quasi impossibile senza rivolgersi a ditte specializzate. Non ci resta che augurarvi buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come pulire e conservare i tappeti persiani

I tappeti devono essere calpestati, ma sono necessarie alcune accortezze per non rovinare e danneggiare soprattutto quelli pregiati come i persiani: una buona cura, una costante pulizia e una corretta conservazione ne ravvivano la bellezza e permettono...
Pulizia della Casa

Come lavare i tappeti a secco

State notando che il tappeto del salotto non possiede tonalità accese e brillanti, ma abbastanza scialbe e spente, e sprigiona un odore non piacevole? E oltre a questo non c'è il tempo o la pazienza per portarlo in lavanderia. Se si presenta questa...
Arredamento

Come ravvivare il colore dei tappeti

Quando le stanze della propria abitazione vengono abbellite dai tappeti, qualsiasi genere di arredamento, anche il più semplice e povero, riesce facilmente ad assumere un aspetto più curato ed elegante. Inoltre, l'utilizzo dei tappeti rende gli ambienti...
Arredamento

Consigli per la scelta dei tappeti nella zona giorno

Nella decorazione d'interni la scelta di un tappeto costituisce un'operazione delicata: puó rappresentare il tocco di classe che definisce un ambiente, cosí come farlo apparire pacchiano o privo di personalitá. Fattore estetico a parte, i rischi di...
Pulizia della Casa

Come pulire un tappeto in acrilico

Il tappeto acrilico è stato sviluppato da DuPont a metà del 20° secolo come alternativa alla lana. Nel corso degli anni '60 questo tappeto ha raggiunto la sua popolarità grazie ai suoi prezzi bassi e all'asciugatura rapida. Tuttavia, la sua popolarità...
Pulizia della Casa

Come Conservare E Pulire I Tappeti

Ciò che maggiormente riesce a vestire e a rendere calda e accogliente una casa sono sicuramente tende e tappeti. Questi ultimi, in particolar modo, possono contribuire notevolmente ad arredare gli ambienti: dalla camera dei bambini, dove ne possono essere...
Pulizia della Casa

Come pulire i tappeti e la moquette

Pulire tappeti e moquette è importante per rimuovere la polvere accumulata, ma anche per ravvivare il tessuto, la trama particolare e i colori. Essi sono sottoposti al continuo contatto con le scarpe e quindi sono un ricettacolo di germi e polveri. Per...
Pulizia della Casa

Come eliminare le macchie dai tappeti

Mettere dei tappeti in casa, è un qualcosa di fondamentale importanza se vogliamo valorizzare a dovere il nostro salotto, la nostra camera da letto oppure il nostro studio, nel caso lo possedessimo. Tuttavia, i tappeti possono macchiarsi molto facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.