Come lavare e stirare il pizzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I ricami di pizzo sono in grado di conferire ai capi di abbigliamento una grande eleganza. I centrini ed i merletti di pizzo sanno donare alle case ed all'arredamento un tocco di accurata raffinatezza e ricercatezza. Questo tipo di ricamo è però molto delicato e per questo deve essere trattato con molta cura e grande attenzione. Le trame del ricamo potrebbero infatti rompersi durante un lavaggio troppo energico e “seccare” o “bruciare” durante una stiratura errata con temperature troppo elevate. In questa guida vedremo come poter lavare e stirare il pizzo senza rischiare di rovinarlo.

25

Per prima cosa è utile sottolineare come sia consigliabile lavare i pizzi il meno possibile. Nel caso si macchino, è bene agire tempestivamente (prima che la macchia si secchi) con una spugna morbida e un po’ di sapone o detersivo delicato direttamente sulla zona interessata. Una volta ripuliti si sciacqueranno con acqua fredda sempre con la spugna. Quando invece il pizzo debba essere lavato, bisogna prendere alcune semplici precauzioni. Nel lavaggio a mano basta riempire una bacinella di acqua tiepida, aggiungere un po’ di detersivo per i capi delicati ed immergere il ricamo per almeno 15 minuti. La fase del risciacquo dovrà essere compiuta con grande delicatezza, evitando di “tendere” troppo le trame per non sformarle o peggio ancora rischiare di romperle.

35

I pizzi possono però essere lavati anche in lavatrice. In questo caso il primo accorgimento da prendere per proteggere le trame delicate è quello di inserire i pizzi in una federa o in un semplice sacchetto di lino o di cotone. Così facendo i pizzi non rischieranno di essere maltrattati troppo durante la fase della centrifuga. Il detersivo più adatto da utilizzare è chiaramente un detergente per i capi delicati, così come il programma di lavaggio della lavatrice. Un utile consiglio è di non mischiare durante il lavaggio pizzi e merletti di vari colori! In commercio esistono vari prodotti in grado di rispettare i colori e ridonare vitalità a questo tipo di ricami, il suggerimento è di “perdere” un po’ di tempo al supermercato per trovare il detersivo migliore.

Continua la lettura
45

Per stirare il pizzo deve essere utilizzato un ferro da stiro non troppo caldo. È consigliabile stirarlo quando non sia ancora completamente asciutto, magari proteggendolo mettendo un fazzoletto sopra di esso. Ricordate di trattare in questo modo sia il dritto, sia il rovescio. Un metodo per ottenere dei centrini perfetti senza utilizzare il ferro da stiro è invece quello di spruzzare sul centrino ancora leggermente umido l’appretto e facendolo poi asciugare. Anche sui centrini può comunque essere utilizzato il ferro, seguendo i consigli dati in precedenza.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lavate i pizzi il meno possibile

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lavare ed inamidare centrini e pizzi in cotone

Per tutti coloro che fossero interessati ad un irrigidimento dei propri capi ricamati con la tecnica dell'uncinetto, esistono numerosi metodi che si possono adoperare. Ovviamente esistono tantissimi prodotti in commercio in grado di soddisfare questa...
Pulizia della Casa

Come stirare ad arte

Fare i mestieri è una di quelle cose che non piace a nessuno. Se poi parliamo dello stiraggio dei capi, sono in molti a non amare questa attività. Tuttavia per apparire sempre eleganti e in ordine è importante saper imparare a stirare ad arte, per...
Pulizia della Casa

Come stirare una camicia in 5 minuti

Uno dei compiti più ingrati che spetta alla casalinga è stirare. Anche se si possiede il migliore ferro da stiro e il migliore asse, stirare richiede una certa tecnica e non sempre è facile affrontare pieghe e cuciture, pizzi e tasconi con bottoni....
Pulizia della Casa

Come smacchiare i ricami

Ci sono materiali che possono sembrare particolarmente ostici da pulire in caso di macchie. Pizzi e ricami soprattutto, per via della delicatezza del tessuto e per il fatto che presentano trame con vari intrecci, possono apparire impossibili da pulire...
Economia Domestica

5 errori da evitare nello stirare le lenzuola

Tra i compiti più noiosi che spettano alla casalinga c'è lo stirare. Ancor di più se si tratta di camicie oppure di lenzuola. Una buona casalinga però sa che per ottenere un perfetto risultato ed essere così soddisfatta della stiratura occorre partire...
Pulizia della Casa

Come stirare le tende ricamate

Le tende ricamate sono sicuramente degli oggetti d'arredo molto eleganti e donano alla casa quel tocco in più che non guasta mai. Tuttavia, per quanto esse siano belle e raffinate, sono anche molto elaborate dunque richiedono un'attenzione particolare...
Arredamento

Come creare un cuscino Shabby Chic

Lo stile Shabby Chic va molto di moda. Questo stile infatti si crea miscelando dei pezzi vintage a nuovi elementi, per un design di tutto rispetto. Se la nostra casa presenta un arredamento dallo stile Shabby Chic, un cuscino a tema ottimizzerà tutto...
Pulizia della Casa

Come sbiancare pizzi e merletti

Se in casa avete diversi centrini, tovaglie, lenzuola o fazzoletti, fatti con pizzi e merletti, così come capi di abbigliamento, spesso non è facile sbiancarli poiché si corre il rischio di danneggiarli irrimediabilmente. A tale proposito ecco una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.