Come installare una telecamera a circuito chiuso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Al giorno d'oggi si è sempre più alla ricerca di sistemi di sicurezza idonei per tutelare la propria abitazione. In merito abbiamo l'imbarazzo della scelta, in base soprattutto alle esigenze e alle preferenze di ognuno di noi: dalle inferriate agli allarmi sonori, passando per i super tecnologici sistemi di videosorveglianza per evitare che ci siano incursioni esterne da parte di malviventi. Nello specifico, ecco dunque come installare correttamente una telecamera a circuito chiuso!

25

Occorrente

  • Trapano.
  • Impianto elettrico.
  • Viti e cacciavite.
35

Scegliere il punto preciso in cui posizionarla

Innanzitutto, bisogna scegliere il punto preciso in cui posizionare la telecamera, molto meglio se riparato da vento, pioggia e sole. Inoltre è preferibile che la telecamera sia in una zona sopraelevata, per esempio vicino al tetto. La sorveglianza di conseguenza dovrà quindi essere stabilita in una stanza specifica della casa dove poter posizionare il monitor e la relativa consolle per i comandi. Solitamente all'interno della scatola ci sono tutte le istruzioni su come collegare ogni singolo filo e la spina.

45

Utilizzare i cavi standard

I cavi da utilizzare sono soprattutto quelli standard, ovvero quelli siamesi RG59 che consentono il funzionamento della maggioranza degli impianti di questo tipo. Si tratta di due fili, uno video e uno elettrico, rispettivamente positivo e negativo, che dovranno essere collegati al resto dell'impianto. Si deve effettuare un buco di entrata e di uscita che consenta ai fili di passare da un ambiente all'altro o addirittura dall'esterno all'interno e viceversa. Dopo aver posizionato il tutto correttamente si può fare un controllo di ogni singolo allaccio, quindi accendere l'impianto per verificare che tutto funzioni al meglio. Se è così, potrete usufruire di una casa completamente sicura.

Continua la lettura
55

Effettuare i collegamenti

In alternativa, collegate il plug del cavo al DVR e il connettore BNC all'ingresso BNC sul retro del DVR. Successivamente, afferrate l'altra estremità del cavo e collegate il connettore BNC alla telecamera di sicurezza. Collegate il lato di alimentazione del cavo all'ingresso di alimentazione della telecamera a circuito chiuso, e la spina di alimentazione della telecamera stessa all'altra estremità. Infine, collegate l'alimentatore a una presa di corrente. Ricordate che nella posizione DVR di scissione bisognerà collegare il cavo coassiale RG59 al DVR e la coppia di alimentazione all'unità di distribuzione dell'alimentazione. Inserite il manicotto metallico sul cavo coassiale RG59. Tagliate quindi circa 2,5 cm di cavo ed esporre la schermatura in rame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come sostituire un vecchio citofono

Molto spesso la nostra abitazione necessita di alcuni piccoli lavoretti di manutenzione che nel corso del tempo sono inevitabilmente necessari. Esistono svariati ambiti nei quali possiamo intervenire, tutti comunque necessitano di competenze e conoscenze...
Economia Domestica

Come affrontare un corto circuito in casa

La maggior parte di noi si ritrova a dover affrontare, prima o poi, i disagi causati da un corto circuito nella propria casa. Lo stato italiano ha regolamentato in più occasioni la normativa riguardante l'installazione degli impianti elettrici per scongiurare...
Economia Domestica

Come comportarsi in caso di corto circuito

Il corto circuito è un particolare caso di conduzione elettrica nel quale la corrente assume il suo valore massimo. Generalmente il corto circuito più comune è quello che avviene in casa quando i fili neutro e di fase della corrente si toccano tra...
Economia Domestica

Come organizzare i circuiti di un impianto domestico

L'impianto elettrico di una casa si potrebbe definire un po' il suo sistema linfatico: al giorno d'oggi possediamo tanti e tali dispositivi elettronici che l'assenza di energia elettrica di traduce in una vera e propria tragedia. Però è anche importante...
Ristrutturazione

Come installare sensori magnetici a porte e finestre

Al giorno d'oggi è molto importante avere una casa a prova di ladro. Uno dei tanti sistemi esistenti per proteggere la propria casa dalle intrusioni di ladri, consiste nell'installare un sistema di sensori magnetici a circuito chiuso. Questi sensori...
Ristrutturazione

Come sostituire una presa elettrica a parete

Come tutti i dispositivi anche le prese elettriche ad un certo punto si guastano. Non bisogna aspettare che la presa elettrica a parete non funziona più per sostituirla. Se si vedono delle scintille quando la spina è inserita esiste un reale pericolo...
Pulizia della Casa

Come pulire correttamente i caloriferi

Pulire correttamente i caloriferi è senza dubbio un'operazione molto importante, poiché la polvere che si accumula su di essi, potrebbe entrare in circolazione nell'ambiente e correreste il rischio di allergie a polvere e ad acari. Non è molto difficile...
Esterni

Come mantenere in tensione i fili del recinto

Un recinto elettrico è un tipo di circuito elettrico, normalmente aperto, che si chiude nel momento in cui entra in contatto con qualcosa o qualcuno, dando una scarica elettrica di piccolo voltaggio. Viene usato comunemente negli allevamenti per delimitare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.