Come gestire i lavori di manutenzione del prato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Questo tutorial ha lo scopo di dare alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni a quelle persone che hanno un giardino in casa e desiderano curarlo con il metodo fai da te. È bello ed apprezzabile saper mantenere perfetto, ordinato, curato e fiorito il proprio giardino; inoltre, se questa operazione viene fatta personalmente si riescono a risparmiare un po' di soldi. Ecco allora nei passi successivi delle informazioni su come è possibile gestire i lavori di manutenzione del prato.

26

Rasatura

La prima cosa di cui bisogna occuparsi è la rasatura del prato. È indispensabile che essa venga eseguita ogni settimana, almeno in maniera leggera. È consigliabile operare in questo modo per evitare la crescita di erbe infestanti che possono danneggiare le piante. Inoltre, non bisogna lasciar crescere troppo l'erba tra una rasatura e l'altra in quanto si possono manifestare striature gialle alla base. La rasatura deve essere fatta al tramonto e successivamente si deve irrorare in maniera abbondante.

36

Annaffiatura

Anche l'annaffiatura è una fase importante per proteggere il prato e le piante che si possiedono. È fondamentale non eccedere con la quantità d'acqua in quanto non si migliorano sicuramente le condizioni del prato. È preferibile irrigare durante le prime ore del mattino; in questo modo l'erba si asciuga più velocemente grazie ai raggi solari. Se l'irrigazione viene fatta la sera l'erba resta bagnata e di conseguenza è esposta a possibili malattie. Conviene irrigare il prato in media ogni due/tre giorni.

Continua la lettura
46

Concimazione

La concimazione è importante per mantenere in salute il prato. È consigliabile per questo motivo concimare quattro volte durante l'anno, cioè all'incirca ogni tre mesi. Per l’inizio della primavera e dell’autunno è opportuno utilizzare concimi con una quantità elevata di azoto, bassa di fosforo e media di potassio. Mentre per l'inizio dell'estate e dell'inverno è opportuno adoperare concimi con buone percentuali di potassio e di azoto.

56

Arieggiatura

L'arieggiatura, cioè la pulizia del prato va fatta una volta l'anno; in primavera oppure in autunno per eliminare dal prato il feltro, cioè l'erba morta che si trova al livello del terreno. Bisogna togliere questo strato d'erba quando raggiunge l'altezza di un centimetro. È importante eseguire questo tipo di lavoro periodicamente in quanto il feltro rende difficile il passaggio dell'acqua e di conseguenza indebolisce il prato. Per questo lavoro bisogna utilizzare uno specifico rastrello aeratore con lame parallele che effettua un taglio verticale. Dopo aver fatto tutto ciò il giardino diventa bellissimo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non eccedere con l'acqua durante l'annaffiatura

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come concimare il prato e potare le sempreverdi

Come vedremo nei pochi passi di questo tutorial, con un po' di impegno e un minimo di passione per il verde, è possibile effettuare dei lavori di giardinaggio efficaci e veloci, seguendo una serie di consigli apparentemente banali e senza investire cifre...
Esterni

Come disporre gli alberi sul prato

Spesso chi possiede un giardino non prende in considerazione l'idea di piantare sul prato alberi. Coltivando soltanto fiori e piante di piccola dimensioni. Invece, per realizzare un prato davvero perfetto l'ideale è quello di disporre alberi di vario...
Esterni

Come rimuovere un prato sintetico

Cambiare idea è una cosa che vi succede spessissimo? E magari anche su grandi opere casalinghe? Non vi preoccupate, ci sono rimedi per qualsiasi cosa! Oggi abbiamo deciso di spiegarvi come rimuovere un prato sintetico, una faccenda che preoccupa molti,...
Esterni

10 consigli per creare un giardino incantevole

Avere un giardino è un sogno che non tutti possono realizzare. Coloro che hanno la fortuna di possederlo, devono munirsi di tanta passione e pazienza. Questa piccola o grande area verde infatti richiede molta cura. Il rischio sarebbe quello di avere...
Esterni

Come mantenere un bel prato inglese

Chiunque abbia un giardino, o un piccolo pezzo di terra nel cortile di casa propria, desidererebbe vederlo verde. E cosa c'è meglio di un prato inglese per dare carattere e raffinatezza ai nostri angoli esterni? Ma un prato inglese necessita di cure...
Esterni

Come curare i bordi del prato

Il prato, è un elemento di grande effetto decorativo. Una reggia o una comune abitazione diventa un luogo piacevole e rassicurante se si circonda con questo verde manto erboso. Per un aspetto rigoglioso e ordinato è necessario controllare anche la crescita...
Esterni

Come posare un prato sintetico in terrazzo

Quando si ha la fortuna di aver un terrazzo abbastanza grande, è difficile arredarlo e gestirlo come si deve. Un'ottima idea, può essere però quella di installare un prato sintetico all'interno del terrazzo. In questo modo potrete avere sempre un'area...
Esterni

Come curare l'erba sintetica

Per chi vuole realizzare un giardinetto o un piccolo campetto riducendo al minimo i costi e la manutenzione ci si può rivolgere ad una soluzione diversa come l'erba sintetica. Questo tipo di erba infatti presenta visivamente una similitudine con quella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.