Come fare la giunzione di due muri

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Talvolta può rendersi necessario fare la giunzione di due muri, questa evenienza si verifica principalmente in due situazioni, ossia quando si unisce un muro nuovo con uno vecchio già esistente o quando un muro deve fare un angolo. Quando un muro confluisce in un altro o vi si appoggia, è necessario far sì che le due strutture murarie, siano rigidamente collegate fra loro. Conoscendo il modo di operare, è possibile risolvere il problema in molte altre circostanze. Vediamo insieme come fare la giunzione di due muri.

25

Occorrente

  • Muro, mattoni , malta, scalpello, acqua.
35

Iniziamo con il caso che si presenta più di frequente, ossia giuntare un muro nuovo con un muro vecchio preesistente. Si tratta di collegare una parete divisoria ad un muro esterno, in modo da poter ottenere una diversa ripartizione di un locale. Con due linee parallele si dovrà segnare la zona in cui il nuovo muro si collegherà al vecchio. Utilizzando uno scalpello da muratore, si stacca l'intonaco. E ' preferibile tenere lo scalpello inclinato verso l'interno della zona da "denudare", per far ciò si taglia dapprima l'intonaco lungo le due linee; procedendo dall'alto verso il basso poi, si stacca l'intonaco frapposto fra i due tagli mettendo a nudo la struttura del muro. Si spolvera la zona e si procede con il lavoro.

45

Partendo ora dal basso, ad intervalli pari allo spessore di tre mattoni (nel caso di muro ad una testa, ad esempio, ogni 18-19 cm) si aprono delle cavità nella struttura del muro vecchio. Queste cavità dovranno essere in grado di contenere, sia in larghezza che in altezza, due corsi contigui. Si può procedere alla costruzione del nuovo muro dopo aver bagnato abbondantemente le cavità. Nelle cavità preparate, troveranno posto due mattoni del muro nuovo, la malta servirà per fissarli e fungerà da legante. Qualora ci siano dei muri a più teste, il numero dei mattoni presenti nelle cavità sarà, maggiore.

Continua la lettura
55

Abbiamo visto la prima tipologia di struttura ora analizziamo il secondo esempio riportato: l'angolo.
Si tratta di un tipo speciale di giunzione fra due muri e, se fatta a regola d'arte, conferisce alla struttura muraria una resistenza supplementare. Il caso più semplice è quello del muro ad una testa. Sulle fondamenta si dovrà disporre il primo corso di mattoni messi l'uno di seguito all'altro nel senso della lunghezza e con l'interposizione della malta. Il corso soprastante va iniziato proprio dall'angolo. Il primo mattone andrà posto in modo da riuscire a legare i due mattoni sottostanti che formano l'angolo. Si procede nello stesso modo in cui si è operato per il corso inferiore. Il terzo corso sarà esattamente come il primo. Per i muri a due o più teste, il lavoro di incastro dei vari corsi nell'angolo è leggermente più complesso, ma realizzato il primo giro, le difficoltà andranno sparendo gradualmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come costruire dei cubi di moquette per arredamento

Ogni casa è una storia infinita: una storia fatta di persone, che nella casa si identificano, ne fanno la propria creazione, la propria creatura. Arredare una casa è come raccontare la propria storia, fatta di progetti, di scelte, di gusti, di soluzioni,...
Ristrutturazione

Come installare le travi di legno lamellare

Le travi in lamellare sono molto più economiche rispetto a quelle scatolate. Una volta installate correttamente al soffitto, anch'esse possono svolgere la funzione di rendere più calda ed accogliente una taverna o un soggiorno. Di fondamentale importanza...
Ristrutturazione

Come ristrutturare una capanna per attrezzi

Se nel nostro giardino o piccolo orto ci si ritrova un piccolo rudere o una piccola casetta, che hanno dimensioni ridotte allora potrebbe tornare utile recuperare quest'ingombro realizzando un ricovero per attrezzi. Riprendere questi vecchi fabbricati...
Ristrutturazione

Come demolire una parte di muro

Non è necessario essere uno specialista in lavori di muratura per lanciarsi nella realizzazione di un'apertura transitabile, dopo avere abbattuto una parte di muro di un locale. In questa pagina vedremo come demolire una parte di muro per realizzare...
Ristrutturazione

Come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto

Nella seguente guida andremo a scoprire come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto. Lo faremo attraverso una spiegazione che, passo dopo passo, in modo semplificato, vi porterà ad una facile comprensione delle modalità di riparazione delle crepe...
Ristrutturazione

Come rimuovere la pittura a calce per interni

Le pareti colorate con la calce sono facilmente riconoscibili perché si scalfiscono con un'unghia. Strofinate con le mani asciutte tendono a sfarinarsi. Se vi si passa sopra invece un dito inumidito esso non si sporcherà. Quando una parete è ricoperta...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un muro antico

Cimentarsi nel restauro di una casa storica in centro cittá, rustico di montagna o in campagna è un'attivitá gratificante, che puó peró riservare sorprese, quali imbattersi in un antico muro da ristrutturare. Niente paura: in questo tutorial vedremo...
Ristrutturazione

Come rifare l'intonaco crollato

C'è stata una scossa di terremoto a casa vostra o qualche infiltrazione di acqua ed un pezzo di intonaco è crollato da una parete? State pensando a come risolvere questo disastro? Prima di chiamare i muratori, questa guida può aiutarvi a rifare da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.