Come fare un ottimo profumatore di scarpe in casa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Tutti sanno che l'odore delle scarpe è fastidioso, imbarazzante e nauseante. Se ad esempio si sta in un posto affollato come un autobus oppure un tram e ad un certo punto si crea il vuoto intorno, probabilmente, è colpa di un paio di scarpe maleodoranti. Per porre rimedio a questo inconveniente si possono acquistare dei prodotti specifici oppure si può scegliere di realizzare un profumatore con il metodo fai da te. Leggendo questo tutorial si possono avere dei consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile fare un ottimo profumatore di scarpe in casa non troppo aggressivo ed al tempo stesso senza sostanze tossiche.

25

Occorrente

  • 250 g. di bicarbonato di sodio
  • 750 g. di amido di mais
  • 20 gocce di olio essenziale
35

All'inizio è opportuno analizzare il rimedio efficace che si vuole creare. Bisogna tener presente che deve essere un prodotto abbastanza economico e che allo stesso tempo non deve contenere quelle sostanze chimiche che sono dannose per l'uomo. Si può prendere come esempio un rimedio cosiddetto della nonna i cui ingredienti devono essere: il bicarbonato di sodio per la sua proprietà antibatterica, l'amido in quanto è un buon assorbente e l'olio essenziale per il suo odore
.

45

In questo caso è opportuno utilizzare l'olio essenziale di menta in quanto dà quel senso di freschezza; si possono usare altri tipi di oli, secondo i propri gusti: il limone oppure si può optare per qualcosa di più dolce come la lavanda, la rosa oppure la vaniglia. All'inizio bisogna mettere in una ciotola ben pulita 750 g. Di amido e 250 g. Di bicarbonato di sodio. Se le sostanze hanno dei grumi oppure non sono ben polverose è opportuno setacciare tutto utilizzando un semplice passino. Successivamente con un cucchiaio bisogna cominciare a mischiare i 2 elementi fino a quando non sono ben miscelati fra di loro.

Continua la lettura
55

Dopo aver miscelato le 2 polveri bisogna aggiungere poco alla volta l'olio essenziale. Ora è il momento di continuare a mischiare fino a quando non si riesce ad ottenere un composto uniforme. A questo punto è consigliabile mettere il composto in un barattolo pulito con la chiusura ermetica. In questo modo il prodotto si può conservare a lungo ed è sempre pronto per qualsiasi eventualità. Adesso la polvere per calzature maleodoranti è pronta. Per avere efficacia bisogna spolverarne un po' dentro le scarpe e lasciare agire per una nottata. È preferibile utilizzarne un po' direttamente nella scarpiera; così facendo quando si apre si evita di sentire cattivi odori ed inoltre quando le scarpe verranno riutilizzate sono come nuove.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come organizzare il guardaroba nel cambio di stagione.

Il cambio di stagione coglie spesso le persone impreparate, per quanto attiene l'abbigliamento giusto. Per alcune persone il cambio di armadio è addirittura un incubo e cercano sempre di rimandarlo il più tardi possibile. Il segreto è sistemare il...
Pulizia della Casa

come pulire l'interno di un ascensore

Se abitate in una palazzina familiare o con pochi condomini e avete deciso di provvedere personalmente, magari a turno, alla pulizia delle scale e dell'ascensore, avete trovato un'ottima soluzione che permette di risparmiare più di qualche soldino. Infatti...
Ristrutturazione

10 idee per rinnovare il bagno

Non c’è nulla da fare! Il bagno è l’ambiente della casa che più subisce le ingiurie del tempo. E’ l’ambiente che più necessita di essere rinnovato, più di cucina e salotto. Non a caso esiste in commercio una quantità esagerata di rivestimenti,...
Pulizia della Casa

Come ottenere l'essenza di violetta

La violetta è un particolare fiore che da la possibilità di ottenere tre piacevoli manufatti. Innanzitutto è molto bella come pianta ornamentale, infatti viene utilizzata per arricchire ambienti interni ed esterni. Altro aspetto interessante è che...
Economia Domestica

10 oli essenziali da avere sempre in casa

Gli oli essenziali sono estratti dalle erbe aromatiche comuni. Utilizzati sia per uso esterno che interno. I benefici di molte di queste essenze sono davvero sorprendenti e venivano usate sin dai tempi antichi proprio per le loro proprietà benefiche....
Economia Domestica

10 usi alternativi dell'amido di mais

L'amido di mais è una farina che si ottiene dall'omonima pianta attraverso un processo di macinazione a freddo. È la farina più economica in assoluto sul mercato e si presta ad almeno 10 usi diversi, non solo in cucina. Proprio gli usi alternativi...
Pulizia della Casa

Come eliminare gli odori dagli indumenti di lana

La lana è una tipologia di tessuto che rispetto agli altri tende ad assorbire maggiormente gli odori. D'altra parte è normale poiché rispetto al cotone è composto da molte più fibre. È naturale che questi indumenti abbiano bisogno di un trattamento...
Pulizia della Casa

Come eliminare l’odore di fumo dalla casa

L'odore di fumo è uno dei principali nemici non solo di molte persone che lo tollerano poco, ma anche di ambienti, superfici e tessuti. Infatti oltre ad essere sgradevole, è molto difficile da eliminare e li impregna con una nota stantia forte e persistente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.