Come lavare i ricami a punto croce

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra le tecniche di ricamo più utilizzate vi è sicuramente il punto croce. Chi ama dilettarsi in questo hobby molto rilassante e particolare è solito decorare capi di biancheria, corredi, coperte e altri tessuti con questo genere di ricami. Il punto croce richiede molta abilità manuale, pazienza e soprattutto concentrazione. Questi piccoli capolavori però hanno bisogno di una tipologia specifica di stoffa, ovvero la tela aida. Molte volte, dopo aver terminato i ricami, non sappiamo come lavare il capo. In questa guida vedremo insieme come fare a lavare questi tessuti ricamati a punto croce senza rischiare di rovinarli.

27

Occorrente

  • acqua fredda
  • sapone neutro
  • asciugamano
  • canovaccio
  • bacinella
37

La prima cosa da fare per facilitare il lavaggio dei ricami a punto croce è mantenere pulito il tessuto. Dovremo lavarci spesso le mani mentre effettuiamo i ricami. Così eviteremo di sporcare la tela aida. Evitiamo di utilizzare creme per le mani durante il ricamo, perché potrebbero macchiarlo. Proteggiamo la tela aida anche dalla polvere, mettendola dentro una scatola quando non la utilizziamo. Il metodo di lavaggio dei ricami a punto croce varia a seconda se il tessuto è bianco o colorato.

47

Se i ricami sono su una tela bianca, dovremo metterla all'interno di una bacinella pulita. Bagniamo abbondantemente con acqua fredda corrente. Versiamo poi una piccola quantità di sapone neutro per bucato. Dopo averlo lasciato in ammollo per qualche minuto, laviamolo delicatamente. Non dovremo ne strofinare o torcere il tessuto, altrimenti si potrebbero rovinare i ricami. Sciacquiamo finché l'acqua non sarà limpida. Mettiamo il tessuto tra due asciugamani puliti, tamponando senza strizzare né piegare i ricami. Dovrà asciugare all'ombra, steso su un piano, e non alla luce diretta del sole. Quando lo stireremo, ricordiamo sempre di mettere un panno pulito tra la tela e il ferro da stiro, mantenendo una temperatura moderata.

Continua la lettura
57

Se invece la tela aida dei nostri ricami a punto croce è colorata, dovremo prestare maggiore attenzione alle operazioni di lavaggio. Possiamo procedere come abbiamo fatto nel caso precedente della tela bianca, ma facendo attenzione alle macchie. Infatti se ci sono delle macchie, bisogna rispettare il divieto assoluto di strofinare. Tamponiamo delicatamente con un panno pulito e un detergente delicato sulla parte da trattare. Ad ogni modo, se mentre effettuiamo i ricami a punto croce manterremo il più possibile le mani pulite, non avremo bisogno di alcun tipo di di intervento e pulizia.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitiamo di sfregare per eliminare eventuali macchie dal tessuto e dal ricamo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come Scegliere Le Lenzuola ricamate e abbinarle al tipo di letto

Quando si scelgono le lenzuola ricamate è importante tener presente che è buona cosa scegliere tessuti di qualità, primo fra tutti il lino e il cotone leggero. Il benessere dipende da molte cose ma soprattutto, ed in gran parte, dalla qualità del...
Economia Domestica

Come lavare e stirare il pizzo

I ricami di pizzo sono in grado di conferire ai capi di abbigliamento una grande eleganza. I centrini ed i merletti di pizzo sanno donare alle case ed all'arredamento un tocco di accurata raffinatezza e ricercatezza. Questo tipo di ricamo è però molto...
Arredamento

Come scegliere un tessuto vintage per l'arredo

I tessuti sono dei materiali che costituiscono la base dell'interior design; essi vengono impiegati per fare dei rivestimenti e delle decorazioni ed inoltre arricchiscono l'arredamento di dettagli e colori. In questo tutorial vengono dati dei consigli...
Arredamento

Come arredare il soggiorno in stile arabo

È piuttosto comune lasciarsi affascinare dai bagliori, dalle stoffe e dall'eleganza senza tempo della cultura orientaleggiante. Lo stile arabo, in particolare, conserva un'aura di magia quasi fiabesca, che riconduce ai racconti di sultani e odalische....
Arredamento

Come arredare la casa in stile country

Arredare la casa scegliendo lo stile che più si addice alla nostra personalità ed ai nostri gusti, riveste un ruolo fondamentale al fine di vivere in completa armonia la quotidianità tra le mure domestiche. Tra i numerosi tipi di arredamento, quello...
Pulizia della Casa

Errori da evitare nello stiro delle tende a pacchetto

Se amate arredare la vostra casa sicuramente date molta importanza alla scelta delle tende. Questo complemento di arredo infatti rende la casa più bella, luminosa ed accogliente. La scelta per quanto riguarda le tende è molto vasta, dato che in commercio...
Arredamento

Come Scegliere Il Copri Carrello Da Cucina

Il carrello da cucina è molto usato nella case di una volta ma anche per cene o pranzi esclusivi dove si desidera dare un tocco di novità ed originalità. Molto usati nel passato questo accessorio è ritornato in uso soprattutto come elemento distintivo...
Arredamento

Come arredare con la canapa

La canapa è un materiale di origine naturale che si ricava da piante tipiche delle zone tropicali. Anticamente la canapa si utilizzava per la produzione di carta; attualmente invece la canapa viene adoperata per la realizzazione di tessuti, corde ecc....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.