Come lavare i capi in lana d’angora

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I capi realizzati con la lana d'angora sono molto pregiati. Si tratta di una lana estremamente soffice e sottile che, per essere lavorata ha la necessità dell'aggiunta di filo di seta o di cotone. Proprio per questo motivo il capo sarà molto più costoso di un normale capo realizzato con la semplice lana. Inoltre la lana d'angora è particolarmente avvolgente, morbida e vaporosa e, per questo motivo, quando essa viene lavata ha bisogno di un trattamento particolare affinché non si infeltrisca. Vediamo quindi come lavare i capi in lana d'angora in maniera corretta e seguendo determinati processi di lavaggio. Leggete la guida per saperne di più.

26

Occorrente

  • detersivo ph neutro
  • shampoo
  • acqua fredda
36

Per lavare i capi realizzati in lana d'angora, come già accennato, è necessario che venga seguito un procedimento particolare. Per prima cosa è consigliabile adoperare un detersivo liquido a ph neutro. A volte viene anche adoperato lo shampoo, molto più delicato e meno aggressivo dei normali detersivi. Il lavaggio deve essere effettuato a mano e mai in lavatrice (a meno che non sia dedicato solo al capo d'angora un lavaggio delicato e senza centrifuga). Inoltre l'acqua deve essere fredda (ma non troppo) oppure tiepida. Mai calda altrimenti il capo rischia di infeltrirsi e rovinarsi irrimediabilmente.

46

Una volta lavato, non dovrà essere strizzato in nessun modo. Basterà lasciarlo per qualche minuto nel lavandino stesso con il tappo aperto così da attendere che perda un po' di acqua, quindi stendere il capo su una tovaglia e tamponarlo così da eliminare l'acqua rimasta tra la trama del tessuto. A questo punto è possibile metterlo ad asciugare. Anche in questo caso ci sono delle regole da seguire: il capo non dovrà in nessun caso essere appeso con le mollette né al sole né all'ombra considerato che si rovinerebbe irrimediabilmente a causa proprio delle mollette.

Continua la lettura
56

Piuttosto esso dovrà essere asciugato a tamburo, ovvero in posizione orizzontale e lontano dai raggi diretti del sole. In questo modo si salvaguarda la morbidezza e la caratteristica soffice della lana d'angora. Inoltre è anche consigliabile evitare di lavare il capo troppo spesso, al contrario, limitarsi al minimo indispensabile e solo ed esclusivamente quando è strettamente necessario, poiché, a causa di lavaggi troppo frequenti, anche se effettuati in maniera corretta, la lana potrebbe comunque subire delle alterazioni, come ad esempio perdita della caratteristica morbidezza, potrebbe restringersi o anche perdere elasticità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Lavaggio e asciugatura dei capi in ciniglia: gli errori più comuni

Grazie alla sua morbidezza e alla sua composizione speciale, la ciniglia rientra sicuramente tra i tipi di tessuti più caldi, morbidi e confortevoli che si possano mai indossare. Nonostante questo, però, non mancano i problemi quando si tratta di lavare...
Pulizia della Casa

Come avere le mollette da bucato sempre pulite

Purtroppo spesso capita di stendere il bucato per poi accorgersi di quegli minuscoli e sgradevoli aloni scuri lasciati sui tessuti dalle mollette: accade solitamente quando si utilizzano quelle di legno, che assorbono facilmente umidità e polvere,...
Pulizia della Casa

Come pulire un divano in velluto

Il velluto è un un tessuto morbido, caldo e dai colori cangianti, però si macchia molto facilmente è ciò influisce sul suo aspetto. Questo tessuto è molto prezioso ed allo stesso tempo delicato. La sua pulizia è abbastanza problematica per cui...
Pulizia della Casa

Come asciugare i capi delicati

Anche se le moderne tecnologie ci hanno fornito funzionali e rapidi sistemi elettronici per asciugare i capi di abbigliamento, non sempre possiamo contare sulle asciugatrici automatiche o sulla centrifuga sfrenata. Soprattutto per i capi delicati, sarebbe...
Economia Domestica

5 trucchi per lavare i capi di lana senza rovinarli

Quando arrivano i primi freddi intensi, tra Novembre e Dicembre, è tempo di conservare magliette e T-shirt. Rispolveriamo i cari, soffici maglioni e cardigan di lana. Sono capi perfetti per isolarci dal gelo esterno, morbidi e confortevoli per affrontare...
Pulizia della Casa

Come evitare di stirare

Stirare è un'incombenza casalinga pesante e noiosa che necessita molto tempo e che, nelle calde giornate estive, diventa spesso insopportabile. Questa guida nasce per chi ha poco tempo libero e non vuole impiegare quel poco che ha con un ferro da stiro...
Pulizia della Casa

Lavaggio e asciugatura dei capi in chiffon: gli errori più comuni

Senza dubbio Lo chiffon è una stoffa molto fine ed elegante che, sovente viene utilizzata per confezionare indumenti e capi eleganti e pregiati. Tuttavia, c'è da dire che è una stoffa particolarmente delicata, in quanto è composta da filati ritorti...
Pulizia della Casa

Lavaggio e asciugatura dei capi in seta: gli errori più comuni

Non è così facile essere in grado di occuparsi al meglio dei propri capi in seta. Questo è essenzialmente un tessuto dallo stile piuttosto raffinato, dai costi elevati e con una grande delicatezza. Si deve quindi maneggiare la seta con il massimo dell'attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.